Torino: dal Pescara a Dzeko, che chance di riscatto per Ajeti

Torino: dal Pescara a Dzeko, che chance di riscatto per Ajeti

Focus On / L’albanese sarò di nuovo del match a causa del probabile forfait di Rossettini. La continuità può essere la soluzione a molti problemi

9 commenti

Si sono spalancate di un colpo per Arlind Ajeti le porte della Serie A, da quando un problema alla caviglia ha fermato Luca Rossettini dopo la partita contro l’Atalanta (e il giocatore anche ieri ha lavorato in gruppo, chiudendo di fatto le porte alla convocazione per Roma).

Di lì, complice la cessione di Bovo nella sessione invernale di mercato a favore del Pescara, il centrale difensivo albanese è stato catapultato all’interno del convulso mondo del calcio italiano, un mondo nel quale – e ormai Ajeti l’ha capito bene – nessuna distrazione è permessa.

Empoli FC v FC Torino - Serie A

L’ex Frosinone, infatti, da quando è sceso in campo (ossia due partite fa, contro l’Empoli), ha pagato sulla propria pelle lo scotto di ogni errore commesso, come accaduto anche al suo collega titolare, quel Rossettini capace – ad esempio – di contenere Icardi per 88′ al Meazza, salvo fargli calciare in porta la palla del definitivo vantaggio interista. L’errore di Ajeti contro l’Empoli , figlio di una pozzanghera e di una distrazione anche perdonata da Mihajlovic in conferenza stampa post partita, sembrava essere stato messo alle spalle dopo il gol al Pescara nel primo tempo; una ripresa da incubo, dove l’albanese prima si è fatto autogol, poi è rimasto immobile in area in occasione della seconda marcatura abruzzese, e infine con un rinvio da dimenticare ha regalato in sostanza anche la terza rete agli avversari, ha rimesso in discussione tutto, così che la sfida di Roma si propone come una difficilissima prova del nove.

FC Torino v Pescara Calcio - Serie A

Contenere un attaccante in forma strepitosa come Edin Dzeko sarà tutt’altro che facile: certamente non il meglio per un giocatore in cerca di fiducia, ma sotto un altro punto di vista una sfida stimolante per dimostrare che tutti gli errori del passato sono nel cassetto e che Ajeti può candidarsi come centrale affidabile per la banda di Mihajlovic. Il quale, d’altronde, ha sempre affermato come il difensore sia il migliore dei marcatori nel lotto arretrato granata: Dzeko e la Roma saranno sinora il banco di prova più importante, per ripartire di slancio dopo qualche difficoltà di troppo rispetto a ciò che ci si attendeva.

9 commenti

9 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. abatta68 - 7 mesi fa

    Ah beh… cosa c’è di meglio che dover marcare Dzeko a Roma, dopo le partite contro Empoli e Pescara? chi non vorrebbe avere una simile chance di riscatto? praticamente una condanna a morte… io mi darei per malato!
    Speriamo solo che Hart ne tolga il più possibile, tra i pali e non, e di tornare a casa con un passivo troppo elevato… per un onesto 3-0 ci metto la firma!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. daunavitagranata51 - 7 mesi fa

    MAH!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. daunavitagranata51 - 7 mesi fa

    HO LETTO CHE AIETI HA UN PROBLEMA AL POLPACCIO, [SPERIAMO]. FORSE ESPERIMENTO DE SILVESTRI AL SUO POSTO, ????????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Torogranata - 7 mesi fa

    Mihajlovic. Il quale, d’altronde, ha sempre affermato come il difensore sia il migliore dei marcatori nel lotto arretrato granata…..da questo si capisce come siamo messi bene in difesa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. studiocardon_25 - 7 mesi fa

    speruma bin…….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Cecio - 7 mesi fa

    Mi vengono i brividi al sol pensiero…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. studiocardon_25 - 7 mesi fa

    speruma bin…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Lucius - 7 mesi fa

    E’ come pretendere che un bulldog vada a caccia di quaglie!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Catlina - 7 mesi fa

    Ma a le bun custi’ ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy