Il Toro inizia a scoprire Zaza. E ora tenerlo fuori diventa complicato

Il Toro inizia a scoprire Zaza. E ora tenerlo fuori diventa complicato

Focus on / A Verona l’attaccante si è sbloccato ed ha ripagato la fiducia del tecnico, che nel post partita ha parlato di possibili soluzioni tattiche

di Alberto Giulini, @albigiulini

Il Toro inizia a scoprire Simone Zaza. Porta la sua indelebile firma la vittoria ottenuta ieri dal Toro sul campo del Chievo. Mandato in campo da Mazzarri ad inizio ripresa, il centravanti ha saputo sfruttare nel migliore dei modi un filtrante di Berenguer, permettendo ai granata di portare a casa tre punti preziosi. Poi l’esultanza sotto la curva, attorniato da tutta la squadra. Anche i compagni aspettavano il suo primo gol. Così come Mazzarri, che pure sin dall’arrivo non gli ha regalato niente.

RISPOSTA SUL CAMPO – “Mi sono sbloccato e sono contento, è importante fare gol per un attaccante” ha poi detto Zaza al termine dell’incontro, con una dedica particolare al magazziniere Marco Pasin: “Lui è stato tra i primi a volermi qui e spingeva per farmi arrivare, il gol l’ho dedicato anche a lui”. L’attaccante ha saputo rispondere sul campo alle ultime esclusioni dall’undici iniziale ed alle “punzecchiature” di Mazzarri, che, alla domanda su un suo possibile impiego, alla vigilia dell’incontro aveva risposto “Deve capire la mentalità del gruppo e dell’allenatore”.

Chievo-Torino 0-1, Zaza: “Riparto da questo gol. E l’amico magazziniere…”

RUOLO DA PROTAGONISTA – Quando è stato mandato in campo, Zaza ha lottato in mezzo agli avversari ed ha cercato di sfruttare al meglio ogni pallone che gli capitasse tra i piedi. Si capiva che, dopo due esclusioni, gli era scattata dentro la molla giusta, la voglia di prendersi questo Toro. Insomma, il centravanti ha fatto proprio quello che gli aveva chiesto Mazzarri, che ora potrà contare su un giocatore parso in netto miglioramento rispetto alle ultime uscite. Ed il tecnico non ha chiuso ad un tridente Iago Falque-Belotti-Zaza: “Si può fare, oggi abbiamo finito la partita così”. Certamente, lo Zaza visto ieri diventa difficile da tenere fuori: contro Frosinone e Bologna saranno due gare da vincere, e immaginarselo nuovamente protagonista non è un puro esercizio di fantasia.

37 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. FVCG'59 - 2 mesi fa

    Le prossime partite sono perfettamente compatibili per vedere in campo Falque-Zaza-Belotti.
    Piano a criticare il Gallo: lotta e si sbatte come pochi e se torna a credere in se stesso, tiene i piedi per terra e Se continuerà a credere nel Toro, tornerà ad essere Molto utile alla causa!
    È a centrocampo e nel mondo di giocare che bisogna fare Enormi passi avanti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Michele Nicastri - 2 mesi fa

    E’ più complicato tener fuori Iago che Zaza. Ed è complicato anche tener fuori Berenguer che è l’unico con Iago a saper servire le punte.
    Spero rientri presto Ansaldi, mi piacerebbe vedere un centrocampo tre tosto ma anche tecnico Ansaldi-Meite-Lukic che permetterebbe di schierare Berenguer e Aina esterni e Iago-Belotti o Iago-Zaza davanti.
    Iago-Zaza-Belotti insieme significa rinunciare a un esterno (Aina?) e giocare a 4 a centrocampo. Forse per partite con squadre inferiori o quando si deve recuperare, ma come impianto di gioco non mi convince.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. schmat - 2 mesi fa

      Secondo me è giusto usare la rosa che si ha al massimo. In partite come quelle con Frosinone, Chievo e Bologna per me DEVI provare un 3-4-3 perché se non metti tre punte contro le più scarse, con chi le metti? Giusto passare al 3-5-2 o 3-4-2-1 con le più forti invece.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Toro71 - 2 mesi fa

    Secondo me quando Zaza avrà maggior minutaggio nelle gambe sarà di grande aiuto a Belotti che spesso è isolato in attacco. Gran gol di Zaza col Chievo. Forza Toro avanti così.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Vanni - 2 mesi fa

    Per me Baselli serve solo come riserva. Fra un po va in pensione ma quello è. Rincon è un ottimo mastino ma non sarà mai un regista. O fa giocare Meite, se si sveglia un po, davanti alla difesa con a lato Rincon, o non vedo altre versioni a centrocampo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Nicola - 2 mesi fa

    Come ha scritto un tifoso qui sotto “Tutti scrivono ma bisogna riflettere un po’”. ecco, leggere che Belotti non dovrebbe giocare ma stare in panchina non si può proprio sentire nè pensare e non serve nenache argomentare….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. torracofabi_980 - 2 mesi fa

      Probabilmente no si accorgono che corre DA SOLO dietro tutti i palloni, da e prende un sacco di botte, torna a difendere e nessuno è in grado di passargli una palla pulita. Io lo metterei in tribuna.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. schmat - 2 mesi fa

        Occhio: potrebbero anche non accorgersi che il tuo commento è sarcastico!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Vanni - 2 mesi fa

        Io fossi in lui chiederei di stare in tribuna.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. CUORE GRANATA 44 - 2 mesi fa

    Se per WM Zaza è “un problema” e non una risorsa allora….Da quanto visto ieri a mio parere: 1 con un centrocampo così fragile che non garantisce adeguata copertura alla difesa, la medesima messa “a tre” non è utile.Se “i mussi” non fossero così scarsi avremmo “pagato dazio” sulle loro ripartenze 2 Più logico ed equilibrato ,a mio avviso, un 442 con Lukic vertice basso( mi pare abbia le giuste qualità), Iago vertice alto a sostegno delle due punte e due incontristi volta a volta in mezzo.3 Due centrali se meglio protetti credo siano sufficienti.Ora avanti tutta sfruttando l’abbrivio di ieri per non perdere di vista Viola e ciclisti in attesa dei confronti diretti che forse definiranno la ns. reale dimensione.In ultimo due considerazioni flash:a Il Moro è una ns. icona ed è il “vero capitano” ma gli anni cominciano a pesare…b Mi ha deluso Edera: si crede già arrivato? Ha giocato con troppa sufficienza.Concordo se del caso meglio “la garra” di Parigini.FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. dennislaw - 2 mesi fa

    tre giorni fa scrivevo che avrei fatto giocare Belotti Zaza e Iago insieme, I fatti hanno confermato quello che si doveva fare fin dall’inizio ( a parte infortuni). Lasciamo perdere le stupidaggini del ” non è ancora pronto”, alibi dell’allenatore per fare catenaccio e basta. Come l’anno scorso quando affondava e ha rimandato in campo Ljajic, così con il Chievo Mazzarri era sull’orlo dell’enmesima figuraccia. Il Torino non ha alternative allo stesso livello del tipo se non gioca Dybala c’è Cuadrado, o Bernardeschi ecc. Non diciano sciocchezze , come lasciare fuori Belotti. Anche su Rincon farei attenzione , è un buon mediano di contrasto e serve in una squadra più sbilanciata in avanti. Concordo con leoj, Radice li avrebbe fatti giocare tutti e tre insieme … e magari anche Ljajic…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni - 2 mesi fa

      Si ma quello era un allenatore.
      Ma allora testadighisa fosse dai gobbi gli verrebbe un colpo apoplettico o tirerebbe i dadi per la formazione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Pazko - 2 mesi fa

    Tutti scrivono ma bisogna riflettere un po’ su tutto: 1-Belotti : un giocatore che segna come all’Inter non può essere un brocco, lui deve essere servito in un certo modo, come tutti i centravanti, se riceveva un filtrante come quello di Zaza, segnava anche lui, ne ha fatti molti di gol del genere ( ricordiamoci che ha fatto 50 gol in tre stagioni), per cui se invece di correre come un invasato per tutto il campo per recuperarsi un pallone giocabile, fosse servito ad hoc, farebbe il suo. Aspettiamo che Mazzarri dia un gioco alla squadra e vedremo. 2- Zaza : lui i suoi 10-12 gol li ha sempre fatti, deve integrarsi e magari fare un doppio centravanti tipo Pulici e Graziani ( ci manca solo …. Sala!). 3- Iago : deve imparare a fare il “Claudio Sala” e passare e crossare di più, poi qualche folletto lo farà pure lui. In sostanza i tre possono fare una cinquantina di gol, e sarebbe sufficiente per l’EL. Il resto della squadra deve recuperare palloni e mandarli avanti a Iago e sulle fasce (Lolli e Berenguer, per me). Sono curioso di vedere venerdì se giochiamo con tutti e tre davanti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni - 2 mesi fa

      Infatti. Non sembra tanto complicato farli giocare assieme. Gli altri sono di contorno per non garsi infilare come polli. Zaza e Belotti devono solo parlarsi tra loro e diciamo “dividersi” le zone di attacco.
      Per me, fatto ch

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Vanni - 2 mesi fa

        Che Iago è forte, il ruolo principe x servire i due era per Ljajic, abituato a giocare in mezzo. Iago dovrà dalla sua posizione ideale fare gli straordinari per servire i due.
        Gli altri servono solo a coprire i 3.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. granatadellabassa - 2 mesi fa

    Lasciare fuori Zaza sia a Bergamo che a Verona quando mancava Iago Falque, è stato un errore. Si sono perse due occasioni per accelerare il suo inserimento.
    Non mi sembra che Parigini ed Edera abbiamo fatto faville.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. byfolko - 2 mesi fa

      E poi non sono punte, e non lo saranno mai. Sono esterni d’attacco, e, per quanto visto, nemmeno troppo forti, oltre ad essere , oltre che doppioni tra loro, anche doppioni di Falque, che è di un altro pianeta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. byfolko - 2 mesi fa

    Zaza è da Toro tanto quanto Belotti. Direi che dato il rendimento disastroso del Gallo negli ultimi 18 mesi (a stare stretti) ed avendo fondamentali senz’altro più raffinati, oltre ad aver fatto bene con grande continuità ovunque sia andato (Sassuolo, le Merde, Valencia), meriti un posto da titolare. Al massimo sarà Belotti a fare panca se si giocherà ad una sola punta. Credo che l’incertezza della titolarità non possa che far bene a Belotti, che continua a deludere, partita dopo partita. Opinione personale,naturalmente :)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. leoj - 2 mesi fa

    Ho iniziato ad andare allo stadio quando c’erano terzini, mediani, mezz’ali, ali, Sala, Pulici e Graziani che ti facevano sognare, divertire e gol a grappoli.
    ora devi vedere le partite con la calcolatrice in mano tra moduli buttati in campo che sembra l’elenco del telefono, devi fare le derivate e la trigonometria a ogni calcio piazzato, devi anche considerare lo spread ma alla fine è una noia mortale e fanno due tiri in porta se va bene…
    Iago, Zaza e Belotti sono veramente ma veramente forti, tocca all’allenatore trovare un gioco per fare un gol più degli altri. E’ tutto. Come faceva Gigi Radice.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. marcocalzolari - 2 mesi fa

    Io penso che dopo quanto visto con Ljajic, la cura Mazzarri potrà far bene anche a Zaza.
    Ljajic era migliorato tantissimo sotto l’aspetto comportamentale e di corsa con Mazzarri.
    Poi ha preferito soldi e meno lavoro in Turchia, dove tra l’altro è stato subito ripreso dal suo Mister per lo scarso impegno.
    Anche Zaza, se si metterà al servizio della squadra potrà far bene, perché non è un fenomeno, ma se corre e lotta può essere un uomo da Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. PrivilegioGranata - 2 mesi fa

    Io giocherei a tre davanti: Iago, Zaza e l’amico magazziniere.
    In attesa che cresca l’affiatamento col Gallo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Pimpa - 2 mesi fa

    Come sempre in modo pacato e senza offendere nessuno dico la mia.
    Le querce non fanno limoni o il sangue dalle rape non si cava,se vi piace di più.
    Non sarebbe giunta l’ora in cui tutti, e dico tutti,si parta da alcuni punti fermi che non sono frutto di impressioni o di reazioni stizzite ma di semplice osservazione?
    Per esempio che Belotti è un bisonte potente volenteroso e fin troppo altruista,ma pur sempre un bisonte rimane:non ha tecnica e infatti non andrà mai a giocare in una grande squadra perché noi siamo la dimensione adeguata al suo valore.
    O che Baselli quello è e quello rimane,cioè un mediocre dovunque giochi: è possibile avere un’idea diversa dopo anni e anni in cui ha giocato in tutte le posizioni e ha sempre fatto pietà? Voglio dire, non lo convocano neanche in nazionale con la massa di brodi che abbiamo a rappresentare l’Italia, vorrà pur dire qualcosa.
    O che Rincon dovrebbe ringraziare il cielo di giocare nel Chievo o nel Frosinone ma non può, è vietato, farlo giocare in una squadra che voglia stazionare in tutta quiete tra l’ottavo e il decimo posto.
    O che sarebbe l’ora di finirla di invocare a gran voce l’utilizzo dei nostri così detti giovani, se quei giovani hanno dimostrato di non essere assolutamente in grado di giocare in serie A? I vari Edera,Parigini,Bonifazi e via hanno dimostrato di poter al massimo fare panchina in una squadra che lotta per non retrocedere,basta con gli ottusi sentimentalismi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Sterry - 2 mesi fa

      Su Belotti: sta giocando malino, ma corre e si sacrifica e lui secondo e’ il primo a essere penalizzato dal fatto che la squadra obeittivamente gioca male e non da rifornimenti alle punte;
      Non me la sento di gettare la croce su Belotti; Secondo me con il rientro di Jago e con un Soriano piu in forma, anche Belotti migliorera
      Su Baselli: secondo me e’ un discreto giocatore; non e’ un fenomeno ma non e’ neanche da buttare;
      Su Rincon: secondo me e’ uno di quei gicoatori che alla fine serve sempre; corre e sporca tantissimi palloni; non e’ bello da vedere, non e’ tecnico, non e’ un regista, ma e; uno che lotta; e li in mezzo uno che lotta ci vuole;

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ilCalu - 2 mesi fa

        Su Belotti mi sento di essere d’accordo con Pimpa, i limiti mi sembrano tecnici. Fa fatica a stoppare corretamente i palloni e se prova a correre con la palla fra i piedi si incarta da solo. Oltre che a sbagliare spesso passaggi di 5/6 metri.Sul piano della generosità nulla da dire ma non basta.
        Io riproverei con lo stesso modulo ma con Zaza al posto di Belotti, il rientro di Falque e Lukic regista basso al posto del falegname Rincon.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Gio - 2 mesi fa

      Opinioni…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. ANNO1976 - 2 mesi fa

    Zaza che segna al derby, al 90esimo.
    O autogol di Ronaldo. Sempre al 90esimo.
    Vivo anche di questo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Granata - 2 mesi fa

    Sembrerà assurdo ma penso che Belotti abbia bisogno di imparare a gestirsi nei tempi di gioco. Mazzarri deve lavorare su questo con Belotti, non su altro. La troppa foga, il “sacrificarsi” per la squadra, la solitudine dovuta agli interpreti gli fa commettere errori che in troppi definiscono di scarsa tecnica. Non è così. Il problema è l’autogestione ma bisogna condividere le colpe e mi riferisco al ruolo di Baselli e Rincon. Baselli ha tecnica e visione ma si deve modernizzare nei compiti. Adesso è nella terra di mezzo e si deve svegliare. Si deve impegnare a svolgere le due fasi con i tempi giusti. Rincon invece ,credo, non possa dare di più. Io lo venderei per prendere un prospetto più giovane e predisposto ad imparare. Zaza conviverà ,e bene, come dissi, sia con Belotti che con Falque. Questione di tempo per i meccanismi in fase di non possesso e difesa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. saettadallimite - 2 mesi fa

    Tecnicamente Zaza è più forte di Belotti, non lo scopriamo adesso, quando sono entrati lui e Falque la qualità è migliorata decisamente. Belotti è abbastanza impacciato quando deve tenere palla o cercare degli scambi un po’ più difficili. Se Mazzarri riuscirà a farli giocare tutti e tre insieme come ieri anche Belotti, se giocherà più vicino alla porta, sarà molto più pericoloso, perchè anche lui ha grinta da vendere e pur non avendo molta tecnica “vede” molto la porta. Certo che se Zaza dovesse migliorare il suo ambientamento come sembra e metterci sempre la grinta e la qualità che ci ha messo ieri sarà sempre più un delitto tenerlo in panchina, come non è pensabile tenere fuori Falque. In conclusione dico che se dovessi fare giocare solo due di quei tre al momento metterei Zaza e Falque, usando il tridente solo in certe partite o inserendo Belotti al posto di Zaza in certi momenti. Nella realtà questo è semplicemente impossibile perchè Belotti è capitano e uomo squadra. Ci penserà Mazzarri…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. PrivilegioGranata - 2 mesi fa

    Il Gallo che è fuori forma e poco reattivo, in panchina per una partita; in 15 giorni venga allenato sulla brillantezza, e poi una sana alternanza in attacco: un tempo ciascuno Zaza e Belotti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. GlennGould - 2 mesi fa

    Ciao a tutti. Ho preferito aspettare per commentare il match di ieri, e farlo a freddo piuttosto che a poche ore dal suo termine.
    Il gol di Zaza regala una vittoria meritata; brutto primo tempo, in cui loro han dato trequarti delle energie di cui disponevano, ed il toro ha controllato e rischiato poco. A metà secondo tempo, il Chievo non ne aveva più e Mazzarri ha fatto entrare Zaza e Iago. Create occasioni sin quando Zaza ha siglato e Iago e Belotti quasi.
    Insomma, le cose sono andate come il mister voleva, che piaccia o no.
    Ieri ho letto robe folli, deliri sin tanto a scrivere che Belotti va bene come riserva in serie b. A questo e ad altri “concetti” non ha senso ribadire, non c’è proprio dialogo.
    Su altro invece, dialogare si può..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ALESSANDRO 69 - 2 mesi fa

      Bravissimo….Finalmente qualche commento equilibrato…alla fine nel calcio contano i numeri, quindi le vittorie. Le vittorie sporche portano punti, le belle sconfitte portano solo il premio della critica….Poi ovviamente che tutto debba essere migliorabile e che su questo ci sia molto da lavorare mi sembra persino banale sottolinearlo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. wally - 2 mesi fa

    credo che nessuno voglia tenere fuori Zaza, ma ora è importante trovare un sistema di gioco che comprenda Zaza, Belotti e Yago.. Ma ancoradi più,si deve cercare di sistemare il centro campo.Manca assolutamente un uomo d’ordine..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. robertozanabon_821 - 2 mesi fa

    Nel buio, chi conserva una candela nel cassetto, evita di sbattere gli stinchi nel tavolino. Ora però cerchiamo di riparare il lampadario.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. ALESSANDRO 69 - 2 mesi fa

    Tutto condivisibile, articolo e commenti. Tuttavia però rimango convinto che nessun allenatore è cosi cretino da tenere un campione in panchina, perciò se fino ad ora lo ha impiegato così ci sarà un motivo…La settimana a contatto con i giocatori ce la trascorre lui oppure ce la trascorriamo noi….????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. SiculoGranataSempre - 2 mesi fa

    Io ribadisco di potenziare in qualità e corsa il centrocampo con lukic e Meité e gli esterni Aina e Ansaldi più conservativi e giocare con Falque Zaza e Belotti. Almeno con le squadre più alla portata e dall’inizio. Se fai gol presto poi torni al 352.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. user-14052178 - 2 mesi fa

    Soriano. Sembra Barone acquisto di nome ma non di sostanza! E Belotti male non è che sia stato un caso due anni fa i 26 goal? Zaza titolare con iago!!!! Ciao Robbi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Toro71 - 2 mesi fa

    Zaza è un giocatore da Toro. Ha grinta da vendere cosiccome tecnica e potenza. L’anno scorso col Chievo tra andata e ritorno avevamo raccolto 2 miseri punti. Edera ha perso una grande occasione. Io farei più fiducia a Parigini.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy