Torino-Cesena: difesa praticamente perfetta, punita sull’unico errore

Torino-Cesena: difesa praticamente perfetta, punita sull’unico errore

La retroguardia granata concede un solo tiro nello specchio in 90 minuti, per il resto ottima prestazione

1 Commento
Ichazo

 Un tiro nello specchio della porta, tre sul fondo, un solo calcio d’angolo conquistato: bastano questi dati a fotografare la prestazione del reparto difensivo granata nella sfida di ieri contro il Cesena, che ha concesso alla squadra ospite davvero il minimo in zona offensiva. Ottima prestazione sia per la linea a tre, con un roccioso e sicuro Pontus Jansson (all’esordio stagionale) a guidare i compagni Moretti e Bovo al posto di capitan Glik, sia degli esterni Molinaro e Zappacosta perfetti nei ripiegamenti difensivi e nei raddoppi di marcatura quando necessari.

ventura jansson
Pontus Jansson ieri ha preso il posto di Glik al centro della difesa, per il suo esordio stagionale

La partita è stata gestita benissimo dai difensori del Torino che, poco pressati dalla squadra ospite, hanno avuto modo di dialogare parecchio con il pallone secondo le strategie di Ventura, e di impostare molte azioni interessanti; anche Vasyl Pryima dopo l’ingresso in campo a cinque minuti dalla fine si è unito alla “festa” sfoggiando personalità e sicurezza nella gestione del pallone. Per quanto riguarda gli esterni, ieri sera chiamati in causa spessissimo dai compagni per sfruttare le offensive sulle fasce, anche in fase di ripiegamento hanno disputato un’ottima prestazione. La difesa granata non ha praticamente corso rischi per tutta la durata del match.

Torino FC v AC Milan - Serie A
Grande partita anche per Davide Zappacosta, imprendibile sulla fascia destra

A rovinare una prestazione perfetta del reparto, il gol di Cascione: al minuto 68 il centrocampista del Cesena si fa trovare completamente solo nell’area granata e beffa così un incolpevole Salvador Ichazo, che non ha l’occasione di dimostrare il suo valore perché fino a quel momento aveva assistito alla partita praticamente da spettatore non pagante. Dopo questa fiammata, il portiere uruguayano non correrà nuovamente rischi fino al termine dell’incontro: merito dei suoi compagni di squadra che, proteggi anche da un grandissimo Gazzi, gestiscono al meglio ogni situazione.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. RDS- toromaremmano - 1 anno fa

    Vedute molto contrastanti di voi giornalisti di TN, M. Chirico aveva così giudicato l’operato di Ichazo:
    ICHAZO 5.5: normale amministrazione per lui, per gran parte della gara. La difesa gli dà una grossa mano,
    ma quando l’estremo difensore viene chiamato in causa per la prima (vera) volta, si lascia freddare da Cascione senza colpo ferire.
    Un pizzico di reattività in più non sarebbe guastata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy