Toro, in difesa sempre peggio: ora prendi gol da tredici gare

Toro, in difesa sempre peggio: ora prendi gol da tredici gare

L’analisi / La squadra continua a subire troppo: nelle ultime tredici partite non è mai riuscita a tenere intatta la propria porta

5 commenti

Pareggio deludente quello ottenuto dai granata ieri contro la terzultima della classe. Davanti al proprio pubblico, che in questa stagione si è dimostrato fondamentale più che mai per quanto riguarda il trascinamento, i granata non sono riusciti a superare il Crotone nonostante siano passati prima in vantaggio. Questo dato deve far riflettere in quanto sono troppe le situazioni di vantaggio da cui il Toro poi non è riuscito ad uscire con i tre punti in tasca e questo conferma il problema che si era registrato dopo la scorsa sessione estiva di mercato. Questa squadra è stata notevolmente rinforzata in zona offensiva ma dalla cessione di Glik ne è uscita poco competitiva in quella arretrata.

TURIN, ITALY - APRIL 15: Adrian Marius Stoian (L) of FC Crotone is challenged by Davide Zappacostaof FC Torino during the Serie A match between FC Torino and FC Crotone at Stadio Olimpico di Torino on April 15, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)
TURIN, ITALY – APRIL 15: Adrian Marius Stoian (L) of FC Crotone is challenged by Davide Zappacostaof FC Torino during the Serie A match between FC Torino and FC Crotone at Stadio Olimpico di Torino on April 15, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

I dati ne sono una dimostrazione: cinquantatré gol subiti in trentadue giornate sono troppi. Solo Pescara, Palermo e Cagliari hanno fatto peggio ed il Genoa ha fatto uguale. Numeri negativi per la squadra di Mihajlovic che si sono manifestati principalmente in quest’ultimo periodo. Infatti Rossettini e compagni hanno subito sempre gol in tutti gli ultimi tredici match, in questo, nessuna squadra è riuscita a fare peggio dei granata.

TURIN, ITALY - APRIL 02: Luca Rossettini of FC Torino in action during the Serie A match between FC Torino and Udinese Calcio at Stadio Olimpico di Torino on April 2, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)
TURIN, ITALY – APRIL 02: Luca Rossettini of FC Torino in action during the Serie A match between FC Torino and Udinese Calcio at Stadio Olimpico di Torino on April 2, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

La situazione va sicuramente aggiustata con degli innesti, come ha rassicurato ieri Urbano Cairo, ma anche Miha deve cercare di lavorare maggiormente su questa fase di gioco. Perché, come ha anche confermato nel post-partita il presidente, una squadra difende ed attacca insieme e quindi questo Toro deve cercare di rischiare meno diventando più “compatto” nella fase arretrata. Questo atteggiamento potrebbe essere a discapito dei gol. La storia però ci ha insegnato che le squadre vincenti, sopratutto nel nostro campionato, sono sempre state quelle che subiscono meno. Quindi se il Torino, la prossima stagione, vuole centrare l’Europa deve cercare di equilibrare il suo atteggiamento.

5 commenti

5 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. winchester - 3 mesi fa

    Quando si hanno un asino ragliante come allenatore e un bracciamozze tirchio e avaro come presidente è inutile porsi degli obiettivi e dei risultati da raggiungere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Nick - 3 mesi fa

    Siano il foggia del terzo millennio. Forse Miha ha preso da Zeman e farà allenare i giocatori sugli spalti del fila

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. LoviR - 3 mesi fa

    Centrali e portiere sono il problema.
    Giovani buoni sono stai già presi e già ci sono….peggio dei titolari attuali non faranno…qualche inguenuità si potrà perdonare ai giovani….ma non ai trentenni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Pimpa - 3 mesi fa

    No,il Toro non andrà in Europa perché non potrà andarci come non ha mai potuto andarci per meriti suoi: noi siamo andati in Europa per sbaglio,ricordiamocelo.
    La squadra che viene allestita ogni anno che cristo manda in terra non è forte abbastanza per andarci,è inutile raccontare panzane come quella qui sopra “deve cambiare atteggiamento”.
    No,deve cambiare giocatori,primo,e allenatore,poi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. prawn - 3 mesi fa

    Ho commentato proprio questo un paio di volte, mi pare che l’Atalanta abbia subito solo 35 goals, mi pare che non abbia speso una follia per la difesa, ricordiamo, masiello o macellaio gioca lì.
    Sta girando anche il vento contro Hart, che per carita, è famoso per una papera ogni tanto ma in Inghilterra, con il gioco e la difesa del Manchester city, più volte vinse il guantone d’oro per aver mantenuto la porta inviolata per 13 e passa partite.
    Il malato mentale che sta in panchina non ha mai (ditemi se mi sbaglio) ma proprio mai giocato con meno di 3 attaccanti. E con sempre almeno un centrocampista offensivo.
    Come già scritto altrove, manca il buon senso, con una difesa/centrocampo colabrodo come questa uno sano di mente cercherebbe di fare qualche 0-0 magari, coprirsi un minimo, specialmente quando si è in vantaggio.
    Ma lui no, ci ha abituati quest’anno ad emozioni forti, 4,5 attaccanti a pestarsi i piedi la davanti.
    Continua così Miha, andrai lontano, non c’è dubbio, da Torino e dalla serie A.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy