Torino-Inter, sfida anche sul mercato: da Recoba all’affare Benassi-D’Ambrosio

Torino-Inter, sfida anche sul mercato: da Recoba all’affare Benassi-D’Ambrosio

Verso Torino-Inter / Da Ferrante e Galante, fino a Joel Obi: gli affari di mercato tra nerazzurri e granata che hanno segnato gli ultimi anni

2 commenti
benassi

Torino ed Inter incroceranno nuovamente le rispettive strade domenica alle 12.30, all’Olimpico, in una sfida che si prospetta senza esclusioni di colpi, tra due squadre reduci da momenti diversi, ma entrambe accomunate dalla fame di punti. Torino-Inter, però, non è solo una sfida “di campo”, ma anche in sede di mercato non è mai mancato il confronto/scontro tra le due società, pure in questi ultimi anni.

DA FERRANTE A RECOBA – Nel 1996 il promettente difensore centrale Fabio Galante si trasferisce all’Inter dal Genoa per la cifra di 4 miliardi di lire. Dopo tre stagioni fortunate in nerazzurro, il possente giocatore passa al Torino, nel 1999, dove rimarrà fino al 2004 a guidare la retroguardia granata. In quegli anni, però, Galante non è l’unico a stabilire un trait d’union tra le due società: nel 2001, infatti, dopo una stagione da 18 gol nel Torino – non sufficienti comunque per evitare la retrocessione dei granata – Marco Ferrante, bandiera di quel Toro, passa in prestito all’Inter, dove riesce a collezionare solamente 11 presenze, con un gol all’Udinese. L’anno dopo l’attaccante tornerà al Torino, continuando a segnare ed entrando sempre di più nel cuore dei tifosi granata. Altro attaccante comune alle due società, che però ha fatto il percorso inverso rispetto a Ferrante, è Alvaro Recoba: salutato come il colpo dell’anno, arrivato proprio all’ultimo giorno di mercato estivo 2007, El Chino fatica ad integrarsi e a fine anno il Toro rifiuta il riscatto a parametro zero, chiudendo l’avventura di Recoba in granata con uno score di 22 presenze e un solo gol in massima serie.

d'ambrosio benassi
D’Ambrosio passa all’Inter a gennaio 2014: al Toro, oltre i soldi, va anche la comproprietà di Benassi

D’AMBROSIO, BENASSI E OBI- Due giocatori che non si sono mai incrociati da compagni, ma che di fatto fanno parte della stessa storia. Una storia che inizia il 30 gennaio 2014: Danilo D’Ambrosio, dopo un lungo tira-molla con la società granata, si rifiuta di firmare il prolungamento di contratto e approda all’Inter, per circa 1.700.000 euro. Nell’affare con i nerazzurri, però, Petrachi fa inserire due contropartite tecniche a favore dei granata, che si aggiudicano così metà del cartellino di Colombi e soprattuto di Marco Benassi, che resta fino a fine stagione a Livorno. Il 25 giugno 2015, poi, il colpaccio: il classe ’94 approda in toto ai granata, grazie ad un riscatto alle buste record di circa 3.5 milioni, contro i 2.9 nerazzurri. A luglio, poi, le due società si rendono protagoniste di un altra trattativa, e questa volta non è ancora chiaro chi abbia fatto l’affare tra Inter e Torino: Joel Obi passa al Torino per poco più di 2 milioni di euro, firmando un contratto quadriennale. Un colpo che fino a qui ha deluso le attese, ma che è ancora un po’ presto pre definire totalmente flop, anche se l’inizio non è sicuramente stato dei più incoraggianti.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. peter1 - 1 anno fa

    Obi sembra seguire il destino di Recoba, ma siamo ancora all’inizio della stagione. D’Ambrosio nell’Inter ha reso di più di Ogbonna alla juve, ma sempre al di sotto degli standard granata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Granata_91 - 1 anno fa

    Obi lo potevamo lasciare anche nell’infermeria dell’Inter..

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy