Toro, a Cagliari la giornata storta di Ogbonna

Toro, a Cagliari la giornata storta di Ogbonna

Quello di domenica era un Angelo Ogbonna decisamente lontano dal sontuoso difensore che i tifosi del Toro hanno imparato ad amare. Negli episodi decisivi il centrale granata ha influito, purtroppo, decisamente in negativo, causando due rigori (con espulsione nel secondo) e lasciando…
Quello di domenica era un Angelo Ogbonna decisamente lontano dal sontuoso difensore che i tifosi del Toro hanno imparato ad amare. Negli episodi decisivi il centrale granata ha influito, purtroppo, decisamente in negativo, causando due rigori (con espulsione nel secondo) e lasciando libero Conti sul colpo di testa del momentaneo due a due. Certo non si può dimenticare il rigore ai suoi danni non visto dall’arbitro Peruzzo ma nel complesso la prestazione di Ogbonna rimane, e di molto, al di sotto della sufficienza.
Il primo a rendersene conto è il giocatore che a fine gara si è detto dispiaciuto per l’espulsione (la prima della sua carriera), puntando però il dito contro l’eccessivo rigore dell’arbitro, quanto meno in merito agli episodi contro il Torino.

Tutta colpa del difensore? – Certo la prestazione opaca del centrale difensivo di Ventura ha azzoppato un reparto di solito molto solido. Ma a ben guardare, nel primo tempo è stata la squadra a non brillare. Come ricorda Gino Strippoli nel suo editoriale, c’è tanta autocritica da fare e nelle fasi più delicate del match, il Toro ha lasciato il pallino del gioco al Cagliari. Se è stata da applausi la reazione di orgoglio dei granata che, salvo la sfortunata deviazione di Glik, erano riusciti a riacciuffare la partita, le lacune si sono viste sul fronte della lucidità e dell’attenzione.

Con il Palermo torna Rodriguez – Vista l’espulsione di Ogbonna, a fare coppia con Glik sarà di nuovo il tenace difensore uruguaiano. Meno abile con i piedi rispetto al centrale azzurro ma ampiamente apprezzato dai tifosi per la grinta e la determinazione. Aspettando il miglior Ogbonna (nessuno discute il suo valore e il popolo granata – come dimostra il nostro sondaggio- ha fiducia nel ragazzo), contro il Palermo il furore agonistico di Rodriguez potrebbe favorire il resto della squadra così da non correre il pericolo di rilassarsi. Le amnesie possono capitare, anche a giocatori di valore come Ogbonna, l’importante è rispondere da squadra agli errori. Perché su quelli si può correre ai ripari, sugli arbitraggi invece…

 
 
Redazione TN
 
(Foto M. Dreosti)
 
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy