Torino: dopo le occasioni sprecate, adesso servono i punti difficili

Torino: dopo le occasioni sprecate, adesso servono i punti difficili

Svolta necessaria / Superate le sfide più abbordabili, la classifica chiede ai granata un bottino più sostanzioso nonostante il ciclo di fuoco

1 Commento

Undicesima posizione, 32 punti conquistati: l’apparente lontananza del Torino dalle piazze valide per l’Europa League sembra essere compensata dall’altrettanto notevole distanza che separa i ragazzi di Ventura dalla zona retrocessione. Sono nove i punti di vantaggio sul Frosinone terzultimo, sette sulla Sampdoria diciassettesima; nonostante questi dati parlino chiaro sulla relativa tranquillità in questo senso, i granata non possono sedersi sugli allori e dovranno mantenere alta la coscienza che proseguire sulla scia dei recenti risultati negativi potrebbe non portare a nulla di buono.

martinez
Martinez disperato dopo l’occasione fallita contro il Verona

Dopo aver sprecato infatti l’occasione di ripartire in maniera convincente nell’ultimo mese e mezzo, il Torino si appresta adesso ad affrontare il temibile ciclo di fuoco che già nel girone d’andata regalò parecchie delusioni e pochi punti a Glik e compagni: contro Verona, Sampdoria, Chievo, Palermo e Carpi sono arrivate meno soddisfazioni di quante preventivate ed addirittura i granata hanno trovato la vittoria in una sola occasione, al Barbera. A partire da sabato sera gli avversari che si pareranno tra la truppa di Ventura ed i tre punti saranno di una caratura tecnica decisamente differente: Milan, Lazio, Genoa, Juventus ed Inter attendono il Torino per un tour de force da brividi.

Torino FC v AC Milan - Serie A
All’andata il pareggio con il Milan inaugurò il ciclo di fuoco

 

Le potenzialità per non sfigurare e togliersi qualche soddisfazione, in ogni caso, ci sono ma non sarà solo la consapevolezza nei propri mezzi a dover spronare i granata: lo impone infatti anche la classifica. Si è detto della relativa tranquillità delle acque in cui naviga la squadra, ma è indubbio che mantenere la media punti delle ultime partite comprometterebbe parecchio non soltanto la stagione ma anche le certezze di essere “al sicuro”: il Torino deve ricominciare a fare punti, a tutti i costi, e deve farlo proprio nel momento più complicato della stagione contro avversari decisamente impegnativi. Dopo aver sprecato l’occasione di ripartire nel corso dell’ultimo mese, adesso per i granata sono necessari i punti “difficili” da conquistare attraverso il ciclo di fuoco.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. torosemper - 11 mesi fa

    Cari amici di TN, dopo anni torno a disturbare con le mie osservazioni critiche. Perché il limite, questa volta, è stato ampiamente superato. Un tempo si leggevano anche commenti intelligenti e criticamente costruttivi (Costantino, Pagliano), ma adesso la zuppa è veramente indigesta e la voce del padrone, sommata a quella di troppe giovani vispe Terese, risulta stucchevole. Stamattina ho letto che sarebbe bello vincere contro il Milan, meglio che pareggiare e sicuramente meglio che perdere. Opperò che sguardo penetrante! Poi che la macchina si è un po’ inceppata : un po’? Sei punti contro cinque potenziali squadre da salvezza e Strippoli scrive che la macchina si è un po’ inceppata e che Ventura saprà scegliere la formazione migliore??? Ma davvero? Come contro Udinese e Chievo? Come contro il Verona in casa? Ma per favore, ma non state facendo il bene del Toro con questa collosa omertà. E questo articolo poi, da educanda in un collegio dell’800, così pudico : e adesso dobbiam fare i bravini perché s’è sperecata la marmellata di nonnna e quindi c’è da conquistare il prosciutto di Barbariccia! Ma per carità! ma ci credete davvero nella favola di far punti contro Milan, Juve, Inter ecc o volete prendere in giri le educande più giovani e più illuse? mha, non vi capisco e nemmeno capisco più questa società e questa tifoseria…Buone cose a tutti

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy