Torino, è Quagliarella-show all’Olimpico: 5-1 alla Sampdoria

Torino, è Quagliarella-show all’Olimpico: 5-1 alla Sampdoria

Un anno di Toro / Il ricordo dell’altisonante successo del primo febbraio scorso: blucerchiati in ginocchio dinnanzi ai colpi del bomber di Castellamare

Commenta per primo!

Seconda giornata del girone di ritorno: reduce da due vittorie consecutive sui campi di Cesena e Inter, il Torino di Ventura ospita all’Olimpico la Sampdoria del neo acquisto Eto’o. Quarta forza del nostro campionato, i blucerchiati giungono quindi nella tana di un Toro galvanizzato dai recenti successi e da un classifica che comincia a farsi interessante.

DOMINIO GRANATA – Le premesse suggeriscono una partita all’insegna dell’equilibrio, ma il fischio d’inizio della gara dà il via a quello che sarà un vero e proprio trionfo per i granata. Sin dai primi minuti, infatti, si intuisce perfettamente come Glik e compagni stiano meglio mentalmente e fisicamente, mentre la Samp appaia lenta e prevedibile. Il gol è nell’aria e puntuale arriva dopo solo 16 minuti con Quagliarella che sugli sviluppi di un calcio d’angolo sfrutta il prolungamento di Moretti e, lasciato libero sul secondo palo, trafigge Vivano per la prima volta. Subita la rete del bomber di Castellamare, la Sampdoria accusa il colpo e continua a soffrire l’ottima organizzazione dei granata che al 29° guadagnano un calcio di rigore per un atterramento in area di Glik (trattenuto vistosamente da Silvestre). Dal dischetto, il Quaglia non sbaglia e realizza la sua rete stagionale. Il primo tempo termina così con un meritatissimo 2 a 0 per il Toro.

 

TRIS DI QUAGLIARELLA, POI AMAURI – Nella ripresa, gli uomini di Mihajlovic provano a reagire, ma dopo 19 minuti è ancora Quagliarella a mettere il punto esclamativo sul match con la sua tripletta personale: perfetto il diagonale con cui supera l’estremo difensore doriano. Nel finale di gara, Ventura concede una standing-ovation al numero 27: al suo posto dentro Amauri. Ed è proprio quest’ultimo a realizzare alla mezz’ora il gol del 4-0 (la prima ed unica rete dell’italo-brasiliano in campionato).

5-1 FINALE E TERZA VITTORIA CONSECUTIVA – La Sampdoria ha un timido sussulto e realizza il gol della bandiera con uno splendido colpo di tacco di Obiang che sorprende Padelli. Il Toro, però, non si ferma e arrotonda il risultato con la seconda rete stagionale di Bruno Peres, una bella marcatura frutto di una grande iniziativa personale. La partita termina così sul risultato di 5-1, un parziale inaspettato alla vigilia e che permette al Toro di conseguire la terza vittoria consecutiva.

La Samp di Eto’o (all’esordio in blucerchiato proprio nei minuti finali del match) è in ginocchio: l’Europa non è più un miraggio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy