Torino, la classifica ricorda tristemente il primo anno di Serie A con Ventura

Torino, la classifica ricorda tristemente il primo anno di Serie A con Ventura

Confronto / 28 punti conquistati e dodicesima piazza: nelle due precedenti stagioni in questo periodo era invece arrivato il cambio di passo

3 commenti

Il momento di flessione del Torino di Ventura si sta rivelando più duraturo e preoccupante del previsto: dopo un avvio di stagione da grandi protagonisti caratterizzato da risultati oltre le aspettative, i granata hanno subito una notevole involuzione tattica ed anche pericolosamente per quanto riguarda i punti conquistati. Il ko casalingo patito contro il Chievo è l’ultimo esempio di una lista fin troppo lunga di occasioni amaramente sprecate, partite di fatto regalate agli avversari nonostante l’impressione di poter ottenere una vittoria anche in maniera piuttosto semplice. Figlio di questa involuzione è anche il triste confronto con le posizioni occupate in classifica dal Torino nelle stagioni precedenti, a questo punti del campionato.

Torino FC v AC Chievo Verona - Serie A
Periodo di flessione negativa troppo duraturo per il Torino di Ventura

2014-2015 – Il periodo negativo nei mesi invernali è sempre stato un evento “abituale” delle squadre di Ventura, che però a partire da gennaio hanno solitamente dato uno scossone ad ambiente e classifica ed hanno iniziato a collezionare punti pesanti offrendo buonissime prestazioni: è questo ciò che è accaduto anche nella passata stagione ed in quella precedente, e che ha permesso di rimediare a gironi d’andata non particolarmente esaltanti. L’anno scorso a questo punto il Torino occupava l’undicesima piazza, solamente una in più rispetto all’attuale posizione, ma i punti collezionati erano ben 33 (in virtù di otto vittorie, nove pareggi e sette sconfitte) contro i 28 ottenuti finora: i granata erano nel pieno del migliore periodo stagionale e mostravano un grandissimo stato di forma fisica e mentale.

FC Internazionale Milano v Torino FC - Serie A
L’anno scorso la riscossa era arrivata dopo la pausa invernale

2013-2014 – Nella stagione 2013-2014, Glik e compagni dopo la 24° giornata occupavano addirittura la settima piazza, alla pari con il Parma sesto in classifica, a quota 36 punti: record del Torino di Ventura da quando il tecnico ligure ha riportato la squadra in Serie A, frutto di ben nove vittorie e nove pareggi a fronte delle sei sconfitte subite. Al termine di quella stagione i granata avrebbero ottenuto l’accesso all’Europa League dopo essersi qualificati proprio al settimo posto grazie ad un girone di ritorno a dir poco esaltante: anche in questo caso il cambio di passo era arrivato in seguito alla pausa natalizia.

Torino FC v Genoa CFC - Serie A
Girone di ritorno esaltante anche nel 2013-2014

2012-2013 – I numeri di questa stagione ricordano invece tristemente quelli del primo anno di Serie A con Ventura sulla panchina granata: i punti conquistati erano esattamente 28 (in realtà quelli ottenuti sul campo erano 29, ma pesava il punto di penalità ricevuto in estate per via del caso Pellicori) e la posizione occupata era la dodicesima. Sei vittorie, undici pareggi e sette sconfitte il parziale fino a quel momento, ma la rosa allora a disposizione del tecnico era senza dubbio imparagonabile con quella attuale sotto il profilo qualitativo. A fine anno il Torino raggiunse una tranquilla salvezza, obiettivo iniziale di quel campionato ma “purtroppo” non di questo. Quest’anno il cambio di marcia ed il relativo scossone non è ancora arrivato: bisogna ritrovare certezze e serenità per evitare di ripetere fino all’ultimo l’annata 2012-2013, di certo non la più esaltante da quando Ventura siede sulla panchina granata.

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. FVCG sempre - 1 anno fa

    La cosa che mi infastidisce è che a parte la coppa Italia coi gobbi, non c’è stata una partita in cui abbiamo subito e basta. Anzi, anche col Chievo se nel primo tempo eravamo sopra di due gol non c’era nulla di male. La sensazione è che ci facciamo del male da soli mangiandoci due-tre gol clamorosi a partita, mentre agli altri basta mezzo tiro in porta per fare due gol. Se iniziamo poi anche a farceli da soli… E’ solo una questione di mentalità e speriamo che il mister trovi subito la quadra. FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. RDS- toromaremmano - 1 anno fa

    Addirittura il peggior risultato di Ventura nelle prime 24 partite, ma quel preoccupa di più che come dice l’articolo gli altri anni ci svegliavano a Gennaio, invece quest’anno siamo ancora in pieno letargo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Pazko - 1 anno fa

    Allora bisogna salvarsi! Non c’è paragone. Comunque le annate non sono tutte uguali, i presupposti creano aspettative, che a volte sono disattese, in quanto si erano sbagliate le valutazioni . Forse e quanto successo quest’anno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy