Torino-Carpi, parla Ventura: “Lo striscione non era offensivo. Concesso poco o nulla”

Torino-Carpi, parla Ventura: “Lo striscione non era offensivo. Concesso poco o nulla”

Post partita / Il tecnico granata al termine della sfida contro gli emiliani: “Dicevano grazie per quanto fatto. Non abbiamo concesso un tiro agli avversari e abbiamo sprecato diverse palle gol, rigore compreso. Spiace per il risultato”

33 commenti
Ventura

E’ intervenuto ai microfoni dei giornalisti Giampiero Ventura al termine di Torino-Carpi, ecco i suoi commenti: “Il cambio di conduzione tecnica auspicato dai tifosi potrebbe anche rientrare nella normalità delle cose. Lo striscione per me non è offensivo perché mi ringraziava per quanto fatto in questi 5 anni. Ma non mi pongo il problema. Ringrazio il pubblico perché oggi riempiendo lo stadio ha scritto una pagina straordinari a di questo sport. Dobbiamo ritrovare il sorriso tutti assieme. Abbiamo giocato contro un Carpi che  non concede nulla e non era semplice”.

Il tecnico Ventura poi continua: “Spiace non aver vinto davanti ad uno stadio pieno che è venuto a sostenerci dal primo all’ultimo minuto. Non abbiamo concesso nulla ad una squadra che nelle ultime giornate ha messo in difficoltà squadre come Napoli, Fiorentine e non solo”. 

Quindi Ventura prosegue: “Un po’ di rammarico c’è, per non aver vinto e per aver sbagliato un rigore che poteva essere decisivo. I ragazzi e tutta la società ci teneva a vincere, ma per come si era messa la partita, ad un certo punto si è rischiata anche la beffa. Dobbiamo tornare a giocare divertendoci”.

Sul rigore: “Credo sia netto, lampante. Il rigorista è Maxi Lopez quando c’è lui in campo. Lo stesso Immobile è un rigorista, ma l’argentino se l’è sentita e può capitare di sbagliare. Se prendi la palla, vuol dire che te la senti. Magari Immobile segnava (scherza, ndr)”.

Poi sul futuro: “Abbiamo costruito un gruppo giovane e ci vuole tempo e pazienza per poter ottenere risultati di spessore. Questo zoccolo che stiamo cercando di creare ci darà grosse soddisfazioni in futuro, ma occorre pazienza ora e lavorare tutti assieme e remare nella stessa direzione. Quella che porta al bene del Torino. Il cambio di modulo iniziale ad oggi non è praticabile, perché gli uomini che abbiamo sono funzionali al 3-5-2 e basta. Poi quando possiamo a gara in corso magari mettiamo tre punti”.

Quindi il tecnico ligure conclude: “Potevamo fare molto di più e certamente non posso dire di essere completamente soddisfatto del risultato. Però ci sono diversi aspetti positivi da analizzare, alla pari di quelli negativi. Ovviamente dobbiamo migliorare sotto il profilo mentale, riuscire ad osare di più. Giocare con in testa l’idea di essere obbligati a vincere non è semplice, ma chi vuole sfondare deve imparare a reagire sempre”.

33 commenti

33 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. FaustusC. - 11 mesi fa

    Ma c’era il mister Ventura in panchina o era solo la sua sagoma? Quali sono state le nostre nitide occasioni da gol? Ne ricordo solo due: quella di Belotti e il rigore mancato. Il resto tutto fumo! Se poi per occasioni si intendono i palloni andati in meta quello è un altro sport. Questo è il tuo processo di crescita: squadra egoista e senza gioco (non hai insegnato loro neanche a battere un fallo laterale, sono tutti fermi come pali e nessuno fa un movimento per ricevere palla). Quello che ho visto ieri sul campo è che Castori ha provato a vincere la partita inserendo da subito Lasagna e Mancosu (velocisti) invece la tua contromossa è stata quella di aspettare l’85esimo per perdere tempo e pareggiare la partita…Complimenti grande mossa inserire i giovani Obi e Zappacosta negli ultimi minuti. Poveri ragazzi toglieteli dalle grinfie di questo esaltato presuntuoso che invece di esaltare le loro qualità (questo è il vero processo di crescita) li massacra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. granata - 11 mesi fa

    A parte lo striscione che rappresenta chi vuole essere rappresentato io no nn voglio essere rappresentato.
    per qyanto riguarda ventura parla di cose concrete dice cose giuste lui vede e sa come stanno i giocatori lui cerca di far dare il.meglio con i giocatori che ha.l annata è girata come nessuno pensava ma insultare e denigrare chi ci ha riportato alla pari con tutti nn va bene aspettare forse è ka cosa più giusta in questo momento.forza toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Rok - 11 mesi fa

      Sono d’accordo con te, purtroppo al giorno d’oggi la riconoscenza così come il buon senso sono conosciuti da pochi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Rok - 11 mesi fa

    Quello striscione non mi rappresenta per niente…io sto con Ventura

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Davi - 11 mesi fa

    Quello che proprio mi fa incazzare della situazione e di Ventura sono le considerazioni dopo aver fatto cagare per l’ennesima volta…Cazzo ma butta fuori il veleno da quella bocca…il fuoco de uscire…veramente rimango senza parole…comunque come già detto ormai cambiare a febbraio NON HA SENSO….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Jerry - 11 mesi fa

    Dobbiamo metterci il cuore in pace. Oramai questa stagione ha preso questa piega, priva di particolari significati. Priva di obbiettivi, se non che una mera salvezza. Oggi abbiamo dato l’ennesima dimostrazione di non essere capaci di proporre calcio. Il Carpi ha fatto quello che doveva fare, siamo noi che non siamo stati in grado di fare qualcosa di diverso. Va bene che il livello è veramente basso, e penso che basteranno 5-6 punti per salvarci. La contestazione al mister era prevedibile. Come al solito ha cercato di smorzare i toni, ma pensò che abbia ben capito, che anche il cuore pulsante del tifo, stia iniziando a stufarsi del suo gioco, d’altronde quello striscione non è stato appeso lì da 4 sfigati, come qualcuno vuole far intendere, ma aveva una firma, abbastanza pesante….. E i fischi a fine partita ne hanno aggiunto più significato….. C’è bisogno di aria nuova a Torino.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. gantonaz64 - 11 mesi fa

    Ma vai a cagare. Uno normale sarebbe incazzato come una bestia oltre che in pensione a 69 anni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. cardionefr_638 - 11 mesi fa

    Indubbiamente non stiamo andando bene. Non si può dire il contrario. Ed e’ comprensibile la noia e l’impazienza dei tifosi che rispondono sempre presente anche se il bel gioco latita.
    Ad ogni modo, possiamo pensare che il mister sia vecchio e stanco, che con i ritmi del calcio moderno e le difficili relazioni umane dopo 4-5 anni si debba cambiare aria, che il modulo debba essere rispolverato e che il mister sia troppo ingessato sulle sue idee…tutto vero e condivisibile. Da noi tifosi. Poi però chi deve gestire a livello societario deve usare maggior razionalità, oggettività, e sopratutto dati. Ed i dati ci danno torto, danno torto ad i nostri cuori ahimè in questo periodo un po’ sofferenti, e danno ragione alla matematica. I numeri parlano delle ultime 5 stagioni come le migliori dal lontano 1993 (siamo nel 2016…), dicono che mai come ora abbiamo avuto cartellini dei giocatori interamente di proprietà e quasi due scelte in ogni ruolo (magari non da tiki-taka Guardiolano, magari con qualche piede di legno, ma certo più dignitosi dei mai troppo dimenticati Cioffi e DiLoreto…), e poi i numeri dicono che anche nelle stagioni mediocri la continuità di intenti e del progetto sportivo pagano, vedi al contrario Palermo e Sampdoria su tutti. E pace se quest’anno ci si salva e si fa un campionato mediocre. Non è che perché Ventura ha parlato di “percorso di crescita” si possa auspicare per forza di fare meglio dell’anno precedente. Altrimenti gli altri che ci stanno a fare? Ma allora in proporzione agli investimenti, il Milan o la Lazio (che l’anno scorso veniva osannata insieme al suo allenatore per essersi qualificata in Champions ed è miseramente uscita alla prima gara), piuttosto che il Chelsea che devono dire?
    E poi abbiamo ancora il Fila per cui gioire quest’anno…i ragazzi della primavera…insomma, non tutto è alle ortiche.
    Ps, un ultima personalissima considerazione su DiFrancesco: e basta osannarlo come se fosse il nuovo Alex Ferguson! E che avrà mai fatto…(per altro in passato venne esonerato proprio dal Sassuolo). Allena una squadra di una cittadina senza pretese e senza un’altra società dirimpettaia plurimilionaria come la Gôba per noi…più facile come piazza no? Forza Toro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawda - 11 mesi fa

      Intanto i numeri dicono che nel 1994 siamo arrivati in semifinale di Coppa Italia, uscendo clamorosamente contro l’Ancona che militiva in serie b quella stagione, ed ottavi in campionato e l’anno successivo siamo arrivati 11 in campionato, risultato perfettamente in linea con la mediocrita’ attuale. Dei successivi e tragici 21 anni, sono ben 11 quelli sotto la gestione Cairo, il cui migliore risultato rimane un settimo posto. Sinceramente e’ difficile vedere una crescita od ancor piu’ scorgere un progetto: difficile nei risultati perche’ il miglior risultato e’ un settimo posto in undici anni, non proprio esaltante; difficile nei numeri perche’ dal momento che i bilanci sono pubblici e facilmente consultabili, basta leggerli per verificare che investimenti non ce ne sono; difficile nel gioco che appare sempre piu’ noioso, monotono e prevedibile e non certo da oggi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. beppe63 - 11 mesi fa

    ….non abbiamo concesso nulla al Carpi!!!!! Se un allenatore si consola così, allora non aspettiamo i miracoli per il futuro. Con tutto il rispetto per la squadra di Castori, non abbiamo affrontato il Real Madrid. Proviamo a non concedere nulla alle prossime avversarie perché fare punti con loro sarebbe manna dl cielo. Comunque vada FORZA TORO!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. robert - 11 mesi fa

    Questo rincoglionito sono 5 anni che è al Toro e non ha combinato niente di buono.Si deve rendere conto che ormai è vecchio e non ha più idee in testa per guidare una squadra come questa.Costui comincia a puzzare come un pesce avariato,BASTA !!! VATTENE !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. claudio sala 68 - 11 mesi fa

    Unico alibi quest’anno gli infortuni. Per il resto ripeto che vorrei più coraggio da allenatore e società nel fare esordire i giovani della primavera, in partite come queste. Su con il morale!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. pingo - 11 mesi fa

    e alla prossima si espugna S. Siro concorrente diretta per l’ Europa!! Forza ragazzi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. pingiò - 11 mesi fa

    basta polemiche sterili se avessimo vinto cosa commenteremo oggi il carpi non è il barcellona ma se si sbagliano i calci di rigore la colpa è di ventura anche i più grandi calciatori hanno sbagliato,e poi il carpi ha fatto qualche scherzo anche ad altre squadre.
    forza vecchio cuore granata forza torooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. cicci - 11 mesi fa

    Mi piacerebbe sapere cosa combinano negli allenamenti a porte chiuse, mi sembra di essere tornati all anno scorso dopo l Europa League, sono scoppiati ma il problema è che quest anno non avevamo altri impegni oltre al campionato, adesso con le partite che ci aspettano non so come la metteremo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. prawda - 11 mesi fa

    Ventura il problema e’ che se abbiamo un unico modulo e per giunta lo ripetiamo da tre anni, forse e’ ovvio avere qualche difficolta’. Se poi coninuamo a tentare di far fare gioco a Vives, Moretti o Maksimovic e’ evidente che si costruira’ poco e se l’unico schema prevede di attaccare solo sulle fasce ormai anche le squdre non professioniste hanno capito come fermarci.
    Contro il Carpi, non il Barcellona, abbiamo fatto un tiro in porta, rigore a parte, in tutta la partita, e’ una statistica penosa. Sempre con questa storia della futura crescita, dei giovani, peccato che nella realta’ siamo la quarta squdra con l’eta’ media piu’ alta del campionato, come il non volere/potere cambiare modulo ma far giocare un centrale nel ruolo di esterno e’ invece possibile ed intelligente. E’ davvero molto triste sentire sempre queste scuse ma ancora piu’ triste pensare di doverle sentire ancora per almeno due anni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Zlobotan - 11 mesi fa

    Certo che iniziare la partita con uno striscione così.. l’ho trovato di cattivo gusto, soprattutto in un momento in cui bisognava essere tutti uniti! Vabbé

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. granata67 - 11 mesi fa

    Un allenatore che cambia Gaston Silva per Zappa all’88 è incommentabile, se non con un insulto…Per il resto partita i soliti errori dei soliti Senatori Intoccabili e la solita cagarella di perdere, anche con il Carpi… Ergo: tutti in difesa (…o come dicono i fighi dietro la linea della palla…) e due (2) tiri pericolosi in tutta la partita (rigore compreso). Il gioco del Mago ormai lo conosce anche mio nonno…però Cairo ha detto: “Ventura non si tocca”…Che dire? Continuiamo così…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Brawler Demon - 11 mesi fa

    Si fosse vinto 1 – 0 oppure 2 – 0, nessuno avrebbe recriminato. E’ ovvio che con i se e i ma, si fa poco.
    Si deve osare di più, Mister!
    La squadra deve giocare con la mente sgombra, da quando è che un club deve giocare con la paura, in casa? C’era lo stadio pieno ad incitare.
    I fischi a fine gara? Chissenefrega!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabrizio - 11 mesi fa

      con due autoreti magari…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Daniele abbiamo perso l'anima - 11 mesi fa

    Quando non si vince regolarmente in casa contro squadre inferiori come UDINESE – CHIEVO – EMPOLI – VERONA e CARPI, la colpa è dell’allenatore.
    Non ho altro da aggiungere. Pensatela come volete.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. uassing - 11 mesi fa

      Non sono d’accordo ma rispetto il tuo pensiero!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Daniele abbiamo perso l'anima - 11 mesi fa

        Beh, ti ringrazio..qui è una rarita’.. :)
        Ad ogni modo, cosa puoi pensare in questi casi? Se ti batte una squadra piu’ forte puoi prendertela con la società che non ha fatto una squadra abbastanza forte e si scontra con formazioni migliori..ma quando perdi o pareggi con squadre oggettivamente piu’ deboli devo per forza credere che sbagli qualcosa l’allenatore. O è cosi o è sfiga cronica e sinceramente non ci credo dopo aver visto le partite contro Chievo ed Empoli, ma anche contro Genoa, Udinese e in gran parte oggi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Asdrubale - 11 mesi fa

          Anche la giuve ha pareggiato in casa con il frosinone …….. IL FROSINONE non il Barca!!! Ha perso in casa con l’udinese, ha pareggiato in casa con il chievo, ha perso con il sassuolo. Quindi questi discorsi lasciano molto il tempo che trovano….
          Io invece penso che quando in squadra hai 4/5 giocatori titolari sotto i 23 anni bisogna avere un po’ più di pazienza. Specie quando in squadra non possiamo permetterci campioni !!
          Questo non vuol dire che oggi non sono deluso, anzi ….. ma se ami il calcio accetti anche questo. Un saluto, e non te la prendere. Forza Toro

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Daniele abbiamo perso l'anima - 11 mesi fa

            Purtroppo la squadra che hai citato ne ha anche poi vinte 14 di fila..
            Non dico che la causa sia solo il mister ma una buona parte penso di si. Se in un campionato sbagli qualche partta “semplice” non è un dramma e possono essere molte le cause, ma noi abbiamo regalato 6 punti al Chievo e 4 al Carpi!! E a questi aggiungi Verona Empoli Udinese Genoa …

            Mi piace Non mi piace
    2. daunavitagranata51 - 11 mesi fa

      condivido pienamente….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. daunavitagranata51 - 11 mesi fa

      condivido

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. wallace63 - 11 mesi fa

    certo chiama Di francesco e fatti spiegare come hanno pareggiato con noi……ma di cosa parlate…….. certo se non si segna il rigore la colpa è del mister…..siamo la squadra più giovane a parte l’empoli che se retrocede non gli frega un cazzo anzi…. le altre che fanno?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. PUNTO_G - 11 mesi fa

    Mister questa sera guardati la replica della partita Sassuolo-Empoli di oggi…quello è calcio non quello che stai facendo giocare tu hai nostri ragazzi!!!!… Il sorriso viene solo vedendo giocare certe partite non quelle che siamo costretti a vedere noi con il tuo metodo di gioco noioso e stuccoso…chiama al telefono Eusebio Di Francesco per qualche ripetizione a buon prezzo!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Emanuele886 - 11 mesi fa

    Questo sta quasi sfiorando il ridicolo!!!trova sempre modo di giustificare tutto!siamo penosi da novembre!!!!se non fosse x i punti nelle prime giornate, saremmo in compagnia di carpi e Verona, in classifica!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. fabrizio - 11 mesi fa

    E ci mancherebbe altro che gli avversari debbano lasciarti giocare no? Dovresti essere tu a trovare il modo di segnare….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. rivcol - 11 mesi fa

      e vero deve andare in campo e segnare

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. fabrizio - 11 mesi fa

        non ne sarebbe capace fidati. passerebbe la palla indietro a Padelli

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy