Torino, parla Cairo: ”Cerci? Un ritorno che non scalda. Ventura resta”

Torino, parla Cairo: ”Cerci? Un ritorno che non scalda. Ventura resta”

Calciomercato / Il presidente a Superga: ”Alessio dovrebbe mostrare le giuste motivazioni. Resta un discorso complesso”

 Il presidente Urbano Cairo, dopo essere salito al colle di Superga per salutare le giovanili, ha parlato del futuro di Ventura e del possibili piani di mercato del Torino. Dopo la lettura dei nomi degli Invincibili da parte di Graziano e dopo il saluto di Don Aldo, il patron granata ha dichiarato: ”Ventura è e resterà il nostro allenatore. Con lui non ci sono problemi di sorta, anzi. L’idea di andare avanti assieme c’è e con calma valuteremo anche un possibile rinnovo. Lui ha un contratto sino al 2016 e potremmo tranquillamente rinnovarlo durante la prossima stagione”. 

Ovviamente gli ultimi rumors spingono nella direzione di un eventuale ritorno di Alessio Cerci: ”Per Alessio la situazione non è delle più semplici, anzi è abbastanza intricata. Il suo contratto è dell’Atletico Madrid, mentre ora è in prestito per 18 mesi al Milan. Senza contare che lui è voluto andare via per inseguire i suoi sogno e non ho idea con quali motivazioni potrebbe tornare a vestire la maglia del Toro. I cavalli di ritorno non sono mai semplici e spesso si traducono in un grande flop. Non sono affatto convinto di poter portare avanti un discorso simile, sebbene stimiamo la persona”. 

Si chiude con la questione legata a Glik: ”Come ho già detto il nostro mercato in uscita chiuderà il 30 giugno e non oltre. Quindi ascolteremo offerte serie fino a quel momento e poi stop. Glik ha un contratto che scadrà nel 2017, è il nostro capitano e lo cederemo soltanto per offerte irrinunciabili per noi e per lui”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy