Torino, occhi aperti contro il Cagliari

Torino, occhi aperti contro il Cagliari

Verso Torino-Cagliari/ In attesa dell’Europa c’è da centrare la quinta vittoria di fila

Commenta per primo!

Domenica pomeriggio il Torino andrà alla caccia del decimo risultato utile consecutivo e della quinta vittoria di fila, ma tra il dire e il fare ci sarà di mezzo un Cagliari bisognoso di punti salvezza.

TESTA AL CAMPIONATO – Passo dopo passo questo Toro sta riscrivendo i suoi record: visto che domenica sarà il giorno dopo San Valentino il più bel regalo che i ragazzi di Ventura possono fare ai tifosi che amano questa maglia, e a loro stessi, è centrare il quinto successo consecutivo, risultato storico ma ampiamente alla portata visto le difficoltà di classifica del Cagliari. Il problema principale del prossimo turno di campionato riguarda l’aspetto mentale: la sfida europea contro l’Athletic Bilbao ha un richiamo fortissimo per tutto l’ambiente e il rischio è che l’impegno casalingo contro una formazione in lotta per non retrocedere venga preso sottogamba. Pensare che il gruppo non sia minimamente condizionato dalla sfida del 19 è impossibile, Ventura dovrà però essere bravo a tenere sulla corda i suoi per non inciampare inaspettatamente e rallentare un ritmo che sta portando i granata a risalire velocemente la classifica. Nelle sei partite di campionato che hanno preceduto le uscite europee il Torino ha conquistato una sola vittoria, con tre pareggi e due sconfitte: per ambire a tornare in Europa anche il prossimo anno questo trend deve cambiare già contro il Cagliari.

VENTURA COL TURN OVER? – Proprio l’impegno europeo potrebbe far propendere l’allenatore per un po’ di turnover nella formazione titolare. Maksimovic potrebbe tornare in difesa al posto di Bovo e Gazzi riprendere il suo posto a centrocampo; potrebbe esserci più spazio (anche se difficilmente dall’inizio) per il ‘Tata’ Gonzalez vista la sua esclusione dalla lista Uefa, così come certa dovrebbe essere la presenza di Bruno Peres, anche lui non utilizzabile in coppa.

CERCASI PUNTI DISPERATAMENTE – Di fronte al Toro si presenterà un Cagliari bisognoso di punti e molto motivato, ma obiettivamente dal tasso tecnico nettamente inferiore a quello dei granata. L’avvento di Zola in panchina ha migliorato il rendimento della squadra, che nelle sei partite sotto la guida del tecnico di Oliena ha conquistato sette punti; tanti problemi però sono ancora lì sul tavolo irrisolti: i sardi subiscono quasi sempre gol (con la nuova gestione ancora nessuna partita terminata con la porta inviolata) e dopo aver ottenuto 7 punti nelle prime 5 trasferte (con Zeman) ne hanno conquistati solo 3 nelle ultime 6. In più non riescono a trovare un bomber che riesca a portarsi la squadra sulle spalle e che faciliti la risalita. In Sardegna insomma si naviga a vista, sebbene gli acquisti invernali di Cop e M’poku in attacco e Brkic in portano vadano nella direzione giusta e abbiano indubbiamente rafforzato la squadra: la speranza di Zola è che questo possa bastare per strappare la salvezza in quello che sembra delinearsi come un testa a testa con il Chievo Verona.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy