Torino-Empoli, gli azzurri temibili su palla inattiva

Torino-Empoli, gli azzurri temibili su palla inattiva

I temi tattici / La squadra di Martusciello passa spesso per vie centrali, e non ha mai segnato un gol su azione quest’anno

Il Torino andrà a sfidare l’Empoli di Martusciello la prossima domenica, allo stadio Grane torino, in quello che sarà il quarto incontro in questo nuovo campionato di Serie A: i granata arrivano ancora incerottati, a causa degli infortuni che gravano sulla condizione della squadra, mentre i toscani hanno colto i loro primi tre punti nell’ultimo match disputato contro il Crotone, ma in carenza di gol in attacco. La squadra azzurra ha riscontrato diverse difficoltà in queste prime battute della stagione, perdendo le prime due sfide in campionato e riuscendo a gonfiare la rete soltanto nello scorso match contro i calabresi.

PALLA INATTIVA – Se c’è un punto forte, adesso, dell’Empoli è sicuramente l’azione su palla inattiva: la squadra di Martusciello, infatti è riuscita segnare due gol molto simili al Crotone, che si è lasciato sfuggire i due centrali difensivi molto bravi a staccare con i tempi giusti. Il Torino, perciò, dovrà prestare particolare attenzione sia ai calci di punizione che ai calci d’angolo, che possono diventare determinanti ai fini del risultato. Un altro fattore da dover tenere in conto sono gli inserimenti e i tiri dalla distanza di Riccarrdo Saponara, il quale non è ancora riuscito a trovare il suo primo gol quest’anno, ma ha già colto un palo e creato diverse occasioni da rete.

Empoli FC v AC Chievo Verona - Serie A

SOFFERENZA – La più grande sofferenza della squadra di Martusciello sono gli inserimenti veloci con la palla al piede: questo fattore è stato evidente in diverse circostanze, come con Muriel, nella prima giornata di campionato, quando l’Empoli affrontava la Sampdoria. L’attaccante doriano, infatti, è stato la spina nel fianco dei toscani, rendendosi spesso e volentieri pericoloso con l azioni personali, che lo hanno portato anche a realizzare un gol di grande fattura. Un’altra chiave del match, infine, potrebbe essere quella delle conclusioni da fuori area di rigore, con i toscani che ne hanno subiti parecchi nel corso di queste prime tre partite di Serie A.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy