Torino, l’Atalanta fatica a rimontare in trasferta

Torino, l’Atalanta fatica a rimontare in trasferta

Differenze / Se i granata hanno totalizzato 6 punti tra le mura amiche in situazioni di svantaggio, i bergamaschi non ne hanno recuperato neanche uno fuori casa

Ci sono delle statistiche che possono essere di grande aiuto per il Toro in vista della prossima partita contro l’Atalanta: una tra le tante è la fatica della Dea a recuperare una partita dopo essere passati in svantaggio in trasferta. I numeri infatti dicono che la squadra di Reja, su otto match in queste condizioni, non ha recuperato nemmeno un punto, mentre la squadra di Torino ne ha totalizzati 6 da una situazione di svantaggio in casa. Ventura deve quindi cogliere al volo questa occasione, affinché i granata ritrovino il giusto equilibrio e la giusta continuità.

PRIMO GOL – Segnare la prima rete del match deve essere l’obiettivo principale degli uomini del Torino, poiché, se ciò avviene, difficilmente i bergamaschi potranno riuscire a riprendere in mano la partita. I numeri però a volte si intrecciano tra di loro, infatti la squadra di Ventura è una di quelle che passa spesso in svantaggio per prima, anche se poi è anche il club che ha recuperato più punti in quest’ultime condizioni: sono 17 quelli conquistati dopo esser andati sotto di una rete o più sia in casa che fuori. Però per assicurarsi la vittoria occorre invertire questo trend e provare a tutti i costi a mettere il punto definitivo nei primi minuti di gioco, anche se la Dea, nei primi 30 minuti di gara, ha subito soltanto il 25% delle sue reti, ovvero 9.

Maxi Lopez, attaccante ritrovato, ma che vuole lasciare il segno con i suoi gol
Maxi Lopez, attaccante ritrovato, ma che vuole lasciare il segno con i suoi gol

TIRI IN PORTA – Sarà dunque molto difficile espugnare la solida difesa nerazzurra, ma con un attacco come quello granata non è impossibile. Nel 2016 infatti soltanto il Napoli ha tirato di più nello specchio avversario da dentro l’area di rigore con 62 tiri, mentre il Torino si classifica subito secondo con ben 55 colpi alla porta avversaria. Questo dimostra che i granata hanno tutte le armi a disposizione per abbattere il muro della Dea e conquistare di conseguenza la vittoria.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy