Torino, ora la Roma è più vulnerabile in difesa

Torino, ora la Roma è più vulnerabile in difesa

Verso il match / Con Spalletti la squadra ha sempre preso gol e contro l’Atalanta ci sono stati vistosi errori da parte del reparto arretrato giallorosso. Rudiger rinato, Zukanovic la novità rispetto all’andata

1 Commento
Olimpico

Archiviata la vittoria contro il Bologna, per il Toro, inizia la settimana che porterà alla sfida contro la Roma di Spalletti. Avversario agguerrito e, sicuramente, molto ostico proveniente da un pareggio contro l’Atalanta per 3-3. Il reparto, della squadra capitolina, che più è stato messo sotto accusa è proprio la difesa: infatti i tre gol subiti dalla squadra giallorossa sono frutto di errori gravissimi nel reparto arretrato.

La Roma è la peggior difesa delle prime sei squadre classificate nel nostro campionato, conta trentasei gol subiti, di cui 14 dall’arrivo di Spalletti. In pratica, uno a partita. Per trovare una squadra che ha un passivo peggiore bisogna scendere al settimo posto: Sassuolo (38). Con il Torino, che ha subito quarantaquattro reti, ci sono otto gol di differenza. Molte le critiche poste a Spalletti per il fatto che faccia giocare i terzini troppo alti. Con questo modo di giocare, in fase offensiva il rendimento è assicurato ma è allo stesso tempo rischioso in quanto la difesa resta troppo scoperta ed i rischi diventano elevati.

Dopo le cessioni di Marquinhos e Benatia che negli anni hanno indebolito notevolmente la difesa della Roma, quest’anno Sabatini non è riuscito a tappare i buchi. Dopo un girone d’andata disastroso, si pensava che fosse indispensabile un acquisto importante in difesa: è arrivato Zukanovic dalla Sampdoria che però non ha saputo fornire le prestazioni che ci si augurava ed infatti ha disputato appena quattro presenze da gennaio, deludendo parecchio l’ambiente giallorosso. La punta di diamante nel reparto arretrato, per la squadra capitolina, è Antonio Rudiger: difensore tedesco in prestito alla Roma dallo Stoccarda e che – sebbene nella gara d’andata sembrava il peggiore del pacchetto arretrato giallorosso – proprio con l’arrivo di Spalletti ha poi sorpreso tutti in positivo, tanto che si vocifera che Conte lo voglia nel Chelsea per la prossima stagione.

La difesa della Roma non è proprio irresistibile, anzi, rappresenta proprio il punto debole della squadra di Spalletti. L’arrivo del tecnico toscano ha migliorato un po’ le cose ma i problemi restano e quindi i granata potranno osare qualcosa in attacco stando attenti però in difesa in quanto il reparto offensivo giallorosso può essere micidiale.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Cecio - 1 anno fa

    Eh sì a Trigoria si stanno già cacando addosso pensando a Martinez…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy