Toro, con Mazzarri la svolta: ora la difesa è una garanzia

Toro, con Mazzarri la svolta: ora la difesa è una garanzia

Approfondimento / Con il nuovo tecnico diminuito il numero di gol subiti: la retroguardia è tornata ad essere solida

di Alberto Giulini, @albigiulini

Con una sola rete subita nelle ultime tre gare di campionato, la difesa del Toro si sta dimostrando un vero e proprio punto di forza della formazione granata. E se Cagliari e Crotone potevano comunque essere considerati avversari di caratura inferiore, lo stesso non lo si può invece dire dell’Inter, presentatasi al Grande Torino con il tridente Candreva-Icardi-Perisic.

REPARTO CHE FUNZIONA – Se i granata sono riusciti a mantenere inviolata la porta nella gara di ieri, è soprattutto merito della grande prestazione di un reparto che, nel suo insieme, ha disputato una grandissima partita. Sirigu, dimostratosi sempre più una garanzia, ha compiuto interventi straordinari ed ha conferito grande sicurezza alla linea difensiva con le uscite sui palloni alti. Provvidenziale è stato anche Nkoulou, che ha evitato il gol del pareggio con un notevole gesto tecnico. Oltre a quella del camerunense, sono state ottime anche le prestazioni di Burdisso e Moretti, sempre pronti e precisi in chiusura.

MAGGIORE SOLIDITÀ – Con l’avvento di Walter Mazzarri sulla panchina granata, il Toro ha consolidato sempre più la fase difensiva, fino ad arrivare all’ottimo risultato delle ultime tre partite. Con il passaggio ad una retroguardia a tre elementi, i granata hanno concesso una sola rete ed hanno saputo resistere ad un attacco temibile come quello dell’Inter. A testimoniare la maggiore solidità difensiva raggiunta con il tecnico toscano sono anche i numeri. Se fino alla dodicesima giornata il Toro di Mihajlovic aveva subito 19 gol (media di 1,58 a partita), con l’avvento di Mazzarri il numero di reti subite è sceso ad 11 (media di 0,91 a partita).

RICAMBI GIÀ PRONTI – Premesso che il valore di giocatori del calibro di Burdisso e Moretti non può assolutamente essere messo in discussione, l’unica incognita è legata all’età ormai avanzata. Entrambi classe 1981, compiranno a breve 37 anni. Oltre che per le attuali condizioni fisiche, le stesse di giocatori di gran lunga più giovani, a tranquillizzare il Toro è la presenza in rosa di Lyanco e Bonifazi, giovani talenti dal futuro assicurato. Se il brasiliano non è ancora a disposizione per i continui problemi a piede e caviglia che ne hanno compromesso la stagione, l’ex Primavera può essere riproposto a breve. A favorire l’utilizzo dell’ex Spal il fatto che i granata dovranno affrontare, nel giro di una settimana, Chievo, Milan ed Atalanta. L’obiettivo, dunque, sarà dimostrare di avere grandissima solidità anche andando a variare alcuni elementi.

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. buzzigranata - 3 mesi fa

    Mazzarri è un lavoratore serio e meticoloso: si stanno vedendo i frutti, avanti così mister!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. prawn - 3 mesi fa

    Son convinto che senza fare troppe cazzate (o acquisti) in Estate l’anno prossimo con Mazzarri ce la giochiamo.

    Sta facendo giocare la difesa ‘dei nonni’ benissimo e ha rigenerato Ljacic.

    Basterebbe un Gallo in forma (e convinto del progetto) e un Baselli rigenerato (o un rimpiazzo)

    De Silvestri e Ansaldi nel centrocampo a 5 non sfigurano per niente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Luke90 - 3 mesi fa

    il calendario delle prossime partite non è molto favorevole.. ma non lo è neppure per Samp e Fiorentina.. forse l’Atalanta è quella messa meglio.
    Al netto delle parole, delle contraddizioni, delle sparate, delle accuse, dei preconcetti, degli insulti ecc. ecc., sperare non costa nulla.. crederci è un atto di fede (io ci credo da agosto scorso ..), viviamo giorno per giorno…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Filadelfia - 3 mesi fa

    Beh non c’è da stupirsi. Era talmente evidente che il problema del Toro targato Sinisa era l’equilibrio tattico. Già dal primo anno con la caterva di reti subite. La società doveva capirlo e prendere le dovute decisioni (esonero) già a giugno. A questora avremmo ben altra posizione in classifica. Invece abbiamo perso un altro anno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gud_74 - 3 mesi fa

      Già

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. luna - 3 mesi fa

    Può essere che le trattative di mercato abbiano voluto escludere Ljajic dal campo per preservalro da rischi d’infortuni, credo anche che Mazzarri abbia voluto far capire ad Adem, che deve giocare per la squadra e con la squadra per il bene suo e soprattutto del Toro.
    Mi sembra che le cose vanno meglio continuo ad avere fiducia nelle scelte di Mazzarri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. rokko110768 - 3 mesi fa

    I meriti di Mazzarri sono nel lavoro, nel suo approccio non destabilizzante, nel cercare di cavare fuori il meglio dagli uomini a disposizione. Oltre ad un equilibrio tattico che oramai serve sempre più, soprattutto se non hai campioni in campo.
    Resta il mistero su Ljajic ma credo che molto sia dipeso, oltre all’approccio mentale del giocatore ed al rapporto con Mazzarri, dal tema mercato visto che fino a fine Febbraio era in bilico per esser ceduto allo Spartak (Cairo docet…. :-( ).
    Ora pensiamo al Chievo e giochiamo nello stesso modo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Conta7 - 3 mesi fa

    Al netto del fatto di avere dei fenomeni, i risultati passano sempre per l’equilibrio e l’organizzazione di squadra in mezzo al campo: e le prestazioni delle ultime uscite sono decisamente incoraggianti da questo punto di vista.
    Quello che a me piace di Mazzarri è che incarna alla perfezione la definizione di Allenatore, uno che pensa a lavorare e a tirar fuori il meglio di giocatori che ha a disposizione!
    E’ arrivato non rivoluzionando la struttura tattica precedente per non creare destabilizzazioni, poi ha via via inserito qualcosa di suo fino a trovare questo assetto che esalta le qualità degli avanti e garantisce nel contempo solidità.

    Comunque, non esaltiamoci… Testa bassa (al Chievo) e pedalare!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy