Torino, tre punti per accorciare la distanza dal sesto posto

Torino, tre punti per accorciare la distanza dal sesto posto

Rincorsa europea / A Bergamo una tappa cruciale: con gli scontri diretti delle rivali bisogna cogliere l’occasione per ridurre il distacco

Commenta per primo!

Ci siamo. Dopo la pausa dovuta agli impegni delle varie Nazionali il Toro ritorna il campionato. E con i granata anche tutte le altre squadre, per poter poi festeggiare la Pasqua a casa. Il Toro riprenderà il suo cammino a Bergamo, un test importante dal quale dovrà uscire per forza con i tre punti se si vogliono ancora cullare speranza di Europa.

GRANDE CHANCE – Per la banda di Ventura quella di oggi sarà la prima grande occasione per avvicinarsi al sesto posto. Le tre squadre al momento davanti ai granata che in classifica occupano le posizioni ‘da Europa League’ avranno impegni complicati (il Napoli all’Olimpico contro al Roma) o scontri diretti (Fiorentina-Sampdoria). Le residue speranze di agguantare il sesto posto in classifica passano necessariamente da un successo sull’Atalanta che permetterebbe di ridurre il distacco dall’ultimo posto valido per l’Europa a prescindere dagli altri risultati. Mancare la vittoria contro la squadra di Reja equivarrebbe ad una mezza resa.

IL CINISMO DI PARMA – Oggi il Toro potrebbe essere chiamato ad una partita simile a quella di Parma. Difficile pensare ad un match spettacolare, con l’Atalanta che penserà soprattutto a restare coperta e a non dare spazi all’avversaria: per i granata allora sarà fondamentale sfruttare le occasioni quando si presenteranno. Al Tardini le statistiche dicono che il Torino ha fatto 2 gol con 5 tiri in porta; è un buon segnale, soprattutto adesso che la stagione volge al termine e la stanchezza si fa sentire. Riuscire a vincere anche le partite in cui non si riesce a giocare al miglior livello possibile può fare la differenza ai fini della classifica.

RISCHIO AFFATICAMENTO – Oltre all’Atalanta il Torino dovrà sconfiggere anche un altro avversario, la fatica. Sì perché la settimana di stop in realtà per molti granata è stata un’altra settimana di viaggi intensi e di partite. A cavallo degli impegni europei con Athletic e Zenit Ventura aveva spesso fatto ricorso ad un’ampia rotazione dei giocatori per far rifiatare chi aveva più minuti nelle gambe. Sarà interessante vedere se anche contro l’Atalanta accadrà la stessa cosa ad esempio per giocatori come Darmian, El Kaddouri e Martinez che sono stato molto impegnati con le rispettive nazionali in questi giorni. Dubbi in più per il tecnico granata, in un match da vincere a tutti i costi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy