Torino-Cesena 3-0: Martinez, Maxi Lopez e Benassi!

Torino-Cesena 3-0: Martinez, Maxi Lopez e Benassi!

Primo tempo all’Olimpico / I granata calano subito il tris: gran partita del Brigante Vinotinto, il centrocampista fa un gol esagerato

Si scrive Josef Martinez, si legge: Brigante Vinotinto! E con lui c’è anche la Galina de Oro Maxi Lopez. Si potrebbe quasi coniare un nuovo soprannome per l’attacco granata: Ma-Ma! Come la balbuzie che coglie di sorpresa la difesa del Cesena, quando li vede e urla: ”Ma-Ma mamma mia!”. 

Fischio di inizio, parte l’ultima sfida stagionale allo stadio Olimpico. Le due curve, Maratona e Primavera, rispondono presente all’appello lanciato da Glik e Ventura: ”Stadio pieno per salutarci dopo un’annata straordinaria”. I granata scendono in campo con la miglior formazione possibile e partono fortissimo, con il piede ben schiacciato sull’acceleratore. Fatta eccezione per il portiere, con il tecnico dei padroni di casa che mette in campo il giovane Ichazo dal primo minuto e lui resta immobile per via della sterilità offensiva dell’avversario. Quella di inserire il giovane uruguagio era una mossa per certi versi già annunciata, considerato il fatto che lo stesso estremo difensore era arrivato a gennaio con la formula del presisto con opzione di riscatto, e fino a questo momento non aveva mai giocato neanche con la Primavera. 

Due striscioni in alto sopra la Maratona, accolgono le squadre all’ingresso: ”Bilbao e Derby le perle di una stagione fatta con cuore, grinta e passione! – il primo -. ”Con Ventura siamo tornati a sognare…Cairo bisogna continuare!”. Questo il messaggio completo che arriva dagli spalti. Pronta risposta che arriva dal campo: grandi giocate, ritmo altissimo e gol a raffica. 

Martinez apre con una rete da vero rapinatore d’area, da vero brigante bendato. Vives tenta il tiro-cross, Bressan intuisce ma non trattiene e il venezuelano porta in vantaggio la sua squadra. 

Passano pochi minuti e arriva il raddoppio che porta ancora la firma di Martinez, o meglio di Maxi Lopez. Il primo spizzica di testa e colpisce la traversa (la palla tocca terra al di là della linea? Probabilmente no, ma poco importa) e poi l’argentino ribadisce in rete.

Il Toro continua a spingere e trova così anche il terzo gol con Benassi che scocca un tiro da distanza siderale e lascia di sale l’estremo difensore. Un rete d’antologia, un gol semplicemente pazzesco.

Tutto questo mentre l’Inter pareggia in casa e per ora resta virtualmente dietro. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy