Torino, punto fermo Rincon: intorno a lui Mazzarri ricostruisce la mediana

Torino, punto fermo Rincon: intorno a lui Mazzarri ricostruisce la mediana

Il punto / Lukic è guarito ma non ancora al meglio, Baselli ancora in dubbio per domenica: la candidatura di Ansaldi rimane in auge

di Redazione Toro News

Piano piano, Walter Mazzarri sta cercando di ricostruire i pezzi della sua mediana, colpita da infortuni e squalifiche in serie tanto che il Torino si è presentato a Roma con Ansaldi e Parigini interni di centrocampo, con Rincon unico punto fermo. Proprio il venezuelano anche all’Olimpico si è confermato ancora una volta leader di questo Torino. L’andamento in crescendo della sua prestazione è stato evidente. Nel primo tempo Mazzarri lo ha schierato a uomo su Zaniolo e il giovane romanista lo ha totalmente colto di sorpresa, mettendolo ripetutamente in difficoltà. Ma Rincon ha saputo stare lì con cuore e testa e nella ripresa ha trovato il modo di limitare i danni. Non solo: con un bel destro dal limite (un po’ a smentire coloro che gli imputano poca sensibilità tecnica) ha riaperto la partita, segnando il suo secondo gol in questo campionato. Verso l’Inter, Rincon sarà certamente ancora il perno della mediana di Mazzarri. Intorno a lui chi giocherà? I prossimi giorni schiariranno le idee.

ANCORA ANSALDI? – Partendo dal presupposto che Soualiho Meité salterà anche l’Inter per squalifica, va detto infatti che Daniele Baselli – nonostante giorni di terapie al Filadelfia – si è allenato ancora a parte nella seduta del martedì. Si farà di tutto per recuperarlo per domenica (non è escluso che ce la si possa fare), ma senza forzare troppo i tempi. Sasa Lukic era tornato in gruppo già nella rifinitura pre-Roma, ma Mazzarri non lo ha schierato anche per evitare il rischio di sprecare un cambio a partita in corso. Se si allenerà regolarmente tutta la settimana, a questo punto – se Mazzarri confermerà il 3-5-2 con cui ha sempre affrontato le “grandi” quest’anno – può puntare alla prima volta da titolare. Sullo sfondo (ma nemmeno tanto) la candidatura di Ansaldi, che con una bella partita all’Olimpico di Roma, con tanto di gol, ha dimostrato di poter giocare interno. La sua candidatura resta forte, anche per l’Inter.

9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. marcohelg_385 - 3 mesi fa

    con quello che passa il convento..ansaldi tutta la vita ma ormai mi è passata pure la voglia di star li a disquisire meglio quello o quell’altro tanto finche c’è testa di ghisa in panca non si va da nessuna parte..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Granatissimo1973 - 3 mesi fa

    E aggiungo che se pigliamo goal da polli come con fiorentina e roma idem come sotto, metti in panchina chi vuoi ma perdi lo stesso.

    Per i bischeri non c’è paradiso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. daunavitagranata51 - 3 mesi fa

    mah!!!!!!!!!!!!!!!!1

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Granatissimo1973 - 3 mesi fa

    Se si sbagliano goal come a Roma potete mettere anche il mago Zurlì in panchina, non cambia nulla

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. renato - 3 mesi fa

      Completamente d’accordo. Cerchiamo di far gol con la legna che abbiamo, che forse al momento è un po’ umida e non si accende bene…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. RobyMorgan - 3 mesi fa

    Piacerebbe anche a me un allenatore come Lui , ma se sta fallendo con il Chelsea e nel Napoli pur dimostrando la grande crescita della squadra , non ha perso tempo a scegliere una destinazione più interessante economicamente in barba ad un contratto che lo vincolava.
    È proprio il caso di interessarsi a Sarri?
    Vedrei molto bene De Zerbi che sta facendo molto bene in una squadra che tanti danno come sorpresa nella posizione che occupa.
    Quando lavoro e serietà pagano…
    FVCG sempre!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ProfondoGranata - 3 mesi fa

    Girano sempre più insistenti voci di scarsa intesa tra Sarri e il Chelsea.
    Addirittura oggi la radio ipotizzava un possibile esonero a breve…
    Vero che costa tanto, ma possibile che non ci potremmo permettere di spendere 3 o 4 milioni in più per avere finalmente di nuovo un allenatore di spessore?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ALESSANDRO 69 - 3 mesi fa

      E tu pensi che da noi farebbe miracoli????
      Permettimi un velo di scetticismo che non è assolutamente legato alla persona di Sarri, tecnico preparatissimo e all’avanguardia, quanto alla nostra società…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. marcohelg_385 - 3 mesi fa

        è be’…..

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy