Torino-Juventus, il cerchio si chiude: tutti i derby sono granata

Torino-Juventus, il cerchio si chiude: tutti i derby sono granata

Approfondimento / Dai Giovanissimi alla Prima squadra, passando per Primavera e Allievi

Giovanissimi, Allievi, Primavera e finalmente anche la Prima squadra. Il Torino di Ventura si accoda ai successi delle categorie giovanili e chiude un cerchio perfetto, che nemmeno il celebre Giotto sarebbe riuscito a disegnare e scolpire nel tempo. Demolita la Juventus sotto ogni profilo, da quello tattico a quello mentale. Per un’apoteosi granata celebrata da tutti i tifosi.

Nel calcio i risultati contano e le vittorie uniscono, compattano l’ambiente. Ma quando è il Toro a completare certe imprese, l’aria che si respira è diversa, è unica.

La Juventus torna a casa con due gol sul groppone: boccone amaro da digerire per chi solitamente, in un modo i nell’altro (in particolare nell’altro..) alla fine l’aveva sempre portata a casa. L’undici di Ventura chiude così un filotto di derby vinti, in questa parte alta del 2015. Tutto cominciò con i Giovanissimi che si sbarazzarono ”facilmente” dei rivali-cugini con un poker d’autore, nella stessa settimana in cui i ‘grandi’ si preparavano all’impresa del San Mamés. 

Quindi fu il turno degli Allievi che si imposero per 2-1, poi venne il turno della Primavera di Moreno Longo. I granata all’andata erano stati sconfitti sia in campionato, sia in coppa. Ma nell’ultimo confronto, ecco che la baby-stracittadina torna a tingersi del colore della passione. Longo e i suoi hanno fatto da antipasto a quella che per tutti era portata principale. Il dolce – se siete i golosi -, la torna preparata a mano, con la giusta calma e il giusto tempo. 

Una costruzione da matrimonio cui mancava soltanto la ciliegina: puntualmente arrivata con le reti di Darmian e Quagliarella. Quindi servita fredda, come vuole la tradizione. Gustata con calma, come la miglior vendetta…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy