Torino-Roma 3-1: rigori giusti, Tagliavento ok

Torino-Roma 3-1: rigori giusti, Tagliavento ok

La moviola di TN / Il fischietto di Terni conferma un buono stato di forma e dirige con sicurezza un match insidioso

Arrivava da un’Inter-Juventus arbitrata in maniera magistrale Paolo Tagliavento, cui i designatori hanno deciso di affidare un altro match forse meno sentito, ma comunque insidioso, per l’intensità delle squadre e la posta in palio: Torino-Roma. Il fischietto di Terni ad ogni modo conferma il buono stato di forma e, insieme ai suoi collaboratori, immette la gara sui giusti binari, nonostante alcune situazioni complicate.

È regolare la rete di Belotti all’8′: sia Manolas sia Fazio tengono in gioco la punta di Calcinate, che poi punisce in maniera decisiva gli uomini di Spalletti. Quattro minuti più tardi arriva il primo giallo del match: Boyé si impegna nella prima delle sue micidiali ripartenze, De Rossi lo stende a centrocampo, guadagnandosi una sacrosante ammonizione. Poco dopo, palo di Dzeko, ma lo stesso De Rossi aveva commesso fallo su Boyé. Sul finire della prima frazione, Belotti va a terra in area nel tentativo di raggiungere il pallone, ma è lui stesso a dire di aver perso l’equilibrio e di non essere stato sbilanciato in maniera regolare.

FC Torino v AS Roma - Serie A

Nella seconda frazione i ritmi si allentano ma si presentano le situazioni più interessanti: al 7′ della ripresa Belotti rientra verso il centro contro Peres, che allunga il piede ed entra in contatto con la caviglia del Gallo: il rigore è netto, neanche contestato dai giallorossi. Idem dall’altra parte, anche se De Silvestri lamenta di non aver impedito a Perotti di proseguire la sua azione: Tagliavento non ha dubbi e indica nuovamente il dischetto, per una decisione che appare ad ogni modo corretta. Giusti inoltre i due gialli per gli esterni capitolini, con Peres ancora costretto a subire Belotti e Florenzi sorpreso da Barreca, così come sono ineccepibili le sanzioni ad Hart (perdita di tempo calcolata) e Manolas (che impedisce a Valdifiori di lanciare Boyé). Infine, bene i due assistenti sui frequenti lanci dalle retrovie per Dzeko, con l’attaccante bosniaco abile a farsi trovare sempre in posizione regolare ma non capace di pungere in maniera decisiva Hart. Nel complesso, Tagliavento porta a casa un’altra buona partita, e il Toro può sorridere.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy