Toro e lunch-match: chi mangia meglio, gioca meglio. Ecco perchè

Toro e lunch-match: chi mangia meglio, gioca meglio. Ecco perchè

Verso la Lazio / Esiste una specifica tabella da seguire a tavola, in fase di preparazione delle sfide in questi orari particolari, che può essere propedeutica ad una prestazione superiore: ecco qual è

2 commenti
Maxi Lopez

Il calendario del Torino mette i granata di fronte al un altro lunch-match: Glik e compagni domani scenderanno infatti in campo contro la Lazio alle 12.30, orario che rappresenta un vero e proprio incubo della squadra di Ventura che quando calca il terreno di gioco in quella fascia oraria raramente fa risultato e spesso risente anche a livello di prestazione.

La domanda, lecita, che ci siamo posti è se ci possa essere -oltre al resto -un problema di alimentazione: pre-match e in fase di preparazione dello stesso. Una distribuzione dei valori energetici scorretta che non permetta di sprigionare in gara tutta la propria forza.

Esiste quindi una tipologia di alimentazione migliore, o più adatta, a seconda degli orari di gioco? L’argomento è spesso chiacchierato e parlando con più esperti abbiamo trovato risposte piuttosto precise.

Ovviamente, anche sotto il profilo dell’alimentazione, per ottenere risultati migliori è necessario seguire regole ben precise e talvolta compiere anche sacrifici. In linea di massima in ogni caso si può affermare che non esiste alcun cibo da consumare prima della partita (a qualsiasi ora questa venga disputata) che, da solo, consente di giocare meglio.

Al contrario però esiste una specifica alimentazione che può essere propedeutica ad una prestazione superiore: non devono assolutamente mancare i cibi ricchi di amido quali pasta, riso, pane o patate; gli zuccheri vanno invece limitati. Al contrario di quanto si potrebbe pensare inoltre, oltre ai grassi è sconsigliato consumare proteine (carne, uova, formaggio). Le verdure hanno un ruolo fondamentale nel pasto pre partita, così come è necessario prestare attenzione all’abbinamento degli alimenti ed a mantenere l’equilibrio tra gli stessi all’interno dello stesso pasto.

Ecco dunque come potrebbe variare il menù del Torino in vista del match contro la Lazio rispetto a quello consumato dai granata nelle ore precedenti ad una sfida disputata alle ore 15.00: dopo una ricca colazione, è prevedibile un pranzo ridotto consumato circa tre ore prima dell’inizio della partita.

L’ideale per questo pasto sarebbe essere ricco di carboidrati e completato da un piatto di verdure, o in alternativa a queste ultime l’aggiunta di frutta nelle ore immediatamente precedenti la partita. Rispetto ad un incontro delle 15.00 verrà quindi probabilmente eliminato il consumo di proteine, in modo da non appesantire gli atleti proprio a poche ora dalla sfida e permettere alle proprietà energetiche dei carboidrati di sprigionarsi in concomitanza con l’orario della sfida.

Di certo l’alimentazione pre partita non è tutto, ma può giocare un ruolo di rilevanza importante permettendo ai giocatori di risultare più vigorosi e meno appesantiti e, dunque, potendo anche risultare determinante.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. aterreno - 11 mesi fa

    l’orario di pranzo serve solo a ventura come scusa per l’ennesima prestazione sotto tono

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Emanuele886 - 11 mesi fa

    Speriamo nelle avversarie di Frosinone e Carpi, va!!!che mi sa che in queste 4 partite va già bene se facciamo 1 punto!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy