Torna la coppia Natali-Pratali

Torna la coppia Natali-Pratali

di Edoardo Blandino

Concentrazione. È questa la parola chiave che serve ora al Torino. I granata giocano bene, creano occasioni interessanti, gestiscono il pallone, ma alla fine perdono. Un attimo fatale, una distrazione ed il patatrac è servito. Contro il Milan servirà quindi un’attenzione maniacale per ogni aspetto ed una dedizione vista poche volte in questo campionato. Anche…

Commenta per primo!

di Edoardo Blandino

Concentrazione. È questa la parola chiave che serve ora al Torino. I granata giocano bene, creano occasioni interessanti, gestiscono il pallone, ma alla fine perdono. Un attimo fatale, una distrazione ed il patatrac è servito. Contro il Milan servirà quindi un’attenzione maniacale per ogni aspetto ed una dedizione vista poche volte in questo campionato. Anche perché se è vero che di Kakà e compagni non bisogna avere paura – Rubin docet –, è altrettanto vero che i rossoneri sono tra le prime tre squadre più forti della Serie A. L’attacco stellare di Ancelotti è composto da fenomeni unici: Kakà, Ronaldinho, Shevchenko, Inzaghi, Pato, Borriello sono giocatori straordinari, capaci di segnare in qualunque circostanza e da qualsiasi posizione. La squadra ha superato i problemi iniziali e tutta la rosa ha iniziato a funzionare al meglio. Lo dimostrano le 17 reti complessive segnate, che rendono i rossoneri una delle squadre più prolifiche del nostro campionato.

Toccherà alla difesa granata frenare gli ospiti. De Biasi conta di recuperare chi non c’era nelle ultime gare per riformare così la coppia “titolare” formata da Natali-Pratali. Il neoacquisto è rientrato in campo nella trasferta di Catania, dopo l’infortunio patito contro l’Atalanta. Gli manca ancora il ritmo partita, ma il giocatore è ormai da tempo in gruppo ed il tecnico non avrà remore a schierarlo dal primo minuto. Accanto a lui potrebbe e dovrebbe fare coppia l’altro imponente centrale: Natali. Il biondo difensore dai muscoli di cristallo è tornato ad allenarsi a  pieno regime da poco, ma è già a buon punto sulla via del recupero. In ogni caso De Biasi sarà costretto a schierarlo contro il Milan per via delle numerose defezioni che hanno colpito la retroguardia, a cominciare dalle squalifiche. A completare la linea difensiva dovrebbero esserci Diana, a cui il mister concederà nuovamente fiducia, e Pisano, che però è uscito acciaccato da Catania. Se l’ex giocatore del Palermo non dovesse farcela, toccherebbe a Rubin prendere il suo posto.

 

Foto: M.Dreosti

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy