Torino-Sampdoria: granata dalle fasce avvolgenti, dorani che puntano a verticalizzare

Torino-Sampdoria: granata dalle fasce avvolgenti, dorani che puntano a verticalizzare

I temi tattici di Torino-Sampdoria / Granata per vie esterne, blucerchiati che si affidano a Soriano. Maxi Lopez e Cassano pronti a subentrare

Spesso sono i numeri a fare la differenza. Il Torino e la Sampdoria lottano in vetta alla classifica, accompagnate dai sette punti conquistati nelle prime tre partite di campionato. Numeri che fanno ben sperare a entrambe le compagini e ai loro tifosi, che si aspettano una partita di grandi emozioni e spettacolo all’Olimpico di Torino.

IL 3-5-2 E’ ORMAI UN MARCHIO DI FABBRICA – I granata di Ventura si affideranno al 3-5-2 ormai collaudato da tempo con Bovo, Glik e Moretti a formare la linea difensiva di fronte a Padelli. A centrocampo, come sempre copioso, ma di spessore e qualità, vedremo molto probabilmente Bruno Peres e Molinaro agire come esterni, con l’italiano alla ricerca di conferme dopo l’ottima prestazione di Verona; Baselli, Vives ed Acquah (in ballottaggio con Benassi) ad agire nella zona centrale e a fare da scudo davanti alla difesa, sempre pronti ad orchestrare le ripartenze per mettere in difficoltà la retroguardia blucerchiata, mentre in attacco Belotti e Maxi Lopez sembrano i più accreditati (e quindi in ballottaggio tra loro) per affiancare l’insostituibile Quagliarella. Molte le opzioni in panchina per dare nuova linfa in corso di gara, con Jansson pronto a tappezzare gli eventuali buchi difensivi, mentre Benassi, Obi, Prcic e Zappacosta attendono il loro momento.

EDER E MURIEL E LA LORO VELOCITÀ – I blucerchiati di Walter Zenga, forti del loro attacco, con uno scatenato Eder ed un rapidissimo Muriel, sono pronti a fare bene anche all’Olimpico. Con Soriano a sostegno delle punte, nell’ormai collaudato 4-3-1-2, e Barreto, Fernando e Ivan ad agire da schermo davanti alla difesa, si prospetta un gioco soprattutto per vie centrali, a differenza dei granata che sfrutteranno maggiormente le corsie esterne. A formare la linea difensiva a quattro davanti alla porta di Viviano ci saranno con molta probabilità: Pereira, Moisander, Silvestre e l’italiano Regini. La panchina in casa Sampdoria scalpita, con Cassano pronto ad entrare e a cambiare, se ce ne sarà bisogno, le carte in tavola.

GRANATA PER VIE LATERALI, SAMPDORIA CHE SI AFFIDA A SORIANO – Granata che dovranno essere guardinghi soprattutto in fase di copertura e dovranno cercare di fare loro il centrocampo, per poter permettere le scorribande degli esterni (Bruno Peres e Molinaro) sulle fasce di loro competenza, al fine di sfornare cross per le punte. Soriano dalla parte opposta del campo cercherà di servire un numero copioso di palloni per favorire il lavoro delle punte, Eder e Muriel, che con grande probabilità proveranno a sfuggire alle maglie della difesa granata grazie alla loro velocità e alle loro qualità tecniche.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy