Torino, stop alle cessioni eccellenti: ora Cairo trattiene tutti i big

Torino, stop alle cessioni eccellenti: ora Cairo trattiene tutti i big

Calciomercato / Zappacosta l’ultima cessione eccellente, poi stop alle partenze dei big: respinte ogni avances anche per Nkoulou

di Redazione Toro News

C’era un tempo in cui il Torino vendeva per incassare. Da un anno e mezzo la strategia del mercato granata pare davvero essere cambiata. Il Toro ormai si è evoluto: è da un anno e mezzo che trattiene tutti i big, rifiutando offerte molto importanti. L’ultima plusvalenza dei granata è stata la cessione di Davide Zappacosta al Chelsea dell’ormai ex allenatore Antonio Conte il 31 agosto 2017 per 30 milioni di euro circa (28 più due di bonus). Quella di Zappacosta è stata l’ultima di una grande serie. I primi sono stati Cerci e Immobile ceduti rispettivamente a 16 e 19,4 milioni di euro ad Atletico Madrid e Borussia Dortmund. Poi Darmian venduto al Manchester United per 20 milioni e Glik andato al Monaco per 11 milioni di euro. La strategia era chiara: vendere e fare plusvalenze per monetizzare, l’obiettivo aumentare il tetto ingaggi e le possibilità di investimento sul mercato (come avvenuto per Niang, voluto fortemente da Mihajlovic e pagato ben 14 milioni di euro, e per il recente acquisto di Simone Zaza, pagato 15 milioni dal Valencia). Caso diverso per Adem Ljajic: il serbo non è stato ceduto per un tornaconto economico, bensì per un’esigenza del giocatore di cambiare aria.

TRATTENERE I BIG – Il Toro nelle ultime finestre di mercato ha detto no a parecchie offerte di altre squadre per i propri giocatori più forti. Per Belotti si erano fatte avanti nell’estate rovente del 2017 soprattutto Milan e Atletico Madrid, ma Cairo ha detto un secco no. Stesso discorso per Iago Falque: il patron del Toro ha rifiutato offerte da Valencia e Tottenham fra le altre. Su Baselli c’erano voci di interessamento di Milan e Lazio, mentre per Sirigu, quest’estate, il Napoli ci ha provato fortemente a portare il portierone sardo a Castelvolturno. In tutti i casi Cairo ha fino ad oggi rifiutato sul nascere ogni proposta di trattativa. Fresche anche le offerte per Nkoulou: Spagna (Siviglia), Inghilterra (Arsenal) e non solo si sono fatte avanti per il difensore camerunense, ma né Cairo né Mazzarri hanno intenzione di privarsi del perno della difesa granata. Nell’ultimo anno e mezzo la società ha blindato i giocatori con rinnovi di contratto (recenti quelli di Iago Falque e Sirigu). Il Torino sta trattenendo tutti i big, per ora, e anche in questa sessione di mercato di gennaio la squadra non sarà indebolita. Osservando tutti questi fattori si può dedurre l’obiettivo del presidente Cairo: non cedere giocatori chiave per vincere e convincere, centrando la qualificazione in Europa che tanto farebbe gola ai tifosi e ai giocatori granata.

 

45 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Piemunteis - 3 mesi fa

    @BAcigalupo 67 ti comporti come quei troll che arrivano ogni tanto con nomi diversi, stanno per alcune settimane e cambiano nick. Secondo me non hai 50 anni, da come scrivi e da come te la prendi sui meno che ti danno. Uno di 50 se ne frega dei meno, un ragazzino no.
    Lasciaci in pace e fai l’accontentista per conto tuo senza disturbare il forum.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. VivaVivaToniVigato - 3 mesi fa

    Cara redazione credo più alla befana che a Cairo…Buon 2019 a tutti i ♥️ Granata!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-14075351 - 3 mesi fa

    Sono assolutamente d’accordo con te, 100 Lialjc non fanno 1/2 Belotti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Hagakure - 3 mesi fa

    ..ahahahahahah, aspettate che arrivino le offerte giuste, nel prossimo mercato estivo, e poi vedremo bracciamozze “sguazzare” nei quattrini delle plusvalenze, come sempre ha fatto…!!!

    Quattordici anni di “gestione bracciamozze” non vi hanno proprio insegnato nulla, vero…????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-14013284 - 3 mesi fa

    Mi accomuno…. il principe della zolla deve scrivere tutto il suo nick…. IL PRINCIPE DELLA ZOLLA STRISCIATA DI MERDA.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user-14013285 - 3 mesi fa

    Ma ancora con Liajc? Un giocatore che manco in nazionale si impegna? Ha fatto pena al mondiale, al toro si impegnava intermittenza quanto una luce di Natale. Meglio 100 Belotti, che ogni partita danno anima e corpo, pur sbagliando,ma onora la maglia che indossa. Sono orgoglioso di avere un capitano così. ad averne 100 in tutti i reparti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 3 mesi fa

      Hai qualche dato x dimostrare la discontinuità di Ljajic o è una tua impressione?
      Dove hai letto che ha fatto pena in nazionale?
      Certo che se ne sparano di frescacce

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Pedro - 3 mesi fa

    Ma smettetela con lo scemenzaio. La rosa è sempre la stessa e vale tra il nono e il dodicesimo posto. Esattamente il range ideale del cairismo. La mediocrità conclamata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-14142151 - 3 mesi fa

    ma come si fa a scrivere certe fesserie. il gallo è il nostro capitano, un ottimo giocatore che a questo toro dà tanto e tornerà presto anche in nazionale. #sft

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Pikabu - 3 mesi fa

    a seconda degli schieramenti di noi tifosi Cairo ha comprato bene o male ed i due punti di vista hanno entrambi senso anche se, secondo me, il mercato del Toro degli ultimi anni è stato, comunque, sostanzialmente positivo, accrescendo il valore della rosa e, seppure per ora molto in piccolo, le ambizioni. ciò che rimprovero invece a Cairo e la lentezza con cui opera a livello di strutture societarie, Robaldo e stadio in primis poiché dar loro priorità significherebbe rinforzare le radici di una rinascita duratura

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Piemunteis - 3 mesi fa

    un’estratto dell’artoicolo:
    “Dopo un avvio di stagione positivo, Arslan è stato ripetutamente escluso dai convocati, finendo addirittura fuori rosa. Ecco perché nelle ultime settimane le voci su un suo addio imminente si stanno infervorando, anche considerando le non poche difficoltà economiche in cui versano le Aquile Nere (e che il Toro conosce bene, viste le molte voci sul futuro di Ljajic): il Fenerbache sta tentando lo scippo e ora anche il Torino starebbe pensando di inserirsi.”
    Quindi cerchiamo di soffiarlo al REAL Fenerbache…. bravvviiiii
    coimplimenti vivissimi, mentre noi prestiamo gente come edere e Ljajic non torna ci prenderemmo un’altro rejetto su cui scommettere oltretutto ad un bel prezzo… complimenti… gettiamo le basi per il prissimo anno… bravi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Piemunteis - 3 mesi fa

      ah dimenticavo Milinkovic-Savic un’altro bell’acquisto costato un sacco di milioni andato a finire in fuffa….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. marione - 3 mesi fa

    Ma posate il fiasco. Il Napoli non ha mai chiesto Sirigu. Aveva 3 portieri in watching list e Sirigu non c’è mai stato. Idem per Belotti altrimenti sarebbero partiti entrambi. Giornalisti che manco leggono i giornali puah

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Pulster - 3 mesi fa

      Belotti non credo fosse stato sondato, ma Sirigu assolutamente si, fidati

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. BACIGALUPO1967 - 3 mesi fa

      Marione@ per avere la certezza che Sirigu non è stato sondato dal Napoli devi avere conoscenze molto altolocate, se così è ci daresti qualche anticipazione di mercato? Chi vende questa estate il tuo amato presidente?
      Dai facci sognare

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Junior - 3 mesi fa

    Avessimo ceduto Belotti sarebbe stato un affare; ora dopo aver visto le sue qualità non se lo piglia più nessuno e dovremo tenetlo noi sino alla pensione; un centravanti che gioca lontano dalla porta perché non riesce a stoppare un pallone; quindi a bolte è meglio vendere soprattutto difronte a offerte rilevanti ( ammesso che siano state offerte concrete)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ACT1906 - 3 mesi fa

      Ma fatela finita, con ste puttanate tutti bravi a parlare dopo se andava via una rivoluzione e io l avrei fatta per primo ora è scarso, ma andate a cagare il GALLO è forte il GALLO è il NOSTRO capitano punto non dovesse fare pure il terzino per ovvi motivi….. Sarebbe gia abbondantemente in doppia cifra, grande GALLO
      FORZA TORO!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Giustoro - 3 mesi fa

        Magari ci fosse un Ljaic qualsiasi in grado di fargli qualche passaggio decente, non dovrebbe andare recuperare palloni in difesa.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. granatadellabassa - 3 mesi fa

    @Baveno granata. Come scritto nell’articolo, la cessione di Ljajic è un caso a parte ma definirla cessione eccellente mi sembra forzato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 3 mesi fa

      Quindi secondo il tuo ragionamento basta che un giocatore SOTTO CONTRATTO chieda di andar via (xké messo in panchina dal proprio allenatore) e subito il presidente lo accontenta?
      Cosa è che caratterizza una cessione eccellente?
      I soldi a cui lo vendi o l’importanza x la squadra?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. granatadellabassa - 3 mesi fa

        Primo non ho mai scritto che se uno chiede di andar via deve essere accontentato.
        Secondo, volendo essere il più possibile OGGETTIVI, è eccellente la cessione ad una big di un giocatore importante per la squadra e/o che permette di realizzare una bella plusvalenza. Qui abbiamo una lieve minusvalenza per la cessione di un panchinaro ad una squadra turca. Cosa c’è di eccellente? Per me niente di niente.

        Poi possiamo discutere per ore se è stata o meno una cessione errata ma questo è un altro discorso.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Simone - 3 mesi fa

          Non l’hai detto tu ma l’articolo che hai tenuto a sottolineare e da cui nn hai preso le distanze.
          Ljajic panchinaro? wm ha deciso (al rientro dai mondiali) che dovesse essere un panchinaro quando prima dei mondiali gli ha praticamente salvato la panchina distribuendo gol e assit a ripetizione.
          È proprio questo il motivo x cui Ljajic si è giustamente guardato intorno.
          I numeri parlano più delle opinioni e quello che ha fatto x il Toro è innegabile ne fanno, in mancanza di un adeguato sostituto, un danno x la squadra dimostrato dal fatto che gli attaccanti faticano a segnare xké non ricevono assist.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Il_Principe_della_Zolla - 3 mesi fa

    Articolo farlocco. I fatti dimostrano, da sempre, il contrario. A Cairo Urbano del Toro non gliene importa un fico. Cede chiunque di fronte ad una congrua offerta. Festeggeremo la liberazione quando cederà la società.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fabertoro - 3 mesi fa

      per fortuna quelli come te NON RAPPRESENTANO I TIFOSI DEL TORO

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Pesce - 3 mesi fa

        Ecolo qua invece il perfetto rappresentante del tifoso granata: mai criticare il presidente, per definizione!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Rysz - 3 mesi fa

        Ma tu chi cazzo sei per giudicare chi rappresentanta o non rapresenta il tifoso del toro?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Immer - 3 mesi fa

    Fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio io non mi fido del nostro beneamato il lupo perde il pelo ma non il vizio .dopo 14 anni dolo un illuso crede ancora vogliamo i fatti ma non per un anno almeno per più anni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. cicowolf - 3 mesi fa

    Vedo che sono in molti a ritenere Ljajic un giocatore molto valido. Premesso che è stato lui a volersene andare, per me non era assolutamente un top player della nostra squadra. Era considerato una valida alternativa, un buon elemento della panchina. Meglio aver perso lui che Iago. D’altronde fosse stato veramente forte non sarebbe stato liquidato da inter e Fiorentina prima di noi. Le qualità tecniche non si discutono, ma è sempre stato indisponente e discontinuo al massimo. Un ottimo giocatore solo per squadre che lottano per salvarsi a mio modesto parere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. IosonodelToro - 3 mesi fa

      La storia che sia stato lui a volersene andare fa un po’ ridere sinceramente. Ha fatto 7 panchine di fila per lasciare il posto all’Obi, Rincon o al Berenguer di turno. Quando poi è rientrato ha salvato la panchina a WM con 3 o 4 gol e almeno 5 assist nel finale di stagione, salvo poi essere di nuovo relegato a riserva dalle parole del mister. È stato quasi obbligato ad andare via: ha dovuto scegliere tra fare panchina da noi o andare a prendere 3 milioni di euro ad Istanbul e a giocare l’EL.
      Finisco col dire che in 68 presenze ha fatto 18 gol e una ventina di assist e che, a memoria, è il giocatore più forte tecnicamente che sia passato dal Toro negli ultimi vent’anni. Però non aveva la grinta di Lollo De Silvestri…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bilancio - 3 mesi fa

        Caro Amico, non arriveranno mai risposte al tuo post perche CIO che dici e’ una verita scomoda ed inconfutabile. Difficile da contraddire se non con ironia di quarta serie o frasi fatte.
        LA sua e’ una disamina perfetta! Tutto il resto sono cazzate!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. IosonodelToro - 3 mesi fa

          Grazie Bilancio, mi fa piacere vedere che qualcuno la pensi come me, diversamente penserei di essere diventato pazzo. 😉
          A proposito del mio commento vorrei dire che a me non interessa mai quanti likes mi vengono attribuiti o meno, ma in questo caso vedere che tante persone sono in disaccordo con qiello che ho scritto mi tocca molto. Questo perché a me sembra che si stia banalizzando troppo l'”essere del Toro”: leggo su ToroNews e sembra che per essere un giocatore degno della nostra gloriosa maglia sia sufficiente la grinta e l’impegno ma io non ci sto più: io sono granata fino al midollo, se il Toro perde o pareggia sto a rimuginare sulla partita fino alla domenica successiva e sono super orgoglioso della mia fede; vorrei però esserlo, se possibile, ancora di più. E questo non potrà avvenire se non tramite i giocatori di qualità, i giocatori FORTI, che non sono De Silvestri o Rincon (che sta disputando comunque una buona stagione). Magari la mia speranza deriva dal fatto che sono un tifoso giovane e che la mia passione e la mia voglia di vedere un Toro vincente siano davvero fortissime.
          Dico questo perché molti tifosi giudicano i giocatori a simpatia e si accontentano “inconsciamente” di quello che abbiamo. Se uno si impegna e fa le smorfie quando corre è un grande anche se non azzecca un passaggio, chi non fa questo è un mercenario. Secondo me se i tifosi smettessero di pensarla in questo modo tutto il mondo Toro ne gioverebbe.
          Tutto questo discorso parte da Ljajic, che ovviamente non è Messi, ma che era il nostro giocatore di maggiore qualità e negarlo è da ipocriti o da persone che non sanno vedere oltre i propri pregiudizi.
          Perché non possiamo ambire a di meglio di giocatori dal solo temperamento? Perché non coccoliamo i giocatori di qualità che capitano da noi, anche se non hanno la faccia da bravo ragazzo di Belotti o Iago, al posto di chi ha i piedi quadrati? Perché non possiamo rimanere “veri cuori granata” abbinando alla grinta la qualità?Perché?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. granatadellabassa - 3 mesi fa

        Ljajic è andato in Turchia al Besiktas. Non è andato in un top club e nemmeno in un campionato importante. In Italia nessuno lo ha cercato.
        Non ti viene qualche dubbio? Saranno proprio tutti incompetenti i direttori sportivi d’Europa?

        Ljajic è stato messo in tribuna anche dal suo grande estimatore Mihajlovic (e lascio perdere le disavventure con i precedenti mister per non sparare sulla croce rossa) perché non aveva voglia di impegnarsi. Uno che prendeva 1,5 milioni e che non aveva voglia di impegnarsi. Non ti fa incazzare la cosa? No?
        Si vede che non te ne frega niente di veder onorata la maglia del Toro…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. IosonodelToro - 3 mesi fa

          Ma perfavore, i dati dimostravano che era tra i giocatori che percorrevano più chilometri in campo ma tanto tu sei prevenuto e questi dati ti entrano da un orecchio e ti escono dall’altro. Per me la maglia la onorava con i gol e con gli assist ma ora tanto ci penserà Rincon a sostituirlo nei suoi compiti (lui ha sempre la maglia sudatissima)

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Simone - 3 mesi fa

      È sorprendente come si vogliano cambiare a proprio piacimento i fatti.
      Ljajic si è guardato intorno quando l’ultimo g di mercato sono stati presi Zaza e, soprattutto, Soriano che avrebbe dovuto essere il suo sostituto.
      Il colpo di grazia è stato quando wm gli ha detto che gli sarebbe stato utile DALLA PANCHINA.
      Ti ricordo che Adem aveva il contratto fino al 2020 x cui lui NON POTEVA DECIDERE UN BEL NULLA

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Akatoro - 3 mesi fa

        Anche maksimovic aveva un contratto, e non credo che un contratto da 3 milioni l’anno si faccia l’ultimo giorno. Secondo me la verità sta a metà

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Simone - 3 mesi fa

          Più è grosso il contratto e più ci vuole tempo?
          Questa non è male.
          Se ricordi bene maksimovic NON rientro dalle vacanze estive adducendo svariate scuse facendo capire da subito le propri intenzioni. Il Toro ha avuto modo di organizzarsi e lo vendette l’ultimo g di mercato (a buon prezzo).
          Adem è stato venduto a due soldi a MERCATO CHIUSO!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Akatoro - 3 mesi fa

            Sicuramente è come dici te, non c’era stato nessun contatto i giorni precedenti, è successo tutto nell’ultima ora. Comunque se ljajic era stato messo in panchina, e venduto a 2 soldi vuol dire che non è stata la cessione di un big

            Mi piace Non mi piace
  17. Baveno granata - 3 mesi fa

    Nell’ul’ultimo anno Stop alle cessioni eccellenti?
    Infatti a fine mercato hanno ceduto Ljajic.
    Ma di cosa stiamo parlando?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Immer - 3 mesi fa

      Corretto mi stavo dimenticando non cambierà mai finché non ci avrà annientato

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Simone - 3 mesi fa

      Hanno la memoria corta in redazione.
      È da tempo iniziato il processo di “cancellazione” della memoria. Si parlava ancora di Avelar o Carlao mentre su Ljajic è sceso il silenzio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. WGranata76 - 3 mesi fa

    A dirla tutta non sono mai stato un problema le cessioni eccellenti in sé, anche perché le fanno tutte le squadre (incluse le big), ma il vero problema è che tali cessioni non sono compensate da entrate di qualità e di un certo valore.
    Nessuno pretende che non si venda mai nessuno, d’altronde la nostra dimensione è quella che è, necessita di vendite e plusvalenze e magari qualche giovane exploit della primavera; il vero desiderio del tifoso Granata è quello di vedere un progetto che persegue obbiettivi di crescita anche medio lungo termine e che passi da vendite con sostituti all’altezza degli obbiettivi.
    Comprando e vendendo male, ma anche tenendo a tutti i costi elementi sbagliati, non si centrano gli obbiettivi.
    Speriamo che questo sia solo il primo passo di una gestione differente, anche se vedo ancora la lacuna enorme di uno staff dirigenziale più ampio e competente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Madama_granata - 3 mesi fa

    Tutto bene, avanti così.
    Grazie al Presidente Cairo.
    Certo che, se pensiamo alle vendite eccellenti sopra menzionate: Zappacosta, Cerci (l’unica azzeccata), Immobile, Darmian e Glik (tralasciando Ljajic), e poi pensiamo agli acquisti più onerosi: Nyang e Zaza, ci rendiamo conto che il Presidente in talune scelte non è stato molto ben consigliato…
    Grande passo avanti, comunque, trattenere i giocatori più forti: speriamo che si continui così e che presto se ne possano apprezzare i frutti!
    E speriamo che Zaza, oltre alla grinta, ritrovi anche le sue giocate migliori e i gol!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. cicowolf - 3 mesi fa

    Mi viene ancora da bestemmiare se penso ai soldi buttati nel cesso per Njang e fino ad adesso anche Zaza. Con quei soldi prendevamo 10 talentini per la primavera e un paio di scommesse magari in Sudamerica. Qualcosa di buono usciva di sicuro…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. cicowolf - 3 mesi fa

    Tutto vero, mi sbaglierò ma giocavamo meglio quando facevamo plusvalenze. Meglio puntare sui giovani, primavera ed estero e fare una sola bella plusvalenza l’anno per tenere i conti a posto, piuttosto che comprare ex promesse non mantenute del calcio buttando via un sacco di soldi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. granatadellabassa - 3 mesi fa

    Tutto vero ma se non si va in Europa temo che il prossimo mercato vedrà qualche cessione eccellente. L’ultima sessione di mercato si è chiusa con un pesante disavanzo e occorrono soldi europei per rientrare degli investimenti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy