Torino, rispetto all’andata è Diamanti la novità più fulgida dell’Atalanta

Torino, rispetto all’andata è Diamanti la novità più fulgida dell’Atalanta

Verso Torino-Atalanta / L’ex Bologna ha colmato completamente il vuoto lasciato dalla partenza di Denis

2 commenti
Diamanti

Il reparto offensivo dell’Atalanta non è uno tra i più proliferi della Serie A, ma le pochi reti subite hanno compensato in parte il cattivo lavoro svolto in fase realizzativa. Nel 2016 la squadra di Reja ha sofferto molto della mancanza di German Denis, il quale con quattro reti  e ottime prestazioni aveva portato la Dea nelle zone medie della classifica. La sua assenza nel reparto offensivo si è sentita molto, non a caso infatti l’attacco da gennaio ad oggi ha siglato soltanto otto reti. Oggi però al posto di Denis c’è un altro argentino che fa la differenza, ovvero Alejandro Gomez, meglio noto come El Papu. L’ex Catania in questa stagione ha fatto sognare l’intera tifoseria bergamasca a suon di reti, sono infatti 7 quelle siglate fino ad oggi, numeri  che, se sommati anche ai 4 assist realizzati, dimostrano che la Dea ha a disposizione un patrimonio immenso, il quale sta raggiungendo proprio oggi il suo exploit.

L’attacco che Reja schiererà nella prossima partita potrebbe essere molto diverso rispetto a quello schierato all’andata. Nella partita del 22 novembre, il tecnico ex Lazio ha schierato un attacco a tre con Moralez, Denis e Gomez, ma nelle ultime ha optato di più per un attacco molto ricco di fantasia, ovvero con 4 giocatori offensivi. La chiave di questo reparto rinnovato, oltre a Gomez, è Kurtic, il quale, dopo aver iniziato il campionato da mezz’ala, è stato spostato nelle corsia laterale destra. Sono state le sue qualità a permettere questo cambiamento, poiché essendo molto eclettico, è capace di rivestire più ruoli allo stesso tempo, perciò anche il ruolo di attaccante gli si addice molto e le statistiche lo dimostrano: tutte le volte che Reja lo ha schierato nel reparto offensivo, l’Atalanta ha portato a casa i tre punti. Altro nuovo interprete dell’attacco bergamasco è Pinilla, il quale ha saltato la partita d’andata per squalifica. Oggi il cileno è molto in forma e i suoi splendidi gol di rovesciata lo dimostrano, l’acrobazia per lui è ormai diventata un marchio di fabbrica, ma le reti le sa fari in tutti i modi possibili e non solo con la maglia della Dea, anche in nazionale sta facendo molto bene e le ultime convocazioni lo dimostrano chiaramente. Ma il volto nuovo che ha più colpito è un altro, ovvero quello di Alessandro Diamanti. L’ex Bologna ha ormai conquistato il posto da titolare nella squadra lombarda da parecchio tempo, tutto ciò è stato reso possibile però soprattutto grazie al cambio di modulo dell’allenatore di Lucinico, il quale nelle ultime due partite ha optato per un 4-2-3-1, sistema di gioco che si addice perfettamente alle qualità tecniche di Diamanti, che è un trequartista puro. L’altra novità rispetto all’andata è la presenza Marco Borriello, il quale è sbarcato a Bergamo soltanto il 28 gennaio 2016. Oggi l’ex Roma si ritrova a dover lottare per un posto da titolare nella rosa di Reja, poiché Mauricio Pinilla, a suon di ottime prestazioni, ha conquistato il posto come protagonista dell’attacco nerazzurro, mettendo di conseguenza in ombra il giocatore napoletano. Potrebbe essere dunque lui la carta in più per Reja, dato che una sana concorrenza non può far altro che migliorare il reparto interessato e di conseguenza i giocatori che lo interpretano.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. aterreno - 12 mesi fa

    Si dice tanto di quaglia che cambia squadra ogni anno ma secondo me diamanti lo batte:

    1999-2000 Prato Prato 1 (0)
    2000-2001 → Empoli Empoli 0 (0)
    2001 Prato Prato 0 (0)
    2001-2002 → Fucecchio Fucecchio 24 (3)
    2002-2003 Prato Prato 2 (0)
    2003 → Florentia Viola Florentia Viola 3 (0)
    2003-2004 Prato Prato 20 (4)[1]
    2004-2006 AlbinoLeffe AlbinoLeffe 26 (0)
    2006-2007 Prato Prato 36 (14)[2]
    2007-2009 Livorno Livorno 59 (17)[3]
    2009-2010 West Ham West Ham 28 (7)
    2010-2011 Brescia Brescia 32 (6)
    2011-2014 Bologna Bologna 83 (19)
    2014 Guangzhou Ever. Guangzhou Ever. 24 (4)
    2015 → Fiorentina Fiorentina 11 (2)
    2015-2016 → Watford Watford 3 (0)
    2016- → Atalanta Atalanta 12 (1)

    Giusto a Bologna e’ riuscito a restare piu’ di due anni, ingaggio medio sull’annetto…

    Pensare che e’ finito pure in nazionale, poi ti chiedi come mai l’italia ai mondiali.. e la crisi del calcio italiano…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. maxmurd - 12 mesi fa

    Un giovanotto di prospettiva! :)
    Almeno sa un po’ di cinese, dai! 😉

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy