Torino: i motivi per ritenere la sosta un toccasana

Torino: i motivi per ritenere la sosta un toccasana

Approfondimento / La sosta per le Nazionali è un momento importante, che arriva al momento giusto per alcune ragioni

Il Torino, dopo aver sconfitto il Cagliari per 5-1, si sta godendo il riposo dovuto alla pausa per le Nazionali, che ha portato via ai granata ben otto giocatori: questo stop obbligato fornisce al Toro delle grandi opportunità, e per questo la sosta è arrivata al momento giusto. Ma andiamo ad analizzare i punti fondamentali secondo i quali questa pausa potrebbe giovare alla squadra di Sinisa Mihajlovic.

RIFIATARE – Con questa sosta è arrivata l’opportunità per il Torino di tirare il fiato e riposarsi un po’, sopratutto dopo il “Tour de Force” effettuato nelle ultime settimane: infatti la squadra granata ha disputato, nelle ultime due settimane, ben quattro match, che hanno portato alla classifica granata cinque punti ed hanno tolto -soprattutto – molte energie alla truppa di Mihajlovic, che non è abituata ad affrontare dei ritmi come quelli appena conclusi. Perciò questa pausa arriva al momento giusto, con i calciatori più in difficoltà, come Iago Falque o Ljajic, che possono prendersi qualche giorno per riposare e tornare più letali di prima sui campi della Serie A.

TURIN, ITALY - NOVEMBER 06: Mauricio Isla of Cagliari Calcio competes for the ball with Leandro Castani of FC Torino during the Serie A match between FC Torino and Cagliari Calcio at Stadio Olimpico di Torino on November 5, 2016 in Turin, Italy. (Photo by Pier Marco Tacca/Getty Images)

RIFLETTERE E… MIGLIORARE – Questa sosta non serve solo per rifiatare, ma può essere importante per la formazione di Mihajlovic anche per il fatto che ora si possono guardare con attenzione gli errori commessi nelle ultime partite – su tutti quelli arrivati da palle alte – e riflettere su come arginare alcuni problemi che hanno rischiato di compromettere diverse gare del Toro. Perciò, questa pausa potrebbe essere fondamentale per il Torino, perché la difesa granata ha la possibilità di migliorare nei punti in cui è stata carente: il reparto che ha bisogno di crescere maggiormente sarà quasi del tutto a disposizione del tecnico serbo, che ora può rimediare a qualche lacuna per puntare ai propri obiettivi.

Ad ottobre, in occasione della scorsa pausa per le Nazionali, la sosta aveva fatto bene al Torino, che arrivava da due vittorie importanti contro Roma e Fiorentina: dopo le due settimane, i granata tornarono in campo più forti di prima e espugnarono il Barbera ottenendo la prima (ed unica, al momento) vittoria fuori casa contro il Palermo, con il punteggio di 1-4.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy