Torino, contro il Genoa occhio agli inserimenti di Rigoni

Torino, contro il Genoa occhio agli inserimenti di Rigoni

L’avversario / In vista del match domenicale, il tecnico dei rossoblù punta tutto sul centrocampista

Il centrocampo è il punto cardine della rosa di Gasperini. Mediana che si presenta al match di domenica contro il Torinocon un Tino Costa in meno, il quale nella sessione invernale di mercato è passato alla Fiorentina. I genoani hanno effettuato anche un cambio di modulo rispetto alla gara d’andata del 28 ottobre, sono passati da un 3-4-3 più offensivo ad un 3-5-2 più difensivo. Il nuovo innesto è Rigoni, il quale è stato scaricato qualche mese fa dal Palermo.

SORPRESA RIGONI – Nella seconda metà di stagione, il protagonista del centrocampo del Genoa è stato Luca Rigoni. L’ex Palermo era stato scaricato dalla società qualche mese fa e il 4 gennaio è approdato al Marassi. In pochissimo tempo è stato inserito nel progetto di Gasperini e oggi è un elemento fondamentale del reparto centrale del Grifo. Il classe 84′ ha collezionato ben 10 presenze con la maglia rossoblu. Il centrocampista ha siglato una sola rete, ma è stato fondamentale in altre situazioni molto più importanti. Le sue caratteristiche sono state un po’ deformate da Gasperini. Il Rigoni che abbiamo visto la scorsa stagione era ben diverso, un vero e proprio bomber, il quale ha portato parecchi punti importanti al club siciliano. Quello di oggi è però un Luca più difensivo, il quale recupera molti palloni, ben 46 in questa stagione. Non pochi se consideriamo il fatto che è stato fuori rosa per un po’ ai tempi del Palermo. Quindi potrebbe essere lui l’uomo chiave del Genoa in vista del match di domenica contro il Torino.

NUMERI E STATISTICHE – Un centrocampo che sfrutta soprattutto le corsie esterne. Giocatori fondamentali per il nuovo modulo sono Laxalt e Ansaldi. E’ una squadra che crossa molto, sono ben 193 quelli fatti quest’anno, la maggior parte dei quali sono stati realizzati proprio dagli esterni. Molti di loro sono stati decisivi per portare dei punti a casa. Laxalt e Ansaldi si giocano il posto di miglior assist-man del Vecchio Balordo, entrambi hanno realizzato 3 assist vincenti. E’ una mediana che sfrutta molto quindi le ali, le quali sono molto produttive anche in fase di realizzazione. Il protagonista assoluto è Laxalt, il quale è quasi una rivelazione per Gasperini. Molte le ottime prestazioni da parte dell’uruguaiano che hanno contribuito a non far sprofondare il Genoa.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy