Torino – Zenit, Jug non gestisce bene la gara

Torino – Zenit, Jug non gestisce bene la gara

Europa League, la moviola di TN: giusto annullare il gol di Glik, ma i russi meritavano qualche giallo in più

Qualche episodio da moviola da segnalare ieri sera in Torino – Zenit San Pietroburgo, terminata 1-0 per i granata, che hanno però fallito l’approdo ai quarti di finale di Europa League.

Al 7′ minuto viene fischiato un fuorigioco a Molinaro, che poi colpirà il palo.
L’arbitro Jug, poi, non sanziona due evidenti falli di mano: uno di Witsel e uno di Neto, che meritavano entrambi il cartellino giallo.
Ammonizione che avrebbe meritato poco dopo anche Tymoschuk, ma il biondo centrocampista ucraino vede fischiarsi soltanto il fallo di mano (fuori area) senza alcun provvedimento disciplinare.

Giusto poi, al minuto 49, ad inizio ripresa, annullare il gol di Glik. L’offside è millimetrico ma c’è.
Corretta anche la decisione, al secondo minuto di recupero, di non concedere il rigore reclamato dai granata (in particolare da Maxi Lopez) per un salvataggio sulla linea di mano da parte di Lombaerts su colpo di testa di Amauri: il giocatore in maglia gialla non colpisce, in realtà, con il braccio. Corretto anche non concedere il rigore reclamato da Molinaro, atterrato fuori dall’area di rigore.

Gara in generale nervosa e con tanti cartellini, che non sempre Jug riesce a gestire bene. Per esempio il portiere Lodygin andava subito ammonito per perdita di tempo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy