Torino, chi gioca contro il Napoli? Indisponibili Falque, De Silvestri e Soriano

Torino, chi gioca contro il Napoli? Indisponibili Falque, De Silvestri e Soriano

Dubbi Leciti / L’allenatore del Torino dovrà sopperire alle assenze di due giocatori chiave: in forte dubbio anche Soriano

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

DIFESA

allenamento bremer

Il Torino si prepara per andare a sfidare il Napoli di Carlo Ancelotti: la gara si giocherà allo stadio Olimpico Grande Torino, con i granata che dovranno cercare di tornare alla vittoria tra le mura amiche dopo il pareggio con molti rimpianti di Udine. Il tecnico del Toro Walter Mazzarri dovrà sopperire a diverse mancanze in questo match, e in più dovrà fare alcune scelte in ogni reparto.

A partire dal reparto arretrato, Bremer ha lavorato per riuscire a convincere il tecnico di San Vincenzo a schierarlo dal primo minuto al posto di Emiliano Moretti: Mazzarri dovrà valutare attentamente, e scegliere se affidarsi all’esperienza dell’ex Genoa o lanciare il nuovo volto del Torino contro una squadra molto difficile come il Napoli. L’esperto difensore granata pare essere, al momento, favorito per comporre il reparto difensivo con gli inamovibili Izzo e Nkoulou. In porta, ovviamente, Sirigu.

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Kieft - 2 mesi fa

    Edera e parigini è uno tra belotti e zaza (il più in forma)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Kieft - 2 mesi fa

      E

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. FVCG'59 - 2 mesi fa

    Sirigu
    Izzo N’Koulou Bremer
    Ola Aina Meité Lukic Baselli Parigini
    Edera Belotti
    Bisogna aver coraggio e osare: Napoli squadra veloce e tecnica, bisogna contrastarla con le stesse armi.
    Moretti merita un po’ di riposo, ci servirà ancora molto, Berenguer, Rincon e Zaza potranno entrare a scompaginare assetti e tattica, se del caso.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-13658280 - 2 mesi fa

    quando guardo ki gioca a centrocampo ho sempre un giramento di palle xche tra benassi e baselli pensavamo di aver dato via quello scarso e tenuto quello buono invece abbiamo tenuto quello scarso e regalato quello buono…incredibile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Madama_granata - 2 mesi fa

      Io li avrei tenuti entrambi! L’anno in cui Baselli emergeva, e spesso segnava, e Belotti si distingueva a suon di gol,con loro giocavano proprio Benassi ed un giovanissimo, brillante Barreca!
      Io quei 4 ragazzini terribili non li avrei mai divisi! Sono convinta che, con le 4 B, saremmo andati lontano!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Madama_granata - 2 mesi fa

    Evviva la panchina corta! Così si fanno le grandi squadre: mancano i sostituti “di peso”, però nessuno “mugugna” perché, appunto, resta in panca!
    Comunque, anche io METTEREI IN CAMPO I NOSTRI GIOVANI. Edera e Parigini, e poi Lukic, Bremer e Ola Aina: almeno “LA FAME DI GIOCARE” sarebbe assicurata!
    Temo però che, se poi le cose andassero male, e pesantemente, QUESTI RAGAZZI “SAREBBERO BRUCIATI” dalle critiche, giornalistiche e di parte della tifoseria. Quella parte di tifoseria che, quando si perde, non capisce più nulla e scatena rabbia, delusione e frustrazione proprie su tutto e su tutti, senza distinguo x nessuno!
    Tutto ciò, oltre a non essere giusto x i nostri ragazzi, sarebbe mortificante, toglierebbe loro sicurezza e fiducia in se stessi, e sarebbe xciò controproducente!
    I giovani vanno inseriti in partite tranquille, magari a risultato acquisito, perché, senza pressioni, possano esprimersi al meglio!
    Buttarne tre o quattro in campo, contemporaneamente, e CONTRO IL NAPOLI, può essere un azzardo!
    Secondo me, RIBADISCO, NON È A LORO CHE ANDREBBERO ADDOSSATE LE COLPE, SE LE COSE ANDASSERO MALE!
    Poi, ovviamente, speriamo che “esplodano tutti insieme” e che facciano una gran partita!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-13964520 - 2 mesi fa

    vado controcorrente ma metterei Lukic e Edera al posto di Rincon e Belotti che sono al momento i nostri giocatori più scarsi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user-13973712 - 2 mesi fa

    contro il Napoli vorrei vedere Parigini dal primo minuto, con la spinta della Maratona credo che farebbe molto bene

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. user-14003131 - 2 mesi fa

    Io proverei Edera.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. bertu62 - 2 mesi fa

    D’accordo con Birillo, con un’unica eccezione: Zaza. Io Zaza lo lascerei inizialmente in panca e farei giocare Edera e Belotti, con Lukic a centrocampo assieme a Rincon e Meitè, Berenguer e Aina esterni, N’K Izzo e Moretti dietro con Sirigu ovviamente in porta. Poi, nel II tempo, farei entrare Baselli per Lukic e Zaza per il Gallo, magari verso la fine della partita…Così ci portiamo a casa i 3 punti!!!
    FV♥G!!! SEMPRE!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BIRILLO - 2 mesi fa

      Magari!!!! Ne desideriamo 3 ma un pareggio sarebbe oro.. Forse hai ragione, Zaza avrà 30/35 min nelle gambe e a fine partita potrebbe darci quel quid in più. Anche Berenguer ha giocato bene l’ultima e gli darei spazio ma temo che contro il Napoli molli a livello carattere.. eppure ci starebbe. Sarà dura ma qui non si dovranno solo esaminare le scelte di Walter, credo che dovranno essere i giovani a esibirsi aldilà delle possibilità valoriali. In ogni caso WM ha voluto la rosa corta e dovrà optare. Walter OPTA ! :))

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. BIRILLO - 2 mesi fa

    …io schiererei la spina dorsale disponibile quindi Sirigu, Izzo, NK, Moretti, Meitè, Rincon, Baselli (Dio negami l’acqua se giocherà male..), Belotti,Zaza. Quindi, a scelta tra i due mancanti per l’undici a inizio partita e sostituzioni successive, tutti i giovani, tutti, da Lukic a Parigini, a Bremer, Aina ed Edera. Col Napoli, per quanto in casa, sarà come contro la gobba nel derby atteso, purtroppo ma a ragion veduta due squadre superiori. Eviterei 5-4-1 o peggio e proverei a cavalcare l’onda dei giovani virgulti con la certezza e il senno che i nostri giocatori veterani faranno da spalla e chioccia. Poi se volete, ricordando il passato, Cassano a Milano contro l’inter esplose a 18 anni per merito della sua classe di allora e per coraggio e contingenza nel schierarlo contro una squadra…più forte.. Saluti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy