Torino, settimana preziosa: tre partite per rimettersi in carreggiata

Torino, settimana preziosa: tre partite per rimettersi in carreggiata

Approfondimento / Verona, Sampdoria e Chievo: 7 punti in 7 giorni rilancerebbero i granata in classifica e restituirebbero fiducia al gruppo

4 commenti
Toro

Dopo un inizio di 2016 fatto di alti, ma soprattutto – in linea con la fine del 2015 – bassi, il Torino si prepara ad affrontare un trittico di partite davvero molto significative sotto tanti punti di vista per i ragazzi di Ventura: in una settimana, infatti, da domenica a domenica, il Toro incontrerà nell’ordine Verona, Sampdoria e Chievo. Le due venete in casa, i blucerchiati a Marassi, nel turno infrasettimanale.

Le ultime prestazioni dei granata sono state tutt’altro che positive, sia dal punto di vista dei punti accumulati, sia – e questo forse fa ancora più paura – dal punto di vista del gioco espresso. O meglio, non espresso. Media da retrocessione, punti persi contro avversari facili, sono tante le critiche mosse a Ventura e squadra, ma a gennaio è davvero giusto tirare somme decise su una stagione che nei fatti deve ancora entrare nel vivo? Senza fermarsi alla banalità dell’espressione “Torino squadra da girone di ritorno”, è indubbio come Glik e compagni abbiano ancora tutte le possibilità per mettere a tacere critiche (quelle insensate, ovviamente) e malelingue, rispondendo con forza e vigore sul campo. Questa settimana “di fuoco” che attende i granata sarà un prova del 9 non definitiva, ma comunque importante. L’obbiettivo è quello di accumulare almeno 7 punti in – appunto – 7 giorni, per sfangarsi dai bassi fondi e balzare in pochissimo tempo a -7 dai 40 punti, cambiando completamente le prospettive – ora funeste – di questa mezza stagione che rimane da giocare.

Vincere contro le due veronesi in casa deve essere il primo obbiettivo da perseguire con tutta la forza d’animo possibile, e questo prima di tutto perché si tratta di avversari tutt’altro che proibitivi, largamente all’altezza del gruppo granata. La sfida di metà settimana a Marassi potrebbe essere più complicata, ma anche la squadra di Montella pare un avversario assolutamente alla portata del Toro. Il gruppo di Ventura, insomma, ha la possibilità in una settimana d’invertire in maniera clamorosa un trend negativo, ritrovando prima di tutto morale, e cominciando finalmente a plasmare questo 2016 a misura granata.

4 commenti

4 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Leo - 1 anno fa

    Ha ragione Pravda: quale carreggiata??? si tratta solo di galleggiare in acque tranquille, per il resto la stagione è compromessa, si può solo evitare il peggio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. prawda - 1 anno fa

    Non la definirei preziosa ma fondamentale; il Toro nelle prossime cinque partite affronta in casa il Verona (ultimo), il Carpi (terzultimo) ed il Chievo (decimo), fuori casa la Samp (quartultima) ed il Palermo (quattordicesimo).
    Fare punti in queste cinque partite non significa rilanciarsi, perche’ questo anno l’unico obiettivo puo’ essere solo una salvezza tranquilla, e’ fondamentale per evitare di finire in acque decisamente pericolose.
    Infatti nelle succesive cinque sara’ estremamente complicato portarne a casa, per cui e’ meglio ritrovare un minimo di serenita’, di fiducia, di grinta e di voglia perche’ se si gioca come a Firenze, fare punti diventa difficile anche con il Carpi ed il Verona.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. robert - 1 anno fa

    Il Torino è una squadra senza capo ne coda allenata da un personaggio ottuso come un mulo e c’è il rischio di perdere anche contro il Verona.Dunque c’è poco da stare tranquilli !!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Veyser - 1 anno fa

      Ecco l’invidioso allenatore moderno che ha scoperto ieri il gioco del calcio e da dell’ottuso ad un maestro come Ventura… Ridicolo

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy