Torino, occhio a Benat e al tuttofare De Marcos

Torino, occhio a Benat e al tuttofare De Marcos

In attesa del big match contro l’Athletic Bilbao, andiamo a scoprire su chi potrà contare a centrocampo il tecnico Valverde, cercando di sopperire all’assenze di Markel Susaeta e di Ander Iturraspe.

Tra certezze e nuovi spunti Valverde giocherà a Torino con una formazione senza big, ma desiderosa di far bene.

PUNTI DI FORZA – Il tecnico Valverde affiderà la cabina di regia a Benat Etxebarria, giocatore capace non solo di impostare la manovra, ma anche quella di interdizione. Lo spagnolo, classe ’87, cresciuto nella cantera dell’Athetic Bilbao, ha avuto modo di fare un pò esperienza negli anni, prima nel Baskonia, poi nel Betis, che lo ingaggiò nel 2009. Rimase in biancoverde fino alla stagione 2013, anno in cui poi ritornò a Bilbao. Quest’anno in Chiampions League, tra preliminare e girone ha totalizzato ben sette presenze. Benat oltretutto possiede un ottima visione di gioco ed è capace di creare lanci interessanti per mandare in profondità i compagni. Da non sottovalutare assolutamente i suoi calci piazzati. Altro giocatore da tenere d’occhio è Oscar De Marcos: lo spagnolo rappresenta un jolly, dato che a centrocampo può ricoprire qualsiasi ruolo, dall’ala destra alla mezza punta, scalando all’occorrenza anche dietro come terzino sia destro che sinistro. Un giocatore polivalente dunque, nato originariamente come semplice esterno offensivo di centrocampo. In Europa Oscar finora ha giocato tutte le partite nell’Athletic Bilbao, che lo prelevarono nel 2009 dall’Alaves.

QUANTITA’ – Mikel Rico e Ibai Gomez non vedono l’ora di scendere in campo giovedì all’Olimpico: il primo, esperto trent’enne ed ex Granada, come Oscar, finora ha giocato tutte le partite, tra preliminare e girone, si accomoderà in mediana, il secondo invece, ala sinistra classe ’89 ha saltato appena due partite nella fase a gironi e dunque potrebbe trovare spazio nella ripresa.

GIOVANI – L’Athletic Bilbao potrà contare sulla freschezza del giovane Unai Lopez: il classe ’95 ha trovato spazio in Champions League (due partite) e non ha affato sfigurato. Si tratta di un trequartista, e nonostante la giovanissima età, ha già esordito nella Nazionale Under 21 nel 2014 durante le qualificazioni agli europei di categoria. L’altro giovane a disposizione di Valverde è Ager Aketxe: il ventunenne trequartista spagnolo, per via di un infortunio al piede, è sceso solo una volta in campo, giocando poco più di un quarto d’ora nella gara contro gli ucraini dello Shakhtar Donetsk

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy