Torino, occhio al Crotone: Zenga si gioca punti fondamentali

Torino, occhio al Crotone: Zenga si gioca punti fondamentali

L’avversario / Incontro dai due volti, banco di prova importante a livello mentale per i granata: la squadra di sToro qZenga è chiamata ad un segnale forte, e il calendario…

di Federico Bosio, @fedebosio19

Ha passato la miglior Pasqua possibile il Torino, reduce da una vittoria finalmente netta e convincente ma già proiettato sul prossimo incontro: il successo esterno per 4-0 sul campo del Cagliari, maturato sabato pomeriggio, deve infatti essere già archiviato per concentrarsi sulla successiva, imminente tappa. Nelle giornate di martedì e mercoledì verranno infatti recuperate le sfide valide per il 27° turno di Serie A, ed i granata fronteggeranno tra le mura amiche il Crotone di Walter Zenga. Un match che vede i padroni di casa partire come favoriti sulla carta ma che in realtà nasconde ben più di un’insidia e che può capitare esattamente al momento giusto, rivelandosi un banco di prova determinante per i ragazzi di Mazzarri in particolar modo sotto l’aspetto della mentalità. Ecco perchè.

La compagine calabrese arriva al Grande Torino quasi chiamata al miracolo, per via delle condizioni di classifica precarie e della scia negativa collezionata recentemente: dopo alcuni risultati convincenti contro squadre di livello, il Crotone sembra essere crollato nelle ultime settimane andando a collezionare quattro sconfitte su cinque partite giocate (l’eccezione, lo straordinario successo per 4-1 contro la Sampdoria) tra le quali quelle negli scontri diretti con Benevento e Spal. Sabato pomeriggio, gli squali hanno raccolto dunque un’altra delusione al Franchi, cedendo per 2-0 alla Fiorentina che è passata oltretutto immediatamente in vantaggio, dopo soli tre minuti. Una striscia di risultati negativi che ha portato i crotonesi ad occupare in questo momento la 18° e terzultima piazza, a quota 24 punti. Contro il Torino è dunque chiaro che gli ospiti siano chiamati a fornire un segnale importante se non a livello di prestazione, per lo meno per smuovere la propria classifica.

Proprio il calendario contribuirà inoltre a raddoppiare le motivazioni di Zenga e dei suoi ragazzi, poichè alle 17 avrà luogo lo scontro diretto tra le ultime due in classifica, Benevento e Verona, con l’attenzione calabrese concentrata in particolare sugli scaligeri (attualmente a -2 dal Crotone) ed in contemporanea alla sfida del Grande Torino si giocherà inoltre il tête-à-tête tra Chievo e Sassuolo, entrambe a quota 28 ed inglobate nella lotta salvezza. La classifica vede attualmente occupata la 17° piazza dalla Spal, con 2 punti in più dei calabresi, ma che aveva già giocato questa giornata scendendo in campo in uno degli anticipi del sabato, quindi facendo punti a Torino il Crotone potrebbe ridurre la distanza dai ferraresi o – con un punteggio pieno – addirittura superarli. Al netto di questo determinante insieme di elementi, chiaro è che per parte granata l’obiettivo è uno ed uno soltanto: vincere la seconda partita consecutiva nell’arco di pochi giorni, di modo da ritrovare ulteriore serenità e fiducia e dare continuità al bel risultato di Cagliari. E muovere ancora una volta la classifica, in attesa del match di sabato prossimo con l’Inter…

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. drino-san - 6 mesi fa

    Zenga più invecchia più somiglia a bud spencer

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. prawn - 6 mesi fa

    okkio anche a niang, ci saranno delle decisoni importanti da fare …

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy