Torino-Spal, Mazzarri e la tentazione 3-4-3: la variabile tattica che piace

Torino-Spal, Mazzarri e la tentazione 3-4-3: la variabile tattica che piace

Torino-Spal / Il tecnico è tentato di riproporre il doppio trequartista dall’inizio o a partita in corso

di Lorenzo Bonansea, @BonanseaLorenzo

Nel secondo tempo contro l’Inter abbiamo fatto il 3-4-3 con Soriano e fin quando ha avuto energie l’ho tenuto in campo perché ha fatto benissimo”. Mazzarri non è uomo da conferenza, nel senso che non è solito dare grandi informazioni sulle strategie pre-partita, ma ieri qualcosa ha lasciato trasparire (leggi qui): il secondo tempo di San Siro è un riferimento da non perdere di vista, sia per temperamento sia tatticamente. Il doppio trequartista visto contro l’Inter è una soluzione che piace a Mazzarri, e chissà che in vista di stasera…

TESTA – Prima di tutto c’è la testa. Mazzarri ieri lo ha ripetuto più volte: in settimana, si è lavorato tanto sulla mentalità con cui approcciare la gara, dopo i due primi tempi insufficienti contro Roma e Inter. Insomma, questa sera il tecnico si aspetta un Toro “non intimidito” (per citare ancora la conferenza), ma che aggredisca l’avversario e metta subito in riga una Spal che però non regalerà niente ai granata. Ecco perché, è lecito aspettarsi sin da subito un Toro più offensivo, sulla falsa riga della ripresa di San Siro.

La probabile formazione del Torino: Aina verso una maglia da titolare

VARIABILE – Soriano è la variabile tattica in questo senso, come accennato all’inizio: ieri Mazzarri ha tessuto le lodi dell’ex Villareal, confermando di vederlo più trequartista che mezz’ala pura. Considerando che il giocatore non può ancora avere i 90′ nelle gambe, se come sembra partirà titolare, il tecnico potrebbe sin da subito (o a partita in corso) alzarlo sulla linea della trequarti con Iago Falque, per pressare alto l’impostazione spallina in fase di non possesso e per spingere con qualità quando la palla è dei granata.

Insomma, Mazzarri è tentato dal 3-4-3 in vista della Spal: la variabile tattica permetterebbe di partire forte dal punto di vista offensivo, senza stravolgere troppo l’assetto tattico base, visto che all’occorrenza è possibile passare al classico 3-5-2. Mazzarri pensa al doppio-trequartista dall’inizio o in corso e il Toro è pronto ad illuminare il proprio tempio per la prima volta in questa Serie A.

17 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Vanni - 2 mesi fa

    Un bel 5-3-1-1 formazione tipo Legio Romana, con casco, sperando che vengano a fare la partita. Il problema si pone se ci aspettano loro. Che si fa?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-14014554 - 2 mesi fa

    questo deve far capire che lui voleva andarsene a tutti i costi. cmq meglio perderlo che trovarlo ljalic . giocatori così al Toro non devono starci.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-13967438 - 2 mesi fa

    Partire

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Granatissimo - 2 mesi fa

    Io credo in W M e lo schema che userà oggi ci darà orgoglio. Mi sbaglio ma sono quasi scomparsi i” critici”.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. granatadellabassa - 2 mesi fa

    A Mazzarri non interessano i trequartisti ma centrocampisti che possano lasciare la linea mediana per diventare attaccanti esterni e trasformare il 3-5-2 in 3-4-3. È tutta estate che fa questi esperimenti provando ad avanzare Baselli. Soriano invece non ha problemi a giostrare da esterno nel tridente offensivo.
    Ma parlare di trequartisti mi sembra improprio. Non stiamo parlando di un 3-4-1-2.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Héctor Belascoarán - 2 mesi fa

      Beh no, l’unico schema che funzionava l’abbiamo dato al Besiktas.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. iugen - 2 mesi fa

    3-4-3 dopo aver ceduto Ljajic? Cos’è, una battuta?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 2 mesi fa

      Iago, Soriano, Baselli, provera’ quei tre

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Héctor Belascoarán - 2 mesi fa

    “Mazzarri pensa al doppio-trequartista” certo, ne avessimo anche uno solo di trequartista nella rosa…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Esempretoro - 2 mesi fa

    Al limite può far entrare Adem…sto scherzando,non seppellitemi di spolliciate!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. luna - 2 mesi fa

    Perché no, con la Spal potrebbe ssere un esperimento, con uno schema che esalterebbe le qualità della squadra.

    Sirigu
    Izzo N’koulu Moretti
    Ola Baselli Mete De Silvestri Falque Belotti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-13967438 - 2 mesi fa

      Partire in 10 con un in campo pure un infortunato non mi sembra troppo “buono”….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. prawn - 2 mesi fa

    Iago dietro a Zaza e al Gallo, secondo me oggi prova quella soluzione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. user-14003131 - 2 mesi fa

    Bene, speriamo funzioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. DARIOGRANATA - 2 mesi fa

    Finché al centro del campo alla regia ci sarà un Rincon che sbaglia 3 passaggi su 4 l’impostazione del gioco, le ripartenze e servire il Gallo saranno un problema.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Simone - 2 mesi fa

    Forse ho visto un’altra partita ma a me soriano non sembra abbia fatto benissimo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 2 mesi fa

      ha fatto quello che WM gli ha detto, tatticamente bene, corsa e polmoni da rivedere (credo almeno, altrimenti la frase non si spiega)

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy