Toro, 4 punti contro la Lazio è un ottimo bottino

Toro, 4 punti contro la Lazio è un ottimo bottino

Quattro punti tra andata e ritorno: in questa stagione il Toro ha conquistato un buon bottino contro la Lazio. A maggior ragione pensando al valore della squadra biancoceleste, che lotta su tre fronti e può ancora puntare ad un posto per i preliminari di Champions League.
 
Quattro punti tra andata e ritorno: in questa stagione il Toro ha conquistato un buon bottino contro la Lazio. A maggior ragione pensando al valore della squadra biancoceleste, che lotta su tre fronti e può ancora puntare ad un posto per i preliminari di Champions League.
 
PIU’ DI UN DECENNIO FA – L’ultima volta che i granata hanno fatto quattro punti contro la Lazio in campionato è stato più di dieci anni fa: era infatti la stagione 2001/2002, sulla panchina del Toro c’era Giancarlo Camolese. Dopo lo 0-0 all’Olimpico con Zoff sulla panchina biancoceleste, Camolese batte Zaccheroni nel ritorno al Delle Alpi, grazie ad un gran gol di Cristiano Lucarelli. Quel Toro finì undicesimo in classifica con un buon margine sulla zona retrocessione.
 
ALTRI PRECEDENTI – Per trovare altre combinazioni come quella del campionato attuale bisogna andare un po’ più indietro nel tempo. Stagione ‘93/’94. Il duello in panchina è tra Mondonico e Zoff, all’andata i granata sbancano l’Olimpico in rimonta: al vantaggio siglato da Alen Boksic, rispondono Silenzi e Gregucci. Al ritorno pari casalingo firmato da Casiraghi e Francescoli. Altro precedente nell’annata ‘88/’89: nel pirotecnico 4-3 del ritorno al Comunale segnano Rossi, Cravero, Skoro e Muller, mentre all’andata era stato Gregucci a pareggiare l’autogol di Pin. Nell’84/’85, dopo un pareggio a reti bianche a Roma, era stato Junior su rigore a decidere l’altra sfida con i laziali. Fino ad arrivare alle stagioni ‘77/’78 e a quella dello scudetto, in cui Pulici e Graziani firmavano la vittoria casalinga, mentre due autogol decidevano il pari del ritorno. 
 
BUONI PROPOSITI – Una combinazione di risultati che sembrano portar bene alla squadra granata. Insomma, quando gli incroci contro la Lazio sono positivi, ci si può aspettare buoni risultati finali. E la vittoria di domenica della truppa di Ventura sembra essere un buon segno in questa direzione. Il Toro era chiamato ad una definitiva prova di maturità: dopo qualche inciampo contro avversari alla sua portata, era arrivato il momento di giocarsela con una grande per conquistare punti fondamentali al fine di costruirsi un finale di stagione tranquillo. La risposta è arrivata, contro il Napoli dopo la sosta i granata possono aggiungere ancora un mattoncino alla loro credibilità.
 
Emanuele Olivetti
(foto Drerosti)
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy