Torino formato trasferta: confronto impietoso con la gestione Mihajlovic

Torino formato trasferta: confronto impietoso con la gestione Mihajlovic

Focus on / Quello che nella gestione di Mihajlovic era un punto debole ora è un punto di forza

di Silvio Luciani, @silvioluciani_

C’era una volta il Torino double face allenato da Mihajlovic. Il primo anno del tecnico serbo alla guida del Toro viene ricordato sicuramente per l’incompiutezza di quella squadra, che segnava tanto ma subiva anche tanto. L’Europa non arrivò, soprattutto a causa dei risultati in trasferta. I granata, infatti, nella stagione 2016/2017, persero solo due partite in casa mentre ne vinsero solo 4 in trasferta. Ora la musica è cambiata e il Toro di Mazzarri è imbattuto in trasferta da ben 7 gare, in cui ha raccolto la bellezza di tredici punti.

NUMERI – Nello stesso periodo del 2016, il Torino raccolse solo 5 punti in trasferta, di cui 4 contro Pescara e Palermo poi retrocesse. Con la vittoria di Genova, invece, Belotti e compagni hanno raccolto 10 punti, lasciando per strada almeno 4 punti tra Udine e Bologna. Il distacco è evidente anche nella media punti che in questo scorcio di stagione è di 1,67, mentre nel 16/17 è di 0,83: esattamente la metà.

Toro, aspetta Zaza e Soriano: saranno decisivi nel momento più opportuno

MOTIVI – A fare impressione, però, non sono solo i numeri ma le prestazioni. Imporre il proprio gioco in casa come in trasferta è segno di personalità e solidità mentale, cosa che il primo Toro di Mihajlovic non aveva. La squadra di Mazzarri dà l’impressione di  voler sempre controllare il match, di essere compatta e quadrata: questa è un’impostazione che viene dalla gestione tecnico-tattica dello staff, oltre che dai giocatori. Un Torino imprevedibile ma instabile e inconsistente, ha lasciato il posto ad una squadra sicura di sé e dei propri mezzi, in grado di imporsi a prescindere dall’avversario o dal campo in cui si gioca: è questa la vera differenza tra il Toro di Mihajlovic e quello di Mazzarri.

25 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13980137 - 2 settimane fa

    bah… 7/11 sono quelli dell anno scorso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Luke90 - 2 settimane fa

    Personalmente fui critico sull’ingaggio di Miha gin dal primo momento, quando buona parte del popolo granata lo celebrava come il salvatore post Ventura. Per me non era, come ql.no ha scritto, il manager giusto per il Torino in quel momento .. e forse non lo sarà mai.. Un Toro in crescita anche se questa crescita era lenta e poco percettibile… Francamente dopo le cifre spese per allestire la squadra per Miha e il relativo insuccesso temevo che Cairo avrebbe ritirato i remi.. ed era questo che rimproveravo alla gestione precedente più del piazzamento.
    Per quanto riguarda i paragoni hanno poco senso perché le squadre sono diverse. Anche lo scorso anno c’era chi diceva chissà cosa avrebbe fatto Ventura con la squadra di Miha… quello che mi sento di dire è che lo scorso anno si è raccolto meno rispetto al potenziale..
    Godiamoci il momento .. il problema è nella testa dei giocatori più che nei piedi e speriamo lo abbiano compreso, allenatore in primis

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Fantomen - 2 settimane fa

    Non nominiamo neanche più quel nome……cerchiamo di dimenticare quell’anno e mezzo il prima possibile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. alexberetta198_309 - 2 settimane fa

    Sì, mi pare ingiusto fare paragoni tra Mazzarri e quello zero assoluto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. ACT1906 - 2 settimane fa

    Esatto esatto condivido, piedi per terra, basta parlare del passato, a meno che non sia del GLORIOSO NOSTRO PASSATO, e parlo dei NOSTRI UNICI VALORI, per rifondare il futuro, il resto sono solo parole, NOI TIFOSI SIAMO IL TORO, NOI SOLO NOI… E se riusciamo a trasformare i mercenari in GUERRIERI allora secondo me….
    Utopia nel calcio moderno… Può darsi, ma magari….
    Dai RAGAZZI testa bassa e CARICARE , fame fame fame famissima di godere come domenica scorsa
    FORZA TORO!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ALESSANDRO 69 - 2 settimane fa

    I confronti di questo tipo non hanno ragion d’essere in quanto la squadra non è proprio la medesima. Non faccio l’avvocato difensore di Mihailovic, sebbene mi sono sempre dissociato da chi lo insultava, ma quando Mazzarri ha preso in mano la squadra a metà campionato non è che abbia fatto tanto meglio del serbo, è lì che il confronto ha un senso. Poi sinceramente trovo stucchevole parlare ancora di Mihailovic. Lui ha fallito,ha pagato e adesso c’è Mazzarri, lasciamolo lavorare in pace e i bilanci si fanno a fine stagione..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 2 settimane fa

      Senza parlare del fatto che una volta perso quell’uomo di merda di Maksimovic, su cui contava moltissimo, ci siamo trovati con Rossettini dietro, Moretti, Molinaro, quello scarpone di Acquah, Obi sempre rotto, quell’ ameba di Valdifiori. Ma di cosa stiamo parlando? Ma che paragoni volete fare? E comunque nella prima parte di quella stagione ci fece godere eccome! Un po’ di obbiettività, ogni tanto, non guasterebbe.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Conta7 - 2 settimane fa

    Il confronto è impietoso perchè, come ha scritto giustamente qualcuno, Mihajlovic non può essere definito allenatore, mentre Mazzarri è un vero “animale da campo”, che fa del lavoro e della meritocrazia il principio base.

    Abbiamo abbandonato instabilità ed inconsistenza per abbracciare solidità ed organizzazione… E questo è tanta roba!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. toroVB - 2 settimane fa

    Forza toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. granatadellabassa - 2 settimane fa

    Nessun dubbio che Mazzarri sia superiore a Mihajlovic ma i conti facciamoli alla fine.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. user-13974210 - 2 settimane fa

    AhahahTorohm è vero!!!! spaco botilia maso tua famillia!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. TOROHM - 2 settimane fa

    Il confronto con miha è improponibile .Mazzarri fa l’allenatore di calcio Mentre il simpaticissimo Miha fa il buttafuori nei locali notturni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Hagakure - 2 settimane fa

    Identificare e qualificare il serbo come allenatore è un’onta e un insulto alla categoria. Grazie a Dio ormai lo hanno “schedato” e messo ai margini (ma sono convinto che, pur di continuare a rubare ingaggi e prendere per il culo giocatori e tifosi, stia cercando in qualche modo dei contatti con la Cina).

    Un vero parassita incapace, attaccato all’ingaggio come molti altri, che faceva fare sempre il lavoro sporco ai suoi “secondi”, salvo poi alzare le mani sui medesimi e scaricare pubblicamente i suoi continui fallimenti sulle spalle altrui, per non parlare del suo rapporto con i Giovani del Vivaio (unica eccezione Edera, ma solo per necessità e quando non sapeva più dove sbattere la testa), sballottati a destra e a mnca per far spazio ai suoi “protetti”.

    Personaggio opportunista e disgustoso (nonchè xenofobo razzista): uno dei peggiori errori commessi dalla gestione bracciamozze & c.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. r.ponzon_639 - 2 settimane fa

      bracciamozze ????????????
      Ma vergonati va !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 2 settimane fa

        Invece ‘erbo come allenatore è un’onta e un insulto alla categoria’ e ‘Un vero parassita incapace’ TI STA’ BENE ?

        Solo perchè non ti piaceva mihaijlovic?????

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. dariog - 2 settimane fa

      ma strano, i serbi così simpatici e positivi… 😀 😀

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. user-13726000 - 2 settimane fa

    Piano con i troppi complimenti,che poi ci facciamo male…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 2 settimane fa

      molto vero, abbiamo fatto una partita fuori casa, giocando bene, contro una buona difesa, piedi a terra

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. user-14010470 - 2 settimane fa

    Tutto bello ma dove sono tutti gli scienziati tifosi del Toro che guardano la partita sulla poltrona di casa che sanno solo criticare Belotti è scarso,Cairo è un pidocchio,Petrachi non capisce niente la squadra è scarsa ecc ecc riempite lo stadio come pubblico ci meritiamo il10/11posto se va bene non riusciamo a riempire uno stadio di 25000 posti.
    Io mi faccio 350 km x vedere la partita è i miei figli sono abbonati in Maratona.
    Adesso tutti dietro al carro….tifosi da bar.
    FORZA TORO.
    ROBY

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 2 settimane fa

      Io sono andato per anni allo stadio e di tifosi non propriamente definibili come scienziati ne ho visti anche li.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. r.ponzon_855 - 2 settimane fa

      Grande Roby !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Granata - 2 settimane fa

    A me , Mihajlovic, come allenatore, non è mai piaciuto. Devo però riconoscere che, come persona, è onesto. Sapendo lui di ignorare completamente sia la tattica che qualsiasi schema difensivo e non, si affidava ad altri. La colpa ,se di colpa si può parlare, va condivisa. Oggi la squadra è cambiata a centrocampo ed anche questo conta. Non avremo mai la controprova di cosa avrebbe potuto fare con questi interpreti. Per fortuna, aggiungo io.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. tafazzi - 2 settimane fa

      Non so se mi faceva più schifo l’uomo o il professionista.
      Sicuramente le rose non sono paragonabili, ma con i soldi di Niang e Adem poteva richiedere Meite, Gigi, Izzo e Aina e avanzano pure soldi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 2 settimane fa

        queuello che fa piu’ schifo sono quelli come te

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. prawn - 2 settimane fa

    Il confronto e’ impietoso perche’ come ho detto molte volte Mihalovic purtroppo non e’ un allenatore (non e’ manco un preparatore atletico) ma era piu’ che altro un manger di altra gente che avrebbe dovuto fare il suo lavoro.
    L’ossessione per il gioco d’attacco, in casa e fuori, a tutti i costi gli sono costati molte sconfitte fuori casa.
    Non parliamo poi della pochezza degli schemi.
    Verra’ spero il giorno dove ci dimenticheremo del tutto del periodo miha (dobbiamo prima di tutto liberarci anche del fardello Niang, che ideona farlo comprare a cairo!), la speranza e’ che Mazzarri apra un ciclo e le belle notizie arrivino ogni domenica (o sabato prossimo!), cosi’ non abbiamo da rimunginare il passato

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy