Torino-Roma: a centrocampo la differenza non si vede, ottima prova dei granata

Torino-Roma: a centrocampo la differenza non si vede, ottima prova dei granata

La mediana di Ventura tiene testa a quello di Garcia, prestazione di qualità e quantità

1 Commento
Baselli, Coppa Italia, Torino, Cesena, Torino-Cesena

Il centrocampo è il reparto in grado di decidere le partite, dalla qualità ed intensità di gioco dei suoi interpreti possono dipendere gli esiti di una singola azione come di un match intero: sotto questo punto di vista, la Roma non ha nulla da invidiare a nessun’altra formazione della Serie A, poiché la mediana è sicuramente il reparto forte dei capitolini con giocatori completi e dotati di talento ed esperienza; De Rossi, Nainggolan e Pjanic sono in grado di garantire sicurezza in entrambe le fasi e di spostare gli equilibri di una partita.

Pjanic, Baselli, Torino-Roma
Miralem Pjanic ha segnato in maniera fortunosa la rete del vantaggio contro il Torino

Proprio per questo quanto si è visto sabato pomeriggio in campo all’Olimpico di Torino deve essere ancor più un motivo d’orgoglio per i granata: contro questi giocatori sicuramente dotati nel complesso di maggior talento, il centrocampo granata ha disputato una grandissima partita azzerando il gap tecnico. Fatta eccezione per la punizione (che sicuramente non può essere considerata una magia del bosniaco..) Pjanic è stato limitato egregiamente ed ha condotto una partita normale, senza lampi di genio o giocate decisive; anche De Rossi ha svolto il suo compito senza sfigurare ma decisamente senza mettersi in mostra per qualcosa di eclatante, la solita sostanza in aiuto della difesa e buona interdizione, niente di più; Nainggolan è apparso addirittura in difficoltà, tanto che Garcia ha deciso di sostituirlo dopo che il belga è stato graziato su un paio di interventi che avrebbero potuto lasciare la Roma in 10 uomini.

Torino FC v AS Roma - Serie A
Tutta la foga con cui Acquah discute con Florenzi: prova di sostanza per il ghanese

Il merito di questa prova sotto tono del reparto capitolino, non può che essere merito della mediana granata: senza strafare sotto il profilo delle giocate “di classe” , il trio Baselli-Vives-Acquah si riconferma ottimo e si solidifica giornata dopo giornata. L’ex Atalanta è stato protagonista di qualche buono spunto ed alcune percussioni interessanti, come quella che stava mandando in porta Belotti dopo pochissimi minuti, ed è uscito a causa di una botta rimediata proprio contro Nainggolan. Ottime sgroppate sull destra anche per Acquah che forma una coppia sempre più efficace e bella da vedere con Bruno Peres, con scambi e triangolazioni volte a creare spazi davvero pregevoli: il ghanese ci mette poi come al solito la grinta e la fisicità, con le quali riesce a recuperare parecchi palloni in fase difensiva. Monumentale Giuseppe Vives che, nonostante l’età avanzi, sta indubbiamente giocando la migliore stagione da quando indossa la maglia del Torino ed anche contro i giallorossi l’ha dimostrato, con il solito lavoro di copertura ed impostazione davanti alla difesa.

Acquah, Vives, Nainggolan, Torino-Roma
Giuseppe Vives sta disputando una grandissima stagione come perno davanti alla difesa

Nel complesso, davvero una buona prova del centrocampo granata che è riuscito ad annullare la differenza tecnica con la linea mediana della Roma: motivo di assoluto orgoglio.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Bazza - 2 anni fa

    E soprattuto pensiamo che questo è il primo anno del quadrilatero Vives, Baselli, Acquah, Benassi. Siamo al rodaggio di un centrocampo che può solo migliorare come il Barolo !

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy