Torino, Obi in ascesa: da seconda linea a valore aggiunto

Torino, Obi in ascesa: da seconda linea a valore aggiunto

Focus on / L’arrivo di Mihajlovic ha rinvigorito il nigeriano, che nel centrocampo granata si sta dimostrando sinora uno dei più positivi

2 commenti

Joel Obi non è mai entrato del tutto “nel cuore” (quello del campo, sia chiaro) del Toro. Almeno fino a ieri. La scorsa stagione, infatti, ha visto il possente centrocampista quasi sempre infortunato, e anche quando schierato nel 3-5-2 di Giampiero Ventura, le sue prestazioni sono risultate quasi sempre al di sotto della sufficienza, tanto da far presagire un suo possibile addio già a fine stagione.

L’arrivo di Mihajlovic sotto la Mole, però, ha in qualche modo rivalutato il mediano nigeriano, e già dal ritiro di Bormio il tecnico serbo ha riservato particolare attenzione ad Obi, inserendolo nelle rotazioni in maniera più continua, e non da semplice “comprimario”, ruolo che invece gli era stato ritagliato – vuoi per condizione fisica, vuoi per scelte tecniche – da Ventura. In lui, Mihajlovic ha fin da subito visto quel centrocampista forte e muscolare che in una squadra a spiccata trazione offensiva (e il tecnico granata vuole un Toro così) non può davvero mai mancare, e al pari di Acquah, contro il Milan alla prima giornata Obi è stato schierato dal 1′, facendo scaldare la panchina almeno inizialmente ai presunti “titolari” Benassi e Baselli.

Contro l’Empoli, poi, Obi non solo ha fatto stare fuori i due giovani italiani, ma non li ha nemmeno fatti rimpiangere troppo: diversamente rispetto alla sfida contro l’Atalanta, dove il trittico “leggero” di centrocampo aveva sofferto, nella gara di domenica la fisicità di Obi ha contribuito a dare respiro alla manovra, e i suoi inserimenti sono stati quasi sempre eseguiti con tempismo e ritmo. I piedi, ovviamente, non sono fatati, ma la qualità è spesso compensata dalla “carogna”, e da quello spirito aggressivo tanto caro a Miha. Baselli è avvertito: con un Obi in questa forma, dovrà lavorare settimana dopo settimana per guadagnarsi il posto.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Gianni - 3 mesi fa

    non sposta di una virgola la qualità del centrocampo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Simone - 3 mesi fa

    A me pare che nn abbia proprio i piedi per giocare a centrocampo

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy