Torino, così ti diverti e fai divertire. Che prova di forza e… bellezza!

Torino, così ti diverti e fai divertire. Che prova di forza e… bellezza!

Vittoria da godere / I granata offrono una prestazione meravigliosa, l’entusiasmo della piazza è palpabile: calcio champagne allo stadio Grande Torino

3 commenti

Una partita quasi perfetta: l’incontro disputato ieri pomeriggio dal Torino, avversario il Cagliari, ha davvero certificato la qualità e le enormi potenzialità dei granata che hanno offerto una prestazione idillica. A fronte di un’unica sbavatura nell’intero match, che ha portato alla rete di Melchiorri, i padroni di casa sono stati addirittura più belli che cinici ed hanno ricambiato in maniera inequivocabile l’affetto della piazza: allo Stadio Olimpico Grande Torino, ieri pomeriggio, ci si è divertiti per davvero. L’impressione netta ed unanimemente condivisa era non soltanto la gioia, ma il divertimento: i ragazzi di Mihajlovic hanno rispecchiato lo spirito Toro ed hanno annichilito gli avversari.

Non si tratta, come detto, tanto di una questione di risultato: quello che ha reso orgogliosi i cuori granata è stata la possibilità di osservare il corretto atteggiamento, le giuste motivazioni, le impeccabili grinta ed approccio alla partita. La determinazione del Torino era palpabile tanto quanto l’euforia sugli spalti. Benassi e compagni hanno regalato un incontro spettacolare messo subito in discesa, al secondo minuto, con la terza rete più veloce di questo campionato firmata Belotti e con l’ennesimo approccio determinante: ancora una volta i granata sono partiti fortissimo ed ancora una volta ne hanno raccolto i lauti frutti. Vero è che il Cagliari si è confermato compagine disastrosa lontano dalle mura del Sant’Elia, ma i padroni di casa hanno comunque siglato cinque gol nel giro di un’ora e soprattutto hanno sfoggiato una sicurezza ed una semplicità di gioco che non possono passare in secondo piano, con a tratti azioni meravigliose – emblematica quella che ha portato alla quarta marcatura, siglata da Baselli – proprio come se gli stessi protagonisti si divertissero sul terreno di gioco.

Il tutto, confermato dallo stesso Mihajlovic a fine partita: “In questo modo, si divertono tutti: il pubblico, i giocatori, anche io” Una vittoria quindi all’insegna del divertimento e del ritrovamento delle certezze: quelle di cui squadra ed ambiente avevano assoluto bisogno dopo tre incontri nei quali la vittoria era sfuggita. Nonostante tutte le note positive, rimane la certezza che non sia ancora tempo di sognare: il traguardo Europa League è tuttora un’incognita e sarà ovviamente molto duro raggiungere il relativo piazzamento, ma è palpabile e diffusa la certezza che quest’anno, con questo Toro ed in particolare con questo potenziale offensivo incredibile, il popolo granata avrà da divertirsi. Le amnesie ed i limiti difensivi permangono, ed anche ieri pomeriggio nell’unico vero pericolo creato il Cagliari è riuscito ad andare a segno sempre attraverso un colpo di testa, ma senza ombra di dubbio questo Toro si diverte in campo e di conseguenza fa divertire: contro i sardi, una vera e propria lezione di bellezza, tutta da godere.

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. giancator - 4 settimane fa

    Fosse rimasto il “panchinaro” del Napoli,quest’anno saremmo stati perfetti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dami61 - 4 settimane fa

      …non a caso Miha ha il dente avvelenato con lui!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 4 settimane fa

      Esatto

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy