Torino-Udinese, duello Zappacosta-Edenilson: in cerca di conferme sulla fascia

Torino-Udinese, duello Zappacosta-Edenilson: in cerca di conferme sulla fascia

Il testa a testa / Le prestazioni del terzino brasiliano, a sinistra, stanno crescendo, mentre il laterale di Sora migliore partita dopo partita: un incrocio che permette spettacolo e tanta corsa

2 commenti
Probabili formazioni

Sarà un duello interessante quello che metterà davanti, sulla fascia destra – lato Toro – Zappacosta ed Edenilson, due laterali in situazioni diverse, ma entrambi alla ricerca di conferme per il prosieguo della stagione.

Il laterale brasiliano, tornato quest’anno dal prestito al Genoa, non ha finora saltato neanche una partita: su 16 giornate di campionato, Edenilson è partito titolare in ben 15 incontri, subentrando soltanto nel match perso 3-1 con la Roma a domicilio. Sintomo di grande costanza, oltre che di grande forma fisica.La novità, per lui, è stato il cambio di fascia. E’ dall’incontro con il Napoli, infatti, ad inizio novembre, che Colantuono lo schiera regolarmene a sinistra, con risultati che non stanno affatto deludendo il tecnico ex-Toro, come ha affermato ieri alla vigilia del match.

Edenilson contrasta Callejon del Napoli
Edenilson contrasta Callejon del Napoli

Dall’altra parte, invece, ad affrontarlo scenderà in campo Zappacosta, un giocatore che giorno dopo giorno, e partita dopo partita, ha da giocarsi il posto con la scomoda concorrenza di Bruno Peres. Oggi, il laterale prelevato in estate dall’Atalanta ha l’occasione di approfittare della squalifica del suo compagno, squalifica che il brasiliano avrebbe dovuto scontare già contro il Sassuolo, ma rinviata al pari della partita causa nebbia. Durante il mese in cui il compagno è rimasto fuori dai campi per infortunio, tra settembre e ottobre, le prestazioni di Zappacosta sono cresciute esponenzialmente. Il ragazzo, in principio troppo conservativo, ha ritrovato fiducia, fino al bellissimo gol nello scoppiettante 3-3 contro il Genoa. Dalla partita contro l’Inter, però, non ha più rivisto il campo, tornando in panchina nel momento del rilancio granata. Ecco che, dunque, oggi per lui si presenta la grande occasione per ornare a mettersi in mostra. L’avversario ha dimostrato di sapere come si fa su quella fascia, starà a Zappacosta reagire e dimostrare che la titolarità di Peres è sempre meno un certezza.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Papa Urbano I - 2 anni fa

    …lo zappacosta visto fino ad oggi non può essere il vero zappacosta…io l ho seguito molto in under21…ed era un treno…sicuramente la presenza di Bruno non gli fa un gran bene…ma sicuramente Zappa deve ancora farci vedere il vero Zappa…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. RDS- toromaremmano - 2 anni fa

      Si andavi anche a vedere gli allenamenti dell’Under 21, vero?

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy