Toro, a San Pietroburgo torna quello di Bilbao

Toro, a San Pietroburgo torna quello di Bilbao

Verso Zenit San Pietroburgo – Torino / Ingenuità difensive come quelle viste a Udine possono costare carissime ai granata

Commenta per primo!

Archiviata la sconfitta di Udine, deludente ma frutto di un comprensibile calo visti i ritmi a cui stava viaggiando il Torino, Glik e compagni si rituffano nell’Europa League e preparano al meglio l’importantissima sfida con lo Zenit San Pietroburgo, una trasferta prestigiosa e affascinante, di quelle che il popolo granata sognava da una vita.

LA FORZA DELLO ZENIT – Lo Zenit di Villas Boas è una squadra dall’altissima caratura tecnica, con a disposizione un grosso budget e tanti campioni, motivo per cui è inutile dire che, almeno sulla carta, il Torino parte sfavorito.

PER IL TORO DI BILBAO TUTTO E’ POSSIBILE – Tuttavia il grande gruppo visto a Bilbao e all’Olimpico contro il Napoli può far male a chiunque, e non teme nessun tipo di partita.
Al San Mames soprattutto infatti i granata sono stati attenti, cinici, concentrati e battaglieri, rispondendo colpo su colpo ai baschi e non facendosi intimorire da un ambiente davvero complesso da gestire.

EVITARE GLI ERRORI DI UDINE – Se saranno gli stessi anche a San Pietroburgo, allora sognare è lecito e un risultato positivo è alla portata, altrimenti, commettendo le stesse ingenuità difensive e gli stessi errori visti a Udine, le probabilità di essere affondati, al cospetto di una rosa del genere, sono davvero numerose.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy