Toro avanti con Brighi, ma occorre cambiare marcia

Toro avanti con Brighi, ma occorre cambiare marcia

Ci pensa Matteo Brighi con un diagonale a sbloccare la situazione all’Olimpico. Parte convinto il Torino in questo esordio stagionale in Serie A contro i neroverdi del Sassuolo. Ventura schiera il suo 3-5-2 lasciando in panchina El Kaddouri…
Ci pensa Matteo Brighi con un diagonale a sbloccare la situazione all’Olimpico. Parte convinto il Torino in questo esordio stagionale in Serie A contro i neroverdi del Sassuolo. Ventura schiera il suo 3-5-2 lasciando in panchina El Kaddouri e Bellomo, al loro posto l’esperienza di Vives e la durezza del Principe di Svezia Alex Farnerud. L’ex Young Boys parte bene, ma alla fine si perde spesso in un tocco di troppo. Per il resto la truppa di Ventura pressa ed arriva subito al tiro, smorzato, sull’asse Cerci-Darmian. Il Sassuolo, però, non è da meno e rispondo colpo su colpo nelle prime battute. Il primo angolo della stagione è proprio a favore dei ragazzi di Di Francesco, la difesa granata è ben piazzata e allontana la sfera. Immobile si muove molto bene in profondità, confermando l’ottimo stato di forma, ma il gol tarda ad arrivare. Cerci, invece, non brilla come tutti vorrebbero, al contrario di Vives: schierato all’ultimo e decisamente più in partita rispetto all’esterno di Valmontone. Toro in vantaggio sul Sassuolo nel finale grazie ad un diagonale in spaccata di Matteo Brighi, le vere occasioni pericolose, di fatto, si contano sulle dita di una mano. I ragazzi di Ventura peccano spesso d’imprecisione. I tifosi si aspettavano di più ed anche il quintetto arbitrale sembra leggermente da rivedere. Nella ripresa si attende ad ogni modo un cambio di marcia.

 
Manolo Chirico 
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy