Torino-Chievo, le statistiche: granata un gradino più in alto

Torino-Chievo, le statistiche: granata un gradino più in alto

Verso Torino – Chievo/ Gli uomini di Ventura superano i gialloblu sotto praticamente tutti gli aspetti, eccezion fatta per i gol subiti

 

Tra poche ore è il momento di TorinoChievo, partita che potrebbe dire molto di più di quanto non si potrebbe pensare. La matematica non ha ancora distrutto i sogni dei granata, quindi a maggior ragione dopo le sconfitte di ieri sera di Inter e Sampdoria gli uomini di Ventura hanno il compito e l’obbligo di provare fino alla fine a coltivare il quasi impossibile sogno di qualificarsi per l’Europa League. Le statistiche parlano chiaro, oggi sulla carta il Toro può e deve vincere. Senza alibi, senza ripetere la pessima prestazione casalinga messa in scena contro l’Empoli.

ATTACCO E DIFESA – Tra Toro e Chievo ci sono solo sei punti in classifica, ma tantissime differenze. I clivensi sono infatti il peggior attacco della Serie A con solo 27 gol messi a segno (contro i 41 granata, quindi ben 14 in più). I gialloblu  però nonostante questo possono contare su un trio di attaccanti piuttosto prolifico: Paloschi (9), Pellissier (6) e Meggiorini (4). Il Toro, dal canto suo, dovrà fare a meno del suo capocannoniere Quagliarella (13), che nella classifica marcatori è seguito da Glik (7) e Maxi Lopez (5). Di contro, poi, gli uomini di Maran hanno subito 35 gol, a fronte dei 42 presi dalla truppa di Ventura. La difesa, forse, è l’unico aspetto nel quale i clivensi prevalgono.

ALTRE STATISTICHE –  Se si considera il possesso palla, i dati sembrano descrivere due squadre lontane anni luce: Glik e compagni sono ottavi nella massima serie, gli uomini di Maran invece tristemente ultimi. L’imprecisione in mezzo al campo, poi, la fa da padrona per i veronesi: ancora una volta, ultimi in Serie A con solo il 55% di passaggi riusciti. I torinesi, a quota 67.1%, sono addirittura quinti. I gialloblu, però, non disdegnano affatto la conclusione a rete: la differenza rispetto ai granata si abbassa qui fino a 0.5 tiri a partita in meno. Se il Toro si attesta infine a metà classifica per la percentuale di pericolosità (46%), il Chievo ancora una volta occupa l’ultima posizione (37.2%), insieme al Cesena, e lo stesso discorso vale anche per la supremazia territoriale, anche se i granata sotto questo aspetto di certo non eccellono: quindicesimo posto. Infine, sostanziale parità per il numero di calci d’angolo a partita: 4.7 a 4.4.

Insomma, le statistiche sembrano parlare chiaro. Massima attenzione e vietato sottovalutare l’avversaro, ma se il Toro gioca al meglio delle sue possibilità parte sicuramente favorito. Certo, non si dovrà abbassare la guardia e cercare subito di chiudere un match che altrimenti potrebbe mettersi su un brutto binario come già è successo in questa stagione. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy