Toro, il centrocampo dello Zenit ha qualità e quantità da vendere

Toro, il centrocampo dello Zenit ha qualità e quantità da vendere

Focus on / Gli elementi del centrocampo di Villas Boas hanno qualità che si integrano alla perfezione tra di loro, dando alla squadra russa sia geometrie che tanta quantità

di Redazione Toro News

Il centrocampo. È la zona nevralgica del campo dove si decidono le partite. Attacco e difesa vengono organizzate a partire dal centrocampo e avere il dominio di quella zona di campo quasi sempre implica predominio nell’incontro. Sarà così anche giovedì nella sfida tra Zenit e Torino. I centrocampisti granata si troveranno di fronte un reparto competitivo che unisce qualità e quantità

LA STELLA – La punta di diamante del reparto è sicuramente Axel Witsel. Pagato 40 milioni dallo Zenit, il nazionale belga unisce fisicità prorompente a buona visione di gioco. La sua tecnica di base gli permette di alternare gioco corto e gioco lungo. Non disdegna nemmeno il tiro da fuori. Insomma può essere definito un centrocampista completo.

IL GLADIATORE – Le giocate del centrocampista belga sono possibili anche grazie al lavoro oscuro di Javi Garcia. Il centrocampista spagnolo è un vero lottatore: pressa e infastidisce ogni portatore di palla. Dotato di una discreta tecnica, l’ex Manchester City e Benfica ha accumulato molta esperienza soprattutto in campo europeo che potrà essere molto utile nella sfida di giovedì.

CENTROCAMPO DUTTILE – I due centrocampisti sono il punto fermo del reparto. Molto spesso i due fungono da schermo davanti alla difesa, soprattutto nel 4-2-3-1. La metacampo può anche organizzarsi a 3 con l’inserimento di Shatov o di Fayzulin. Lo schieramento però è molto fluido e le posizioni sono interscambiabili grazie alla duttilità dei suoi componenti. Il primo compito del centrocampo russo è quello di sostenere l’imponente reparto offensivo, sia in fase di rifornimento che in fase di ripiegamento. La qualità di Hulk e compagni in attacco fa sì che in fase realizzativa i centrocampisti non siano molto presenti, come mostra l’unico segnato da un centrocampista tra Europa League e Champions League, cioè quello di Witsel segnato al Benfica.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy