Torino, ora la concentrazione deve andare al Palermo

Torino, ora la concentrazione deve andare al Palermo

Verso Palermo-Torino / I granata dovranno preparare al meglio la sfida del Barbera

Spostare in fretta l’oggetto del pensiero, perché ritornare sui propri errori per capirli va bene ed è da fare, ma crogiolarsi eccessivamente nel proprio male, questo no, non è salutare. Nè per una persona, nè per un “organismo” di persone, come è una squadra.

Ecco perché la prossima partita contro il Palermo al Barbera dovrà essere giocata, possibilmente vinta, ma sopratutto preparata in maniera accurata in settimana, che è il periodo dove solitamente si vince la sfida, ancora prima di giocarla. Ventura, dunque, dovrà essere bravo a tenere fuori dalla Sisport malumori e mugugni, per riportare giocatori alla realtà del campo, e al fatto che ancora qualcosa di positivo si può fare eccome in queste ultime quattordici partite. Cominciando, appunto, proprio dalla Sicilia, da quel Barbera teatro – lo scorso anno – della beffa arbitrale che segò le gambe ai granata, e che ora ospiterà lo scontro tra due squadre dalla forma e dal morale completamente diverso, ma che scenderanno in campo per un solo obbiettivo: la vittoria, e i conseguenti 3 punti, mai così utili ad entrambe le compagini.

Lavorare duro in settimana, dunque, su gambe ma prima di tutto sulla testa. Il Palermo si può battere, ma per farlo è opportuno lasciare fuori dall’ambiente granata le critiche e i malumori, per lavorare con la testa libera e centrare così un risultato a questo punto fondamentale.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy