Torino-Lazio 0-2: Felipe Anderson abbatte il Torino

Torino-Lazio 0-2: Felipe Anderson abbatte il Torino

Finale all’Olimpico / Finisce 0-2 per gli ospiti, il Toro regge per quasi un’ora, poi è costretto a cedere al maggiore talento dei laziali

Commenta per primo!

Nella fitta pioggia che si abbatte sull’Olimpico Ventura affronta la lanciatissima Lazio di Stefano Pioli decidendo di adottare un massiccio turnover in vista della partita di giovedì sera che opporrà i granata allo Zenit San Pietroburgo. Purtroppo la scelta del mister non paga in termini di risultato; nonostante la bella notizia del ritorno da titolare di Basha dopo quasi un anno, con l’albanese autore di un’ottima partita, i granata affondano sotto i colpi di uno spettacolare Felipe Anderson che risolve il match nel secondo tempo.

La Lazio inizia meglio, pressando forte i granata  e costringendoli a impostare le azioni con fatica. Il Torino però con il passare dei minuti sembra riuscire ad organizzarsi e si sistema con agio nella propria metà campo, cercando di limitare gli attacchi biancocelesti e di difendere lo 0-0, tentando poi qualche ripartenza. I granata sono, via via che scorre la partita, più attenti ed ordinati: nonostante i molti volti nuovi tra i titolari la squadra si mostra compatta e anche le ‘seconde linee’ (come le ha chiamate Amauri all’intervallo) mostrano di aver appreso al meglio i dettami tattici del maestro Ventura.

Lo stesso copione si vede ad inizio ripresa: Toro attento dietro e pronto a ripartire. Al 16′ entrano due dei principali uomini lasciati a riposo dal mister granata: Maxi Lopez e Darmian. Dopo pochissimo dal loro ingresso in campo però la Lazio si fa realmente pericolosa, sfiorando il gol con una splendida giocata di Keita che mette a sedere Maksimovic con abilità ma poi controlla male a causa del campo bagnato e vede il suo tiro deviato sul fondo da Padelli. Purtroppo è il preludio al gol degli ospiti: splendida azione personale di Felipe Anderson che si beve Maksimovic, Jansson e Bovo e trafigge Padelli con uno splendido rasoterra. Uno slalom degno di Tomba che non ha lasciato speranza ai granata.  A questo punto saltano gli schemi delle due squadre, e questa per il Torino è una pessima notizia. Dopo pochi minuti è Darmian con un gran tiro destinato all’angolino ad impegnare severamente Marchetti. I granata però si sbilanciano troppo: prima Keita per poco non li punisce in contropiede, poi Klose gestisce al meglio un’altra ripartenza ed è di nuovo Anderson a zittire l’Olimpico, firmando il 2-0 che chiude la contesa.

Per i granata è il secondo stop di fila in campionato, e adesso le speranze di qualificazione in Europa League si riducono sensibilmente. La squadra per buona parte del match si è mostrata in grado di competere con la formazione di Pioli, ma alla fine la maggiore qualità di alcuni uomini biancocelesti, Anderson, Keita e Klose su tutti hanno fatto la differenza.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy