Toro, c’è la Spal: la prima di cinque partite che possono lanciarti verso l’Europa

Toro, c’è la Spal: la prima di cinque partite che possono lanciarti verso l’Europa

Verso il match / Spal, Genoa, Bologna, Sassuolo e Benevento: a Ferrara i granata possono dare il via a un ciclo importante

di Nicolò Muggianu

Step by step. Il Torino si prepara ad affrontare la Spal: il primo di cinque esami ‘abbordabili’ che i granata dovranno provare a superare a pieni voti per compiere un balzo in classifica e restare attaccati al treno europeo. Il prossimo turno di Serie A infatti, vedrà contrapporsi la compagine di Semplici e il Torino di Mihajlovic presso lo stadio Paolo Mazza di Ferrara. Una partita da non sottovalutare per Belotti e compagni che, dopo aver superato la Roma all’Olimpico nell’ultimo turno di Coppa Italia, non devono perdere la concentrazione.

 

GLI AVVERSARI – La squadra di Semplici però non farà certo da vittima sacrificale. La Spal infatti, nonostante il 18° posto occupato attualmente in classifica, è un avversario ostico quando gioca in casa. A Ferrara, la compagine biancazzurra ha messo in difficoltà squadre del calibro di Napoli e Fiorentina. Un match da non sottovalutare dunque, con il Torino che dovrà preparare la trasferta emiliana così come le ultime trasferte prestigiose. Dalla disfatta del Franchi in poi infatti, i ragazzi di Mihajlovic sono stati quasi impeccabili lontani dal capoluogo piemontese. Dal match di San Siro contro l’Inter, i granata hanno raccolto 4 risultati utili consecutivi in trasferta tra campionato e Coppa Italia.

FUORI CASA – 2 vittorie e 2 pareggi: questo il bottino raccolto dal Toro nelle partite in questione. Strano a dirsi; specialmente per una squadra che storicamente ha costruito le sue fortune tra le mura amiche. Ma con la vittoria all’Olimpico Grande Torino che manca ormai da più di 50 giorni, la squadra di Mihajlovic è costretta a fare bene in trasferta per restare attaccata al treno Europa League. Le più importanti sono proprio le due vittorie romane: prestazioni convincenti, suggellate da un risultato meritato sul campo. A Ferrara servirà ancora una volta questo Torino. Le luci e il prestigio di San Siro e dell’Olimpico hanno dato una nuova verve ai giocatori granata, che ora però dovranno restare concentrati e dare il meglio di sè anche al ‘modesto’ Paolo Mazza di Ferrara.

AS Roma v Torino FC - TIM Cup

CALENDARIO FAVOREVOLE – Ma occhio al calendario. Già, perché il Torino a Ferrara darà inizio a un ciclo di cinque partite fondamentali per la corsa all’Europa League. Spal, Genoa, Bologna, Sassuolo e Benevento: sono questi gli scontri che aspettano i ragazzi di Mihajlovic da qui al prossimo 28 gennaio. Avversari abbordabili sulla carta certo, ma allo stesso tempo incontri dal peso specifico enorme per una squadra dalle ambizioni europee. Si prospettano 30 giorni di fuoco per il Torino, che dovrà cercare di ottenere il maggior numero di punti possibili, per compiere un balzo in classifica e provare ad agganciarsi stabilmente al treno europeo.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Grande Torino - 1 anno fa

    Ferrara è una partita importante per verificare se Roma può considerarsi un piccolo passo di svolta mentale e tecnico. Non sarà facile, ci metteranno l’anima per far punti in casa. Il Toro in trasferta pare aver maggior equilibrio e serenità rispetto alle mura amiche dove forse i giocatori ed il mister sentono troppo la pressione del tifo e si fanno sopraffare da voglia di fare, timore di sbagliare ed entrano spesso in stato confusionale. Si può vincere ma dovremo avere nervi saldi e giocare tranquilli. Sarà la partita di Niang e Iago.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy