Torino-Empoli 0-0: Boyè, manca solo il gol

Torino-Empoli 0-0: Boyè, manca solo il gol

Intervallo / Molinaro out, esordio per Barreca. L’ex River fa impazzire la difesa, buona l’intesa con Martinez e Obi.

3 commenti

Quarta giornata di campionato, Torino e Empoli si affrontano con lo stesso bottino. Finora una vittoria e due sconfitte per entrambi e tre punti che lasciano insoddisfatto soprattutto Sinisa Mihajlovic. Il tecnico granata (squalificato, in panchina c’è Attilio Lombardo) conferma la difesa, fa di necessità virtù in attacco schierando, complici gli infortuni, il tridente inedito Falque-Martinez-Boyè. Rivoluzione invece a centrocampo dove vengono preferiti i muscoli di Acquah e Obi alle incursioni di Baselli e Benassi. In regia recupera Mirko Valdifiori, atteso ex di giornata. L’Empoli si affida alle giocate del “solito” Saponara, osservato speciale al Grande Torino, con un tandem d’attacco che mescola l’esperienza di Gilardino e l’esuberanza di Pucciarelli.

Subito emozioni prima con Saponara che sguscia via a Bovo e serve Pucciarelli, per fortuna del Toro in ritardo, sul ribaltamento di fronte è Boyè a strappare applausi a tutto lo stadio con difesa della palla e spunto in velocità che costano il giallo a Tello. La prima conclusione in porta arriva dai piedi di Obi che riceve palla centralmente al limite dell’area e scarica un sinistro che esalta Skorupski. Al 12esimo scintille tra Tello e Castan: il laterale empolese stoppa un pallone col braccio, poi, dopo il fischio dell’arbitro, inscena una caduta su presunta spinta di Molinaro. Accorre il difensore brasiliano per urlargli tutto il suo disappunto, ma il direttore di gara Chiffi sanziona il numero 3 granata.

Dopo uno spavento per una botta alla testa di De Silvestri, poi rientrato in campo, al 28esimo padroni di casa vicini al gol. Slalom inarrestabile di Acquah sulla trequarti, apertura per Iago Falque che da destra rimette in mezzo: all’altezza del primo palo Boyè manca il pallone in rovesciata, arriva ancora il numero 6 che in tuffo di testa spedisce a lato con Skorupski immobile. Passano pochi secondi ed è Martinez ad avere la palla buona in area di rigore, smarcato da Boyè, ma il tiro del venezuelano è da dimenticare. Un minuto dopo si infortuna Molinaro, esordio in Serie A per il giovane Barreca. Al 32esimo Boyè viene servito in area, ma il suo destro è debole. Cinque minuti dopo altra grande occasione per il Toro sull’asse Martinez-Barreca con l’ex Primavera che imbocca l’accorrente Boyè all’altezza del dischetto del rigore, palla alta sulla traversa. Dopo una conclusione centrale di Valdifiori, è ancora il talento argentino a far gridare la Maratona. Dribbling e destro potente sul primo palo, Skorupski si salva in angolo.

Partita apertissima con l’Empoli che proverà ancora a colpire in contropiede, ma il Toro c’è e davanti Obi, Boyè e Martinez si intendono bene. Ora però, bisogna segnare.

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Tenente Sheridan - 6 mesi fa

    Uniche note liete in questo primo tempo: Acquah, Boyè e l’entrata di Barreca, la quale ha letteralmente “svegliato” la nostra fascia sinistra.

    Martinez e Falque disarmanti, non si capisce perchè Aramu debba far panchina e Martinez debba continuare a giocare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Placebo75 - 6 mesi fa

    Solita pochezza disarmante… nessuna parvenza di gioco. Siamo, fondamentalmente, la squadra B dell’anno scorso. Solo il Gallo può elevarci dalla mediocrità-zona retrocessione. La priorità è sicuramente la salvezza. Non si capisce cosa abbia fatto di male Aramu per non giocare, quando in campo c’è un ectoplasma come Martinez. Sprazzi di speranza con Barreca e Boyé. La nota lieta è l’identica pochezza dell’Empoli, ma deve ancora entrare Maccarone…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Placebo75 - 6 mesi fa

      p.s.: per postare in questo stramaledetto forum occorrono 15 minuti, 2 cambi browser e 4 imprecazioni… complimenti davvero!

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy