Castan: “Questo gruppo può raggiungere traguardi importanti. Miha l’arma in più”

Castan: “Questo gruppo può raggiungere traguardi importanti. Miha l’arma in più”

Le dichiarazioni / Il difensore granata: “Grazie al Toro ho ritrovato la gioia di giocare e sento la fiducia di tutti. Il recupero è stato lungo e devo solo ringraziare i granata se adesso posso giocare”

Leandro Castan, difensore approdato in granata in prestito dalla Roma, ha concesso un’intervista a ESPN Brasil. Il giocatore ha parlato di lui e del suo momento a 360° iniziando dal suo stato d’animo del momento e di come si trova nel capoluogo piemontese: “Posso ritenermi fortunato di giocare al Torino, qui ho ritrovato la felicità di giocare anche grazie ad un gruppo molto motivato ed unito che vuole raggiungere grandi traguardi e penso che con l’unione di questi fattori ci sono tutti i presupposti per un finale che renda gioiosi me ed anche tutto il Toro. Qua ho la fiducia di tutti e posso ritornare a giocare al massimo delle mie forze: anche se penso di dar già delle risposte positive. Mihajlovic è un mister che ci richiede molto, ci fa sempre dare il massimo e penso che sia la nostra arma in più”. 

Il difensore poi parla della sua cessione al Torino e del suo difficile percorso per recuperare dall’infortunio: “Per me il Toro era la destinazione più gradita. Sono stato chiamato dalla Roma, mentre stavo disputando un amichevole con la Sampdoria, e mi hanno avvisato del cambio della squadra: questa trasferimento è stata la soluzione migliore per tutti. Ci è voluto tanto tempo per recuperare dell’operazione alla testa: quattro mesi affinché il mio corpo si abituasse all’intervento chirurgico ed altri tre per il recupero completo fisico. Ho perso tanto tempo ed, a inizio stagione, avevo una voglia matta di recuperare”. 

Infine il giocatore chiosa con due aneddoti interessanti: “Io ho già giocato con la maglia del Toro? Si ma non lo sapevo, ai tempi del Corinthians mi hanno fatto disputare una partita con la maglia granata con stampata la data della tragedia di Superga ma non ero a conoscenza che era dedicata al Grande Torino. Il giorno della mia operazione coincide con l’anniversario di fondazione del Torino FC? Il giorno dell’intervento mi ha ridato la vita e con questa squadra sto rinascendo come giocatore, non può essere una coincidenza questa data anche se non ne ero a conoscenza neanche di questa curiosità.” 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy