Toro, Barreca si scopre precario: “È entrato con la Fiorentina e poi…”

Toro, Barreca si scopre precario: “È entrato con la Fiorentina e poi…”

Focus on / Le parole di Mazzarri sanno di bocciatura, il futuro del terzino è tutto da scrivere

di Alberto Giulini, @albigiulini

“Con la Fiorentina ha fatto 25 minuti e purtroppo il risultato è andato in quel modo. Quando un ragazzo entra in una partita difficile, importante, anche quel tempo può bastare per essere valutato”. Queste le parole con le quali Walter Mazzarri si è espresso riguardo un possibile impiego di Antonio Barreca nella gara di questa sera contro il Crotone. Una dichiarazione che sa di bocciatura dopo la gara contro la Viola, i cui effetti, per i toni utilizzati dal tecnico, potrebbero a questo punto estendersi anche al mercato estivo.

PAROLE DA BOCCIATURA – Lasciano il segno le parole del tecnico, che ha lasciato trasparire senza mezzi termini di non essere pienamente convinto sul terzino scuola Toro. Un giudizio tecnico che ci sta e che un allenatore è pienamente padrone di avere, beninteso. Appare singolare, tuttavia, il fatto che il giudizio negativo derivi dallo spezzone di gara che Barreca ha giocato contro la Fiorentina, tenendo conto del fatto che la fase finale della gara in questione non è stata la peggiore dell’incontro. Decisamente negativa, al contrario, la prestazione dei granata nella prima frazione, quando il terzino non era ancora entrato in campo. Le parole di Mazzarri potrebbero avere l’intento di spronare il giocatore a dare ancora di più, certo, ma che, di primo acchito, suonano come una bocciatura.

FUTURO GRANATA IN SALITA – Non ci sarebbe da stupirsi se le dichiarazioni di Mazzarri non siano piaciute in primis a Barreca, che si è visto valutare in modo negativo per una manciata di minuti in una gara in cui la prestazione della squadra, nel complesso, è stata negativa. Di conseguenza, è possibile che il terzino stesso abbia iniziato a valutare il da farsi in vista della prossima stagione e, tra le varie opzioni prese in considerazione, non è da escludere che ci sia anche quella di lasciare Torino. Fino al termine della stagione rimangono comunque nove gare da giocare e molto probabilmente Barreca avrà nuove opportunità, ma, almeno al momento, la situazione sembra evolversi in modo negativo. Spetterà al giocatore smentire i giudizi, forse troppo affrettati, del tecnico.

Gianluca Sartori

13 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13657769 - 9 mesi fa

    È un esterno sx. Difensore lo hanno inventato i vari mister…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Gud_74 - 9 mesi fa

    Credo semplicemente abbia voluto “spronarlo” … e mi sembra leggitimo.

    Non si gioca solo perchè si è giovani, non si gioca solo perchè si è del vivaio, si gioca perchè ce lo meritiamo.

    Forza Antonio adesso tocca a te far vedere al mister che che ci sei!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. renato - 9 mesi fa

    Ho sempre ritenuto Barreca un difensore più che buono ma lo vedo ancora meglio come esterno sinistro in una linea mediama a 5 con Ansaldi dal lato opposto. Anche in questo caso, come tanti altri, penso che un allenatore debba prima di tutto trovare la giusta collocazione in campo dei giocatori che ha a disposizione per poter sfruttare al meglio le loro caratteristiche.
    Non condivido assolutamente una eventuale bocciatura da parte di Mazzarri (sempre ammesso che sia così), in quest’ultimo anno abbiamo perso diversi giocatori che, se meglio impiegati, avrebbero potuto essere molto utili, e li abbiamo sostituiti con personaggi a mio parere abbastanza improponibili (tipo Niang e Rincon ad esempio).
    Cerchiamo per favore d’imparare qualcosa dagli errori del passato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-13819874 - 9 mesi fa

    non sono d’accordo, venire dal vivaio dovrebbe garantire doti morali superiori, e una qualità valutata tramite molti passaggi tra i giovani. Ma è assolutamente vero che un giovane si deve meritare una certa preferenza e che gli allenatori italiani di oggi, a prescindere, preferiscono sempre tirarsi dietro i loro ex e seminano poco su quelli che vengono dalle giovanili della Società. Spesso non facendo l’interesse della Società.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-13819874 - 9 mesi fa

    sono meno pessimista sul concetto espresso da Mazzarri, secondo me è tutto da valutare anche se Barreca in questa stagione. anche per i malanni, non ha dimostrato la sicurezza e la qualità del 2026-2017.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. biziog - 9 mesi fa

    ripetiamo le solite cose: Barreca lo scorso anno entrò perché Molinaro era infortunato e stupì tutti, Sinisa compreso, poi nel finale di stagione ebbe un calo, calo però che corrispose a tutta la squadra.
    Quest’anno è stato vittima della pubalgia, Sinisa lo ha fatto giocare anche quando non doveva perché non era guarito.
    Ora, se è davvero guarito (e non vedo perché no, sennò lo si direbbe..) il fatto che non giochi è veramente un mistero, come sono incomprensibili le parole di Mazzarri (al genio bastano 20 minuti per giudicare un giocatore?). Dovrebbe farlo giocare, per valutare se è guarito e se è ancora il giocatore ammirato lo scorso anno. Ma se non gioca i casi sono tre: discussioni con l’allenatore, giochi di mercato, Mazzarri non capisce una mazza.
    Poi sul vivaio, certo che non basta essere del vivaio per giocare nel torino fc (sennò avremmo Facundo Lescano centravanti) ma a parità di valore tra un giocatore qualunque e uno cresciuto nel vivaio preferisco nettamente il secondo perché può dare qualcosa in più (o ci siamo dimenticati Ferrini e PUPI, ma anche Cravero…) e non mi sembra che De Silvestri sia nettamente + forte di Barreca…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Toro71 - 9 mesi fa

    Mazzanti sveglia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Pimpa - 9 mesi fa

    Premessa:non concordo sul fatto che uno debba giocare solo perché viene dal vivaio,a me interessa che giochino quelli bravi indipendentemente da dove provengano.
    L’attaccamento cieco ai giocatori della primavera lo ritengo inutile e anacronistico.
    Il Barreca ha dimostrato ripetutamente di essere un giocatore modesto come esterno di centrocampo e inguardabile come difensore. E non è giovane,i giovani sono altri.
    Con questo,vorrei che giocasse lui e non quell’altro fenomeno di De Silvestri,pur essendo certa che con Barreca si rimane esattamente quelli che siamo,cioè una squadra di mediocri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. user-13819646 - 9 mesi fa

    Per me barreca va recuperato dopo la pubalgia impossibile giudicarlo e?un patrimonio del toro e non va messo in discussione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. FVCG-70 - 9 mesi fa

    A mio parere Barreca è un bel mistero…
    quest’anno purtoppo la pubalgia lo ha penalizzato tantissimo, ma nè Mihailovic nè Mazzarri pare lo abbiano apprezzato/apprezzino più di tanto.
    A mio parere, a costo di attirare molti pollici versi, non è un fenomeno ma un onesto giocatore da serie A medio bassa.

    Poi, per carità, meglio lui in campo che Molinaro, ma un terziono sinistro che difenda e sappia mettere qualche buon cross a mio parere è un’altra cosa…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Bito58 - 9 mesi fa

    Il commento di WM su Barreca mi sembra cretino. Ome si sia perso per colpa sua. Cazzata assoluta. Per il resto atteggiamento da duro di stampo medievale e un po’ cafone. “Chi non fa cosa dico lo tolgo anche a partita in corso”. Peccato che non si giochi a subbuteo ed i giocatori (come qualsiasi impiegatuccolo) devono poter agire con l’elasticità necessarie a che fa un gioco di movimento nel quale il caso (per questo eyun gioco) spesso la fa da padrone. Un altro che farebbe meglio a contare fino a 10. Mah.. si vede che li cerchiamo così.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Athletic - 9 mesi fa

    Il primo terzino da mandar via è De Silvestri, il secondo da mandare in pensione è Molinaro. Ansaldi e Barreca sono i migliori che abbiamo quindi a meno che non si voglia rifare completamente la squadra, sono quelli da cui dobbiamo ripartire.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. tric - 9 mesi fa

    Mazzarri non mi pare un genio del calcio, ma, se il senso delle sue dichiarazioni è una bocciatura di Barreca per il poco giocato con la Fiorentina, allora è proprio un asino!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy